INDIA ORISSA & CHHATTISGARH TRIBALE

DANDA YATRA PANA SANKRANTI


Dal 9 al 23 Aprile 2020


TOUR DI 15 GIORNI IN ORISSA & CHHATTISGARH

Orissa-Viaggitribali


In tutto il continente sub-indiano credi antichi e riti ancestrali si uniscono alla religione, senza mai fondersi completamente originando cerimonie sacre ricche di significato. In questo singolare itinerario, le visite culturali, etniche e naturalistiche si mescolano ai mercati tribali dell’Orissa e del Chhattisgarh, territori degli Adivasi, progenitori degli attuali gruppi etnici che più rendono l’India simile all’Africa. Il momento clou è la partecipazione al Danda Yatra, noto come Pana Sankranti o Festival dei Fachiri, un evento genuino poco noto, volto a scoprire i rigorosi rituali dell’autopunizione, che contraddistingue il viaggio come irripetibile ed imperdibile, dandogli quel valore aggiunto, che non può sfuggire al viaggiatore raffinato.


IMPEGNO: Medio/Facile

TIPOLOGIA: Tribale, Culturale, Naturalistico, Photo Expert.

UN VIAGGIO RIVOLTO A…

Viaggiatori interessati a scoprire una cultura poco nota, il cui Highlight è la scoperta di una terra dai mille colori, dove la spiritualità si interseca con riti e credenze,  tra villaggi e mercati tribali, che rendono l’India simile all’Africa


 FOCUS DEL VIAGGIO

  • CULTURA Konark/Tempio del Sole; Jagdalpur/Anthropological Museum; Bhoramdeo/complesso templare con sculture erotiche che la rendono simile alla ”Khajuraho del Chhattisgarh”
  • TRIBALE Riti dell’autopunizione, rotolamenti sulla sabbia rovente del PANA SANKRANTI o DANDA YATRA, che culmina l’ultimo giorno con il camminare sul fuoco su una buca piena di carbone ardente
  • VIAGGIO NATURALISTICO Chitrakoot Falls, Niagara Falls indiane; Kanha N.P./Jungle safari
  • PHOTO Portrait, StreetLife, CloseUp, Natura&Landscape, Safari, Arte, Panorama, Travel Reportage
  • ETNIE Desia Kondhs e Dongaria Kondhs (gruppo Kondh), Bonda (pigmei dell’Orissa), Parajas, Bhumia, Baiga, Dandami, Abhuj Maria, Bison Horn Maria (sottogruppo dei Dandami Maria Gondhs), Gondhs, Bastar, Kuvi, Konda, Mali
  • MERCATI Dukum, Chatikona, Onkadelli, Lohandiguda, Mardum
  • ANIMALI Tigre del Bengala, gaur, sambar, elefante, leopardo, barisanga, cervo di palude, bradipo, cuon, orso labiato
  • WAY OF LIFE, TRADITION & CUSTOM Kondagoan, villaggio artigianale noto come centro artigianale del ferro rotante; Balli scalzi, canzoni popolari e teatri mitologici durante il Danda Yatra; tatuaggio come i baffi della tigre/donne Desia Kondhs; donne Dongaria Kondhs/piercing con 3 orecchini sulle narici del naso – la loro sessualità è libera soprattutto nei rapporti prematrimoniali; donne Bonda con testa rasata adornata da perline e seminude con gonna corta; le ragazze Bonda sposano uomini molto più giovani; donne Parajas hanno piercing nel naso, nelle orecchie e sulle labbra; Dandami Maria Gondhs gli uomini indossano un originale copricapo, composto da corna di bufalo; Baiga mantengono stretto legame con la natura e le tigri; Bastar/pratica del “Ghotul”, un dormitorio in cui vivono insieme ragazze e ragazzi adolescenti prima del matrimonio

PROGRAMMA DI VIAGGIO

INDIA ORISSA & CHHATTISGARH 15 GIORNI – 13 NOTTI

FB = PENSIONE COMPLETA


orissa-tribale


1°GIORNO: GIOVEDì 9 APRILE 2020: PARTENZA DA ITALIA – ISTANBUL VOLO

Ritrovo dei Sig.ri partecipanti all’aeroporto di partenza. Disbrigo delle formalità  di imbarco. Partenza con volo di linea in classe economica per Istanbul, da cui dopo breve transito e cambio di aeromobile si ripartirà per Delhi. Pasti e pernottamento a bordo.


