VIAGGIO BORNEO:

 Tra i fiumi del Kalimantan

Dal 7 al 23 Giugno 2019

TOUR IN 17 GIORNI/14 NOTTI

CON VIAGGIATORE ESPERTO DA 8 PARTECIPANTI


IMPEGNO  ELEVATO
DURATA 17 GIORNI
VIAGGIO NATURALISTICO
ED ETNOGRAFICO
GUIDA LOCALE 


BORNEO 2019


UN VIAGGIO RIVOLTO A…

Viaggiatori esperti che cercano nuove avventure, desiderosi di scoprire luoghi ancora misteriosi e lontani dal turismo di massa, con forte spirito di adattamento. E’ necessario informarsi sullo stile di viaggio prima di partire, per affrontare in modo consapevole e corretto e con spirito d’avventura.

FOCUS DEL VIAGGIO

  • Un’esperienza di viaggio etnografico alla ricerca delle ultimi abitanti Iban, Dayak e Kenyah che ancora vivono nelle longhouses con i loro rituali, costumi, tradizioni, tattoo, danze e cerimonie.
  • La bellezza di un angolo ancora incontaminato di natura tropicale, con “full immersion” nella foresta pluviale più antica del Borneo.
  • Esplorazione nella biodiversità del Tanjung Puting National Park e del Danau Sentarum National Park: la flora, la fauna e la cultura del cuore del Kalimantan.
  • Un esperienza di viaggio esclusiva all’interno di parchi dove è possibile avvistare orangutan (interessanti sono i  feeding points istituiti al loro interno), scimmie nasiche, cinghiali, farfalle, cervi, gibboni, macachi e uccelli selvatici.
  • Per la maggior parte del viaggio si navighera’ sui fiumi, le autostrade del Borneo, che permettono un ritmo più rilassato e contemplativo, rispetto al trasporto terrestre.
  • Approccio eco-compatibile rivolto alle conoscenze tradizionali e locali, alla conservazione delle risorse naturali ed alla sostenibilità dei mezzi di sostentamento dei nativi.
  • Gli ultimi giorni si spendono nel paradiso marino dell’arcipelago delle isole Derawan, tra tartarughe giganti, mante, meduse e pesci tropicali nel cuore dell’Est Kalimantan, paradiso subacqueo.

PROGRAMMA DI VIAGGIO


  • B= breakfast (colazione)
  • L= lunch (pranzo)
  • D= dinner (cena)

 NOTA – Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dalla organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative e di sicurezza. I km indicati sono indicativi e dipendenti dalle condizioni delle strade e del clima mutevole; in caso di strade rovinate dalle piogge e/o vie fluviali non percorribili, si prosegue per via alternativa.


GIORNO 1: venerdì 7 giugno 2019  PARTENZA DALL’ITALIA volo

Ritrovo dei Sig.ri partecipanti all’aeroporto di partenza. Disbrigo delle formalità di imbarco. Partenza con volo di linea, in classe economica, per Jakarta. Pasti e pernottamenti a bordo.


GIORNO 2 : sabato 8 giugno  ARRIVO A JAKARTA volo

Arrivo a Jakarta. Pernottamento in hotel. B


GIORNO 3 : domenica 9 giugno  JAKARTA – PANGKALAN BUN – KUMAI – CAMP LEAKEY volo e barca

Trasferimento in aeroporto per il volo interno fino a Pangkalan Bun; all’arrivo transfer al porto di Kumai, dove ci si imbarca sulla Klotok, un tradizionale battello locale in legno a 2 piani, adatto alla navigazione fluviale lungo i black rivers che consente l’osservazione della foresta pluviale mentre scorre e sopratutto la visita dei campi di rieducazione degli oranghi. Meta della navigazione, durante cui verra’ servito il pranzo, è Camp Leakey, fondato per lo studio e la ricerca degli Orangutan del Borneo. Attualmente esso svolge anche una funzione sulla conservazione degli oranghi, tenuti precedentemente in cattività, e del loro habitat naturale. La visita della struttura è seguita da quella presso il centro di alimentazione degli oranghi, dove si ha un contatto ravvicinato con i primati. Il resto del tempo è dedicato alla lenta navigazione lungo il fiume di per sé spettacolare, resa ancor più interessante dall’avvistamento di altri animali che popolano le sue sponde: gibboni, macachi e uccelli selvatici. Cena e pernottamento in barca. B/L/D


GIORNO 4: lunedì 10 giugno TANGUY – TANJUNG PUTING NATIONAL PARK – NIPAH PALM  barca