2° GIORNO: VENERDì 10 APRILE 2020: ARRIVO A DELHI – BHUBANESWAR – KONARK – GOPALPUR (L,D) VOLO, BUS

Arrivo all’aeroporto internazionale di Delhi, da cui svolte le pratiche doganali di entrata ci si trasferirà al gate nazionale per il volo interno per Bhubaneswar. In arrivo transfer presso ristorante per il pranzo, dopo cui si raggiungerà  Konark. Qui lo splendido Tempio del Sole costituisce la raffigurazione dello zenith nell’architettura templare dell’Odisha, rappresentando una delle testimonianze più spettacolari dell’architettura religiosa nel mondo. Costruito dal re Narasimhadeva nel XIII secolo, l’intero tempio fu progettato a forma di un enorme carro, con 7 cavalli e 24 ruote, per trasportare il dio del sole Surya attraverso i cieli. Surya è stata una divinità popolare in India sin dal periodo vedico. Seguirà il trasferimento alla volta di  Gopalpur. Pernottamento in Hotel.


3° GIORNO: SABATO 11 APRILE 2020: DANDA YATRA-MAHA BISHUB SANKRANTI (FB)  BUS I villaggi del distretto di Ganjam, non lontano da Gopalpur a circa 170 km da Bhubaneswar in Orissa, si animano in occasione di una rappresentazione rituale che si svolge annualmente per circa 3 settimane nel mese di Chaitra in primavera (corrispondente ad una sorta di Capodanno per gli indù in Odisha), dove gruppi di persone ballano scalzi per le strade imperterriti dal caldo torrido per placare la dea Kali. Il ritmo dei tamburi, dei piatti e delle conchiglie riverberano nell’aria quando la danza tradizionale ha raggiunto un crescendo di fervore religioso culminante nel “Maha Bishub Sankranti”. I fedeli partecipanti sono solitamente chiamati Dandua e il capo dello spettacolo è noto come Pata Dandua, che si sposta da un villaggio all’altro per eseguire lo Yatra. Il rituale è dedicato al Dio Shiva e alla Dea Kali (che con il nome Shakti governa l’energia materiale perennemente in mutamento) che sono rappresentati da un Danda (bastone) o da un palo decorato con diversi vestiti colorati. Questo giorno è dedicato alla scoperta delle attività e dei rituali, eseguiti durante il festival Danda Yatra, anche noto come festival dell’autopunizione. In questo antico festival i devoti devono eseguire rigorosi rituali perchè vengano soddisfatti tutti i loro desideri. Ad esempio, gruppi di devoti si recano in visita a case di familiari e davanti a queste si rotolano sulla sabbia calda, appositamente diffusa, per torturare il loro corpo. Il clou della festa avviene il 21° giorno del Danda Yatra, l’ultimo, quando riti e iniziazioni giungono al termine  e i devoti Boktas attraversano una buca profonda 21 piedi riempita di carbone ardente, con la forte convinzione nel Dio Shiva che nulla accadrà ai propri piedi, nel convincimento che gli Dei diano loro la capacità di cancellare il dolore dai loro corpi. Il primo a camminare sul fuoco è il Pata-Bhokta, leader  dei devoti per infondere fiducia agli altri.  Durante il festival i devoti non assumono alcun tipo di cibo tranne un bicchiere di succo alla sera e si spostano tutto il giorno, non tornando a casa per 21 giorni. In serata, ritorno a Gopalpur. Pernottamento in Hotel.

N B = La guida locale ogni giorno selezionerà i villaggi, dove nei 3 giorni dedicati al Festival si potrà assistere ai vari eventi programmati sottodata.


4° GIORNO: DOMENICA 12 APRILE 2020: GANJAM DISTRICT DANDA YATRA (FB) BUS

Oggi, continueremo il nostro tour per assistere prima ad uno speciale festival nel distretto di Ganjam e procedendo poi verso un’altra regione, per partecipare ad un altro tipo di rituale dove, al crepuscolo gli ospiti locali organizzano canzoni popolari e teatri mitologici per concedersi un po’ di divertimento e sopportare le difficoltà. Trascorreremo la notte in un villaggio locale, con la disponibilità di camere semplici. Pernottamento in Hotel.