Dopo la colazione si risale il fiume per 1 ora, per arrivare a centro di riabilitazione di Tanguy. Siamo nel cuore del Tanjung Puting National Park, in una regione ancora praticamente sconosciuta al turismo, dove la deforestazione su scala commerciale non è ancora iniziata e la  popolazione vive in piccoli villaggi, sperduti nell’immensità della foresta. Il parco infatti è composto da 416.040 ettari di Foresta Dipterocarpacea delle terre aride, foresta di torbiere, foresta di mangrovie, foresta costiera e foresta secondaria. E’ proprio un viaggio per pochi ed esclusivi visitatori ed all’interno del parco è possibile avvistare orangutan e scimmie nasiche in completa libertà navigando lungo le tranquille sponde del fiume Sekonye, con probabili avvistamenti anche di altri animali: scoiattoli, cinghiali, farfalle, cervi. Interessanti sono i  feeding points istituiti al suo interno. Essi sono delle piattaforme in legno sulle quali i rangers  del parco portano, una volta al giorno, del cibo agli oranghi per un graduale reinserimento nella giungla (vengono definiti infatti in stato di semi-wild, in poche parole vivono liberi nella giungla ma hanno il “paracadute” della sicurezza del cibo). Alle 9 si alimentano gli oranghi del centro. Si rientra in barca per il pranzo. Nel pomeriggio visita del villaggio di Harapan, presso il cui adiacente Harapan Camp si trova il terzo centro di riabilitazione degli oranghi, che vengono alimentati alle 15. Inizia quindi il viaggio di ritorno a Kumai, ridiscendendo il fiume, per pernottare nella zona di Nipah Palm. B/L/D


GIORNO 5: martedì 11 giugno  KUMAI – PANGKALAN BUN- PONTIANAK  volo interno

Al mattino rientro al molo di Kumai, transfer in aeroporto per il volo da Pangkalan Bun a Pontianak, pernottamento in Hotel. B


GIORNO 6: mercoledì 12 giugno  PONTIANAK – PUTUSSIBAU – LANJAK 100 km  – DANAU SENTARUM NATIONAL PARK – SUNGAI PELAIK  volo interno minibus barca

Al mattino volo da Pontianak  per Putussibau. Dall’aeroporto in minibus si raggiunge Lanjak, punto di ingresso del Danau Sentarum National Park all’estremità orientale del West Kalimantan, che confina con il Sarawak in Malesia. Il Parco Danau Sentarum protegge uno dei sistemi lacustri con una biodiversità unica al mondo. È una foresta umida di 1.320 kmq e durante la stagione delle piogge può diventare un unico specchio d’acqua. Durante il percorso ci si ferma per vedere le Longhouses, le case tradizionali dei Dayak. Da Lanjak con un’ora di barca si raggiunge la Sungai Pelaik Longhouse, dove si è accolti dall’Iban locale con la tradizionale cerimonia di benvenuto, godendo musica, balli, bevande locali e biscotti. Sistemazione e pernottamento nella Longhouse. B/L/D


GIORNO 7: giovedì 13 giugno SUNGAI PELAIK – KASIM LAKE – MEREBUNG LAKE – MELIAU (KAPUAS HULU) barca

Dopo la colazione tour in barca sul Kasim Lake fino alle case galleggianti del Merebung Lake. Il lago Merebung è uno dei 7 laghi del villaggio di Meliau, compreso nella reggenza (Kabupaten) di Kapuas Hulu, protetta dalle popolazioni indigene (tra cui Iban e Silat) e all’interno di un’area di conservazione in cui opera il WWF-Indonesia. Questa destinazione è un famoso luogo di pesca con ecosistemi naturali e specie ittiche endemiche, in particolare Toman (testa di serpente) e Arowana (Screlopages formosus) o pesce drago, specie che viene classificata nella lista rossa della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES). In quest’area del West Kalimantan è possibile visitare e conoscere la cultura locale nella regione di Meliau. Questo villaggio ha un  betang (casa tradizionale Dayak), che è lunga 90 metri ed è abitata da 33 famiglie Dayak Iban. Le attività rilassanti della giornata comprendono la possibilita’ di nuoto nel lago e l’avvistamento di vari specie endemiche animali: nasiche (scimmie dalla proboscide), coccodrilli e varie specie di uccelli. Pernottamento nella casa galleggiante. B/L/D


GIORNO 8: venerdì 14 giugno – MELIAU – ISOLA TEKENANG (DANAU SENTARUM NP) barca

Mattina di relax alla casa galleggiante. Nel pomeriggio si ritorna in barca alla Meliau Longhouse, proseguendo per 2-3 ore all’interno del  Danau Sentarum NP per raggiungere l’isola di Tekenang, che sta al suo centro.  Brevi camminate per visitare il parco e godere la vista superba del lago Sentarum, salendo sulla collina di Tekenang, un punto abbastanza appropriato per l’osservazione dall’alto (circa 130 metri sul livello del mare).  Pernottamento nel semplice lodge gestito dall’ente del Parco. B/L/D


GIORNO 9: sabato 15 giugno DANAU NP – LANJAK – SUNGAI UTIK (villaggio DAYAK) – BENUA TENGAH 120 km indicativi barca auto

Dopo la colazione navigazione in barca per 45 minuti fino a Lanjak, quindi in auto si prosegue per Sungai Utik. Questo e’ un villaggio Dayak ben conservato, abitato ancora da anziane con le orecchie lunghe. Qui si trovano ancora le tipiche long houses (tradizionali “case lunghe” condivise dalle famiglie del villaggio), la cui architettura, sospesa su pali di legno, sembra risalire ai tempi in cui le popolazioni vivevano nella giungla. Nonostante il Borneo abbia subito gli effetti del selvaggio disboscamento, dell’inquinamento delle acque e della modernizzazione, in questo lembo di territorio le tradizioni sono ancora vive, specie durante le cerimonie e i rituali festivi. Una nuotata nel fiume di acqua cristallina e poi si parte per Benua Tengah, dove la popolazione locale ci ricevera’ con una cerimonia di benvenuto, con danze, musica e l’acquavite locale, presa dai secchi e servita con i mestoli. Pernottamento nella Longhouse del villaggio. B/L/D


GIORNO 10: domenica 16 giugno BENUA TENGAH –  ENSAID PANJANG  220 km indicativi, 5/6 h barca auto                                                                   

Iban e Dayak sono i principali gruppi etnici del Borneo insieme a Kenyan, Taman, Kenyah, Panan, Murut e Klemantan. I Dayak del Kalimantan sono un ceppo indigeno originariamente di religione animista, dedito alla caccia e all’agricoltura, noto per le scenografiche danze rituali, gli elaborati tatuaggi creati dagli artisti-medium della tribù e la pratica dell’allungamento dei lobi delle orecchie, segno di prestigio. Un tempo guerrieri tagliatori di teste (la pratica dell’HEADHUNTNG non era legata solo alla guerra) i Dayak ritenevano che il cranio fosse il contenitore dell’anima e dell’essenza umana e portare al villaggio teste nemiche significava nutrire di vita la tribù e la terra, oltre che acquisire il potere del caduto. Il rituale è noto anche come NGAYAU nell’idioma locale dei Dayak. Si tagliavano le teste dei nemici, prima del raccolto, per rendere fertile il terreno, oppure prima di un matrimonio per dimostrare il coraggio e la prodezza del futuro marito. La prassi che sembrava ormai abbandonata, anche per la conversione di massa al cristianesimo (in parte anche all’islam) e per le leggi anti head-hunting delle potenze colonialiste, in realtà è tornata in voga in occasione di conflitti. I tatuaggi molto diffusi hanno diversi significati: un anello nero al pollice significa aver ucciso un capo villaggio, all’indice uno sciamano, al medio un guerriero, all’anulare un donna, al mignolo un bambino. Al mattino, dopo il bagno al fiume,  si parte in auto seguendo il corso del fiume Kapuas verso valle, facendo svariate soste per fotografare il sinuoso corso del fiume. Arrivo nel pomeriggio a Ensaid Panjang, dove si trova una delle longhouses piu’ antiche, dove è il pernottamento. A volte la strada di rientro via Kantut Asam e/o Kampung Saham e’ rovinata dalle piogge e non e’ percorribile; in questo caso si prosegue per via alternativa. B/L/D


GIORNO 11: lunedì 17 giugno ENSAID PANJANG – KAMPUNG SAHAM (villaggio Dayak Kenyah)  220 km indicativi, 5/6 h barca auto

Prosegue il viaggio di rientro a Pontianak. Alla fine del percorso, passando attraverso proprietà di gomma, piantagioni di peperoni, risaie e campagne panoramiche, a perviene si Kampung Saham, di etnia Kenyah.                                                                              Il nome Kenyah è un termine generico per oltre 40 sottogruppi che condividono per lo più storie di immigrazione, usi e dialetti correlati. L’etnia dei Kenyah è tradizionalmente costituita da agricoltori e contadini che vivono in case lunghe (uma dado), costituite in una piccola comunità. Ogni casa lunga è composta da famiglie che scelgono il proprio capo (capotribù). Quando hanno un evento o una festa come il festival del raccolto, normalmente usano la veranda della longhouse (oseh bi’o) per raccogliere e tenere discorsi per guidare i loro giovani. I Kenyah, che seguono la religione cristiana dopo essere stati convertiti dall’animismo, sono molto creativi e hanno anche notoria fama di compositori di canzoni e melodie popolari. A volte la strada di rientro via Kantut Asam e/o Kampung Saham e’ rovinata dalle piogge e non e’ percorribile; in questo caso si prosegue per via alternativa. B/L/D