5° GIORNO: LUNEDì 13 APRILE 2020: ULTIMO GIORNO DEL FESTIVAL DANDA YATRA – BHUBANESWAR – TRENO PER RAYAGADA  (FB) BUS, TRENO

Al mattino assisteremo all’ultima giornata del Danda Yatra. In questo giorno, i devoti attraversano una buca profonda 21 piedi riempita di carbone ardente, con la forte convinzione in Dio che nulla andrà storto ai loro piedi. Il primo a camminare sul fuoco è il Capo dei devoti, per infondere fiducia agli altri.  Nel pomeriggio raggiungeremo l’albergo di Bhubaneswar, dove faremo una veloce e rinfrescante doccia, e quindi la stazione di Bhubaneswar, da cui partiremo in treno alla volta di Rayagada. Notte in treno.


6° GIORNO: MARTEDì 14 APRILE 2020: RAYAGADA – MERCATO DI DUKUM – RAYAGADA (FB) BUS Arrivati molto presto alla stazione di Rayagada, faremo check-in anticipato in albergo per rinfrescarsi; raggiungeremo quindi in bus a circa 60 km il mercato settimanale di Dukum, nei pressi di Bisamkatak,  frequentato da Desia Kondhs. Con una popolazione di circa 1 milione,  fanno parte del gruppo etnico dei Kondh insieme ai Malliah e Kutia, costituendo gli aborigeni più numerosi dell’Orissa. Le donne Desia Kondhs hanno il caratteristico tatuaggio facciale che ha origini antichissime. La leggenda dice che per difenderle dagli assalti delle tigri (che incarnano gli spiriti maligni della foresta), si cominciò a tatuare ai lati delle labbra della bambine due cerchi speculari con i motivi dei baffi dei felini. La credenza lascia intendere che uno sciamano che pratica la magia nera possa di notte incontrare una donna e trasformarla in tigre e con tale tatuaggio si vuole neutralizzare questa trasformazione, indicando che già la donna è una tigre. Le donne Desia Kondh sono note anche per i  molteplici anelli portati alle orecchie e tre al naso come piercing. Al termine ci sarà il ritorno in bus a Rayagada con pernottamento in Hotel.


7° GIORNO: MERCOLEDì 15 APRILE 2020: RAYAGADA – MERCATO DI CHATIKONA – JEYPORE (FB)  BUS  Oggi visiteremo il mercato settimanale frequentato dai Dongaria Kondhs che si tiene a Chatikona, a circa 45 km da Rayagada. Queste etnie risiedono nelle vicine colline di Niyamgiri, non facilmente raggiungibili e per questo hanno mantenuto più intatta la loro cultura tradizionale. Sono ostili agli stranieri perché pensano possano contaminare e inquinare i loro totem. Le donne sono riconoscibili per i 3 orecchini che adornano le narici del naso. A differenza della società indù mangiano carne di vacca e non conoscono la divisione in caste; la donna ha una certa autonomia ed indipendenza e la sessualità è abbastanza libera soprattutto per quel che concerne i rapporti prematrimoniali. Tra i Dongaria Kondhs fino a non molto tempo fa si praticava ancora il sacrificio umano, oggi sostituito da quello del bufalo, anche se il rituale rimane immutato, con pezzi di carne ancora fresca sepolti nel terreno per fecondare la madre terra. Osserveremo queste tribù trasportare i prodotti delle loro piantagioni ed altri prodotti mentre scendono dalle colline in direzione del mercato. Questo mercato è uno dei più colorati dell’Orissa. In serata si raggiungerà Jeypore, città situata nella parte meridionale dell’Odisha, ricca di vegetazione, cascate d’acqua e di grande patrimonio culturale. Durante il trasferimento, si visiteranno alcuni villaggi di Kuvi, Konda e Mali, che sono orticoltori. Pernottamento in Hotel a Jeypore.