GIORNO 12: martedì 18 giugno – KAMPUNG SAHAM – PONTIANAK – BALIKPAPAN  150 km indicativi, 4 h circa auto volo interno

Al mattino si percorre la ultima parte della strada per Pontianak, arrivo, pranzo e nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo per Balikpapan. Arrivo in serata con pernottamento in hotel. A volte la strada di rientro via Kantut Asam e/o Kampung Saham e’ rovinata dalle piogge e non e’ percorribile; in questo caso si prosegue per via alternativa. B


GIORNO 13: mercoledì 19 giugno BALIKPAPAN – BERAU – TANJUNG BATU – DERAWAN ISLANDS  80 km volo interno, auto, barca

Al mattino transfer in aeroporto per il volo per Berau. In auto (2 ore) un breve transfer conduce a Tanjung Batu e poi in barca (30 minuti) nella piccola isola di Derawan, la principale dell’omonimo arcipelago che si trova al largo della costa orientale dell’Est Kalimantan, nel Borneo Indonesiano. Le Isole Derawan sono 6 e solo 2 di queste sono abitate, mentre le altre sono completamente deserte. Derawan con le isole di Sangalaki, Maratua, Kakaban, Panjang e Samana forma un piccolo arcipelago nel Mare di Celebes dove c’è un particolare ecosistema marino: il subacqueo trova un vero paradiso sottomarino, dai grandi pelagici ai piccoli invertebrati, 872 pesci di barriera, specie protette e 507 coralli diversi. Pomeriggio di relax sull’isola. Pernottamento presso il resort di Pulau Derawan. B


GIORNI 14/15: giovedì/venerdì 20/21 giugno ISOLE DI MARATUA – KAKABAN – SANGALAKI 80 km barca auto

Giornate di relax e mare, visitando in barca le isole. L’isola di Maratua, dove si attracca al pontile di Harapan, è abitata da 4 villaggi di pescatori, ha la forma a U allungata e una fantastica laguna collegata all’oceano da una “pass”, un canale sottomarino. Kakaban, a 40 minuti di barca, vanta ottimi punti d’immersione e custodisce un lago di acqua salmastra (Lago delle Meduse) circondato da una fitta foresta di mangrovie, dove osservare migliaia di meduse non urticanti ed in cui immergersi in snorkeling memorabili. L’isola di Sangalaki è invece il regno indiscusso delle mante e un ottimo punto per fare snorkeling tra le tartarughe, che qui trovano un habitat protetto per la riproduzione. La sera del 21 giugno si raggiunge sulla costa Berau, dove si dorme in albergo, in attesa del lungo volo di rientro del giorno seguente. B


GIORNO 16: sabato 22 giugno BERAU – JAKARTA  volo

Partenza al mattino da Berau, volo per Jakarta, via Balikpapan, e in coincidenza per l’Italia. B


GIORNO 17: domenica 23 giugno 2019 ITALIA volo

Disbrigo delle formalità di sbarco. Arrivo nei principali aeroporti italiani.


Fine del viaggio e dei servizi Borneo


Voli interni:  (orari indicativi / suscettibili di variazione)

  • 09 giugno:Jakarta-Pankalan Bun 07:00-08:00 Trigana
  • 11 giugno:Pangkalan Bun-Pontianak 14:40 -16:45 Garuda
  • 12 giugno:Pontianak-Putussibau 11:30 -12:40 Garuda
  • 18 giugno:Pontianak-Balikpapan 17:20 -19:50 Lion
  • 19 giugno:Balikpapan-Berau 08:45 -10:05 Wings
  • 22 giugno:Berau-Jakarta 11:00-14:10 Garuda

Sistemazioni alberghiere (in doppia):


 Quota di partecipazione a persona in camera doppia:

€ 3.190,00


Proposta valida fino a 26 Febbraio 2019. 

Dopo tale data la quotazione potrebbe subire delle variazioni.


VOLI internazionali e interni COMPRESI

Sulla base di 8 partecipanti con Viaggiatore Esperto


VOLI INDICATIVI da Roma Fiumicino con Compagnia Aerea ETHIAD

  • EY  84  E  07JUN  FCO 1 AUH 3  2200  0550+1 E0/77W
  • EY 472  E  08JUN  AUH 3 CGK 2  1045  2240   E0/
  • EY 471  E  23JUN  CGK 2 AUH 1  0040  0600   E0/332
  • EY  83  E  23JUN  AUH 3 FCO 3  0845  1300

NB: altri aeroporti e compagnie aeree su richiesta / quotazione a parte.