8° GIORNO: GIOVEDì 16 APRILE 2020: JEYPORE – MERCATO DI ONKADELLI – JEYPORE (FB) BUS Oggi si visiterà a Onkadelli il mercato settimanale dell’etnia Bonda. Queste tribù sono più rare  da osservare e si stanno lentamente estinguendo, ma a Onkadelli si avrà la possibilità di osservare il loro stile di vita e la loro cultura. I Bonda sono il popolo più primitivo dell’India e sono conosciuti anche come “le tribù dei nudi della montagna”.  Le loro donne utilizzano le perline quasi come un tessuto, per confezionare il copricapo che indossano sulla testa a volte rasata e anche collane talmente grandi da diventare veri e propri abiti. Altro caratteristico ornamento femminile sono i massicci anelli di metallo portati intorno al collo. L’abbigliamento dei Bonda si completa con un tessuto di cotone indossato per proteggersi nelle ore più fredde della notte e del mattino. Spesso con una pipa di tabacco in bocca, trasportano sulla testa un contenitore ricavato da una zucca pieno di “birra”, ottenuta dalla fermentazione di tuberi locali. Sperano di vendere la loro bevanda oppure scambiarla con prodotti di prima necessità. I Bonda sono australoidi ed hanno tratti mongoloidi nella forma del naso e nel taglio degli occhi; hanno come aspetto gambe lunghe e vita corta e noti per questo anche come “Pigmei dell’Orissa”. All’interno dell’etnia ci sono due clan, quello della tigre e quello del cobra, e Pigmei dell’Orissa si sposano incrociando i due clan. Le usanze in tema di matrimonio sono molto specifiche. Le ragazze si sposano non prima dei 20/21 anni, mentre i ragazzi si sposano verso i 14/16 anni, così le donne nella maturità possono contare su mariti più giovani. La dote va data alla famiglia del ragazzo. Qualche volta la congiunzione avviene per rapimento “knap”, ma è un’eccezione e in ogni caso si devono ristabilire l’armonia e gli interessi delle famiglie coinvolte. La tensione che si genera fra i ragazzi sposati, deriva dal fatto che i giovani sposi non sono maturi per i rapporti sessuali e le spose spesso si congiungono con altri maschi. Per reazione i giovani mariti si ubriacano e per dimostrare il coraggio sfidano e combattono; i maschi sono molto aggressivi e non amano farsi fotografare. La loro economia è di sussistenza e alternano l’agricoltura non stabile alla pastorizia e alla caccia, che è praticata ancora con l’arco e le frecce.  Proseguiremo per Jeypore con visita lungo il tragitto di alcuni villaggi delle tribù Parajas. Il loro nome deriva dal sanscrito “praja” che significa “gente comune”, mentre il dialetto è il Parji. Sono un popolo semplice, amichevole e ospitale, che vive in collina praticando l’agricoltura e l’allevamento e venerando varie divinità che risiedono nella foresta. Le donne Parajas vestono con sari colorati e sono ornate di collane, bracciali, anelli, orecchini e piercing nel naso, nelle orecchie e sulle labbra. Spesso recano tatuaggi vistosi su braccia e gambe.  Durante i matrimoni i Parajas amano danzare con musica. Pernottamento in hotel a Jeypore.                                                                                                                 


9° GIORNO: VENERDì 17 APRILE 2020: JEYPORE – KOTPAD – INGRESSO IN CHHATTISGARH MERCATO DI LOHANDIGUDA – JAGDALPUR (FB) BUS

Dopo colazione, partenza per Jagdalpur. Durante il trasferimento visiteremo alcuni villaggi adivasi di etnia Bhumia, che insieme alla sottocategoria della tribù Baiga, vivono nel distretto parlando la lingua Bhumij della famiglia linguistica austroasiatica. Le donne sono molto affezionate ai loro ornamenti, usando braccialetti, collane, anelli, fermagli per capelli e anche fiori tra i capelli. L’ultima sosta in Orissa sarà presso il villaggio tessile di Kotpad, i cui abitanti sono famosi per la tessitura di magnifici scialli. Espletate le formalità per il passaggio in Chhattisgarh visiteremo il mercato settimanale di Lohandiguda, uno dei più grandi mercati d’India dove troveremo le tribù Dandami e Abhuj Maria, il cui nome trova origine dal copricapo usato nelle loro spettacolari danze in occasione di matrimoni. Raggiungeremo in serata Jagdalpur, regione delle tribù Bastar del Chhattisgarh, che faceva parte dello stato principesco di Bastar durante il “British Rule”. Un gran numero di tribù Bastar vive ancora oggi in foreste profonde ed evita di mescolarsi con estranei per proteggere la propria cultura unica, in cui si distingue e sopravvive la singolare pratica del “Ghotul”, un dormitorio in cui vivono insieme ragazze e ragazzi adolescenti prima del matrimonio. Pernottamento in Hotel a Jagdalpur.