Per eventuale avvicinamento su Roma quotazione a parte.


  • Quota d’iscrizione: € 100 COMPRESA
  • Tasse aeroportuali indicativamente € 380 e confermabili solo all’atto della prenotazione e dell’emissione del biglietto aereo ESCLUSE
  • Assicurazione medico bagaglio (con massimali fino a € 10.000) COMPRESA
  • Supplemento assicurazione integrativa spese mediche € 46 (con massimali fino a € 50.000) ESCLUSA
  • Assicurazione annullamento viaggio ESCLUSA
  • Supplemento camera singola ESCLUSA
  • Durata 17 giorni, 14 notti

NB: Alcune modeste variazioni potranno essere realizzate dall’organizzazione (guida locale), se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico/operative. I km indicati sono indicativi, dipendendo dalla condizione delle strade e del clima mutevole; in caso di strade rovinate dalle piogge e/o vie fluviali non percorribili, si prosegue per via alternativa. Si invia predisposizione ad auto selezionarsi, considerando l’adattamento a spazi condivisi in cui dormire la notte in longhouses/lodges  e per il clima mutevole, con piogge. E’ necessario informarsi sullo stile di viaggio prima di partire, per affrontare in modo consapevole e corretto e con spirito d’avventura.

Un viaggio che ha due prerogative: la ricerca delle ultime etnie tradizionali Dayak, che ancora vivono nelle longhouses con i loro rituali, danze e cerimonie, la bellezza di un angolo ancora incontaminato di natura tropicale. Per la maggior parte del viaggio si navighera’ sui fiumi, le autostrade del Borneo, che permettono un ritmo più rilassato e contemplativo, rispetto al trasporto terrestre. Gli ultimi giorni si spendono nel paradiso dell’arcipelago di Derawan, tra tartarughe giganti, mante e pesci tropicali.


 LA QUOTA COMPRENDE

  • Voli internazionali.
  • Voli interni.
  • Sistemazione in camere doppie negli hotel indicati.
  • Sistemazioni in Longhouse (Materassi ricoperti da zanzariere e piazzati per terra nella lounge, dove si dorme insieme, SENZA possibilità di avere SINGOLA).
  • Tour in house boat locale al Parco Tanjung Puting.
  • Tour al Parco Nazionale Danau Sentarum, in minibus e barche private, alloggio in long houses e lodges come da programma.
  • Pranzi e cene come indicato da programma.
  • Tour in barca privata a Maratua, Kakaban e Sangalaki.
  • Guida in italiano per tutto il tour.
  • Assicurazione medico/bagaglio base come indicato nel programma (massimali € 10.000).
  • Accompagnatore dall’Italia da 8 partecipanti.
  • Entrate ai parchi nazionali.
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa.

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Tasse aeroportuali, indicativamente € 370, definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante.
  • Pranzi e cene, quando non espressamente indicato nel programma.

NB: I pasti non compresi nel prezzo sono:

  • 08 giugno: sera-Jakarta
  • 11 giugno: Pranzo e cena a pontianak
  • 18 giugno: cena a Balikpapan
  • 19 giugno: Pranzo e cena a derawan
  • 20 giugno: pranzo e cena a Derawan
  • 21 giugno: pranzo e cena a Derawan
  • 22 giugno: pranzo e cena in viaggio per Jakarta (snacks in aereo) /NB: Il costo di una cena va da 5 a 10 €uro a persona, dipendendo dal tipo di ristorante. La loro stima è indicativamente 100 €uro/pax per tutto il viaggio.
  • Assicurazione spese mediche integrative.
  • Assicurazione annullamento.
  • Camera singola (possibile solo negli alberghi citati; non possibile nelle longhouses/lodges) € 250
  • Mance, extra personali, mance per foto-video, servizio lavanderia.
  • Bibite,analcoliche/alcoliche, e pasti non menzionati da programma.
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

_MG_3148

Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

Borneo, tra i fiumi del Kalimantan

Stampa

VIAGGIO NATURALISTICO – ETNOGRAFICO

DAL 7 AL 23 GIUGNO 2019

BORNEO IN 17 GIORNI

Durata
17 giorni, 14 notti
Quota per persona
3.190,00 
Prossime partenze
Dal 7 al 23 Giugno 2019
Data di partenza
Informazioni
Scarica il PDF Contattaci