10° GIORNO: SABATO 18 APRILE 2020: JAGDALPUR  – CASCATE DI CHITRAKOOT – MERCATO DI MARDUMJAGDALPUR (FB)  BUS   Al mattino si visiterà un villaggio della minoranza etnica Bison Horn Maria, un sottogruppo dei Dandami Maria Gondhs, che prende il nome dall’originale copricapo indossato dagli uomini durante le danze, composto da corna di bufalo, penne di pavone e pendenti di conchiglie cauri, e presso cui si potrà osservare la tipica danza tribale. Gli uomini tradizionalmente si distinguono per portare capelli lunghi raccolti in una coda di cavallo mentre le donne indossano semplicemente una gonna bianca con la parte superiore del corpo nuda e adornata di numerosi gioielli. Sono assidui consumatori di landa, una birra prodotta dal riso. La loro fede mescola credenze animistiche e indù con una forte credenza nella stregoneria. Dopo raggiungeremo le belle cascate di Chitrakoot. Sono le più estese dell’India (con un muro d’acqua di ben 150 metri), tanto da guadagnarsi, in particolare durante la piovosa stagione dei Monsoni, l’appellativo di Niagara Falls indiane. Le Chitrakoot Falls si formano nel punto in cui il fiume Indravati (lungo 390 Km, che nasce in Orissa) fa un balzo di 30 metri prima di entrare in Andhra Pradesh. Visiteremo nel pomeriggio il mercato dei Gondhs a Mardum, dove essi si ritrovano per scambiare i loro prodotti, in specie vasi di terracotta e birra di riso. Raggiunta Jagdalpur, visiteremo il locale Anthropological Museum, dove è esposta una bella collezione di abiti, utensili, armi e foto della comunità tribale Bastar locale. Seguirà il transfer in Hotel per il  pernottamento.


11° GIORNO: DOMENICA 19 APRILE 2020: JAGDALPUR – KONDAGOAN – RAIPUR (FB) BUS  Trasferimento alla volta di Raipur, la capitale del Chhattisgarh. Lungo il percorso si visiteranno il villaggio artigianale di Kondagoan e il villaggio di lavori in ferro Kideichepra, in una regione famosa per i suoi lavori artigianali e per le sue tribù, tanto che questa zona è conosciuta col nome di “centro artigianale del ferro rotante”. Essa è il fulcro di vari prodotti artigianali, famosi in tutto il mondo come elefanti di terracotta con campane e vasi decorativi. Qui eccelle la lavorazione dei metalli, parte integrante della tradizione artigianale dei tribali Bastar, soprattutto del bronzo (candelabri, idoli, figure antropomorfe, animali stilizzati) che viene realizzata con tecniche antiche. Ottone, argento, ferro e piombo sono usati per fare varie figure di dei e divinità. Pernottamento in Hotel a Raipur.


12° GIORNO: LUNEDì 20 APRILE 2020: RAIPUR – BHORAMDEO – KANHA N.P. (FB) BUS

Oggi si proseguirà in direzione di Kanha. Lungo il percorso si visiterà il vecchio complesso templare di Bhoramdeo, dedicato a Shiva e che comprende un gruppo di quattro templi. Il tempio principale in mattoni (11° sec A.D.) sorge ai piedi di un suggestivo scenario boschivo ed ha uno stile architettonico che ricorda lo stile Nagara dei famosi templi di Khajurhao, per le somiglianze con sculture erotiche, mentre la struttura esterna richiama alla mente il Tempio del Sole di Konark. Per questo quindi il complesso Bhoramdeo è noto come la “Khajuraho del Chhattisgarh”. Si raggiungerà quindi il Kanha National Park, uno dei più famosi parchi al mondo per l’osservazione della tigre. Durante il percorso si visiteranno alcuni villaggi abitati dalla minoranza etnica Baiga, conosciuta anche come il “popolo della foresta”. I Baiga, come tanti altri gruppi tribali, discendono dagli “adivasi”, gli abitanti originari dell’India, che già vivevano in questi luoghi 3000 anni fa, prima dell’arrivo degli Ari. Essi in origine erano dei cacciatori-raccoglitori e in quanto tali vivevano dei prodotti della foresta. Negli anni 60, con la costituzione dei Parchi Nazionali istituiti per la salvaguardia della tigre, vennero privati delle loro terre d’origine e trasferiti forzatamente dal governo nelle zone limitrofe. Oggi vivono prevalentemente di agricoltura e allevamento e continuano a mantenere uno stretto legame con la natura e con le loro tradizioni ancestrali legate alla flora (erboristeria) e alla fauna (sembra che gli uomini Baiga abbiano un particolare feeling con le tigri). Le donne si distinguono per elaborati tatuaggi realizzati su diverse parti del corpo. Il Kanha National Park ospita all’interno del territorio numerose specie in via di estinzione. Qui vi è un noto punto per l’osservazione del tramonto che attira un enorme numero di turisti. I paesaggi sono una combinazione straordinaria di prati lussureggianti, pendii boscosi e fitti boschi che si estendono a perdita d’occhio. La fauna di Kanha N.P. non ha rivali. Pernottamento nel Lodge del parco.


13° GIORNO: MARTEDì 21 APRILE 2020: KANHA N.P. JUNGLE SAFARI (FB) BUS

Giornata dedicata a safari nel parco, dove effettueremo 2 jungle safari, uno al mattino presto ed uno nel pomeriggio. Il Kanha National Park ha una straordinaria varietà di flora e fauna. Il parco nazionale istituito il 1º giugno 1955, comprende un’area di 940 km², costituendo per eccellenza l’ambiente naturale delle tigri del Kanha. Come dice il nome, il parco ospita una numerosa popolazione di tigri reali del Bengala, che in totale risulta di 100 esemplari circa, oltre un gran numero di animali da preda. Il parco ha anche un buon numero di Leopardi, la cui osservazione è rara. La Riserva abbonda di prati, o maidan, che forniscono il nutrimento abituale del Barasinga o cervo di Duvaucel. Ci sono poi circa 400 Cervi di palude, le uniche sottospecie del genere. Oltre a questi, se si è fortunati ci si può imbattere nel bisonte indiano Gaur, che pesa fino a una tonnellata ed è una delle creature più terrificanti della Terra. I cervi Sambar sono gli animali più numerosi ma non mancano Lupi e gli indolenti Bradipi. Vi si trovano Orsi labiati e Cuon (cani selvatici asiatici). Pernottamento  nel Lodge del parco.


14° GIORNO: MERCOLEDì 22 APRILE 2020: KANHA N.P. JUNGLE SAFARI – JABALPUR 165 km, 5 h – VOLO PER DELHI (FB)  BUS, VOLO  Dopo aver effettuato l’ultimo emozionante jungle safari all’alba, rientreremo al Lodge per il pranzo. Quindi partiremo in bus alla volta dell’aeroporto di Jabalpur,  da dove ci imbarcheremo per Delhi. Trasferimento e pernottamento in Hotel nei pressi dell’aeroporto con cena compresa, in attesa del volo del giorno seguente.


15° GIORNO: GIOVEDì 23 APRILE 2020: DELHI – ISTANBUL – ITALIA VOLO

Trasferimento molto presto all’aeroporto di Delhi e espletamento delle formalità doganali d’uscita. Partenza con volo internazionale  di linea per Istanbul. Dopo breve transito e l’imbarco  su nuovo aeromobile con pasti a bordo, seguirà l’arrivo presso l’aeroporto italiano di destinazione.


Fine del viaggio e dei servizi INDIA ORISSA & CHHATTISGARH TRIBALE


NOTA : Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dall’organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative e di sicurezza. La eventuale decisione potrà essere presa solo dalla guida locale.


2 Danda Kali Puja Odisha


Quota di partecipazione in camera doppia:

€ 2.820,00 a persona

Su base da 10 partecipanti

Con Viaggiatore Esperto dall’Italia


Condizioni Generali & Dettagli:

  • Quota d’iscrizione: € 100 COMPRESA
  • Tasse aeroportuali indicativamente € 289 e confermabili solo all’atto della prenotazione e dell’emissione del biglietto aereo ESCLUSE
  • Assicurazione medico e bagaglio (con massimali fino a € 10.000 e € 1.000) COMPRESA
  • Supplemento assicurazione integrativa spese mediche € 46 ESCLUSA
  • Assicurazione annullamento viaggio da € 106 ESCLUSA
  • Supplemento camera singola € 650 ESCLUSA
  • Durata 15 giorni, 13 notti

ALBERGHI PREVISTI IN CORSO DI ITINERARIO

  • Gopalpur : Hotel Swosti Palms o similare (3 notti)
  • Bhubaneswar : Hotel New Marrion o similare (D-USE solo per doccia)
  • Rayagada : Hotel Sai International o similare (1 notte)
  • Jeypore : Hotel Lemon Castle / Hello Jeypore / Apsara hotel o similare (2 notti)
  • Jagdalpur : Naman Heights o similare (2 notti)
  • Raipur : Hotel Celebration o similare (1 notte)
  • Kanha : Kanha Safari Lodge / Tiger Tuli Resorts o similare (2 notti)
  • Delhi: Hotel Pride Plaza o similare (vicino Delhi airport) (1 notte)

Con Voli TURKISH AIRLINES da Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia e Bologna

  • TK1866 09APR 4 FCOIST 1525 1900
  • TK 716 09APR 4 ISTDEL 2020 0445+1
  • TK 717 23APR 4 DELIST 0625 1030
  • TK1865 23APR 4 ISTFCO 1245 1425
  • TK1874 09APR 4 MXPIST 1030 1420
  • TK 716 09APR 4 ISTDEL 2020 0445+1
  • TK 717 23APR 4 DELIST 0625 1030
  • TK1895 23APR 4 ISTMXP 1155 1345
  • TK1872 09APR 4 VCEIST 1415 1740
  • TK 716 09APR 4 ISTDEL 2020 0445+1
  • TK 717 23APR 4 DELIST 0625 1030
  • TK1871 23APR 4 ISTVCE 1140 1315
  • TK1322 09APR 4 BLQIST 1110 1440
  • TK 716 09APR 4 ISTDEL 2020 0445+1
  • TK 717 23APR 4 DELIST 0625 1030
  • TK1325 23APR 4 ISTBLQ 1625 1800

VOLI INTERNI

DELHI –BHUBANESHWAR 10 APRILE :

  • AI 75        DEP/ARR  1105  1310 HRS
  • Volo Air India (Bagaglio in stiva 25 kg + 7 kg bagaglio a mano)

JABALPUR – DELHI 22 APRILE :

  • 9I  9618   DEP/ARR 1845  2045 HRS
  • (Bagaglio in stiva solo 15 kg + 7 kg bagaglio a mano)

TRENO 

  • BHUBANESWAR – RAYAGADA 13 APRILE:
  • Hirakhand Express Dep/Arr  1935 0450 HRS  A/C II tier sleeper train

LA QUOTA COMPRENDE

  • Volo di linea internazionale in classe economica
  • 2 voli interni
  • Sistemazione in camere doppie in hotel
  • Trasporto : Auto, Van o Bus con Air-conditioned e autista (a secondo il numero dei pax): Auto Toyota Innova da 2 pax; Van 10 Seater Tempo da 4-8 pax; Bus 17 Seater Tempo              Traveller da 9 -14 pax
  • Pensione completa dal pranzo in arrivo a Bhubaneswar il 2° g. al pranzo a Kanha il 14° g. (è compresa la cena a Delhi l’ultima sera)
  • Check in immediato in arrivo all’Hotel di Rayagada
  • Acqua minerale inclusa ogni giorno (1 litro/pax) sul Van
  • Servizi di guida locale in inglese
  •  3 Jeep Safari nel Kanha National Park
  • Ingressi a tutte le visite indicate
  • Partecipazione alle attività programmate
  • Accompagnatore dall’Italia da 12 partecipanti
  • Assicurazione medico/bagaglio base (massimali € 10.000 + € 1.000)
  • Quota d’iscrizione: € 100 inclusa

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Tasse aeroportuali, definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante
  • E-Visa di ingresso in India
  • Camera singola
  • Assicurazione annullamento
  • Assicurazione integrazione Spese Mediche (massimali € 50.000)
  • Acqua ai pasti e bibite analcoliche/alcoliche e pasti non menzionati da programma
  • Mance, extra personali, mance per foto-video, servizio lavanderia, facchinaggio bagagli
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

INDIA ORISSA & CHHATTISGARH TRIBALE

Stampa

VIAGGIO IN INDIA – ORISSA TRIBALE

DAL 9 AL 23 APRILE 2020

CON VIAGGIATORE ESPERTO DALL’ITALIA

Durata
15 giorni, 13 notti
Quota per persona
2.820,00 
Prossime partenze
Dal 9 al 23 Aprile 2020
Data di partenza
Informazioni
Scarica il PDF Contattaci