SOCOTRA, L’ULTIMO EDEN


DAL 2 ALL’ 11 APRILE 2023


Viaggio sull’Isola misteriosa di Socotra, situata al centro dell’Oceano Indiano a sud dello Yemen, dove vivono specie di piante dalle forme aliene. Immersa in una natura incontaminata, Socotra è ritenuto il luogo più bizzarro del pianeta. Dichiarata dall’Unesco Riserva dell’Uomo e della Biosfera.


FOCUS DEL VIAGGIO:

  • IMPEGNO MEDIO/ALTO
  • DURATA 10 GIORNI, 7 NOTTI
  • VIAGGIO NATURALISTICO, CULTURALE
  • GUIDA LOCALE IN LINGUA INGLESE

STILE DEL VIAGGIO:

  • TURISMO CULTURALE, UNESCO HERITAGE, ETNICO
  • TURISMO NATURALISTICO, WILDLIFE, ECOTURISMO, BIO-BOTANIC TRIP, SNORKELING, OUTDOOR, BIRDWATCHING
  • TURISMO FOTOGRAFICO: LANDSCAPE, SKYLINE, PORTRAIT, LIFESTYLE, NATURA, STREET LIFE, TRAVEL REPORTAGE, UNDERWATER PHOTO

  VIAGGIO IN SICUREZZA:

  • HOTEL – STRUTTURA CATEGORIA 3 * E TENDE
  • MEZZI DI TRASPORTO IN SICUREZZA (Jeep)
  • CORRISPONDENTI CONSOLIDATI E AUTORIZZATI
  • ITINERARIO IN SICUREZZA
  • ACCOMPAGNATORE DALL’ITALIA DA 6 PARTECIPANTI
  • GARANZIA POLIZZE DI VIAGGIO ALLIANZ ASSISTANCE

EMOZIONI DEL VIAGGIO: Esiste un’isola misteriosa, situata al centro dell’Oceano Indiano, distante circa 300 km dal Corno d’Africa e 350 km a sud dello Yemen da cui è politicamente amministrato, dove vivono specie di piante dalle forme aliene. E’ Socotra immersa in una natura incontaminata, ritenuta il luogo più strano del pianeta. Nel 2003 è stata dichiarata dall’Unesco Riserva dell’Uomo e della biosfera. La diversità geografica, associata a scarse piogge, ha contribuito allo sviluppo di diverse piante introvabili in nessun altra parte del mondo. Tra esse quelle succulente, come la Dracena Sangue di Drago, nota per la caratteristica chioma a forma di ombrello rivoltato, diffusa nella foresta primordiale o nell’area protetta. La dracena forniva in antichità l’omonima resina utilizzata in medicina e come colorante. Altre specie endemiche sono gli alberi Cetriolo e alberi Bottiglia. L’arcipelago ospita anche una ricca fauna, tra cui diverse specie di uccelli marini e pesci tropicali. Socotra è anche un paradiso di spiagge magnifiche e barriere coralline incontaminate, seducenti per i sub e indimenticabili per gli amanti di snorkeling e diving, in cui immergersi. Alcune sono caratterizzate da una lunga lingua di sabbia bianca e fine, popolata da adorabili delfini o delimitano lagune nascoste, iscritte come patrimonio Unesco e siti Ramsar. Dimenticata per secoli a causa della sua posizione nascosta, Socotra possiede territori incantevoli. Panorami mozzafiato dal fascino ammaliante, grotte stalattitiche e cascate gorgoglianti sono esempi tangibili di un Eden che sopravvive intatto a ogni catastrofe naturale. Potrebbe benissimo essere sulla Luna, tanto sembra ricalcare un universo a sé stante, distaccato da ogni tempo e luogo, ed invece la selvaggia natura ricorda di essere ospiti privilegiati di un incontaminato Paradiso Terrestre, facilitato dalla genuinità della popolazione socotrina. Si trascorre una settimana in completa simbiosi con una natura varia e ancora selvaggia, prendendo atto che qui, più che altrove, è necessario attuare un turismo responsabile, usando le tende. Questa esperienza in un luogo non per turisti ma per viaggiatori incalliti rappresenta una vacanza che lascerà un ricordo indelebile.


NOTA – Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dalla organizzazione o alcune visite invertite, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative, clima e sicurezza. A causa della contingenza sanitaria Covid-19, alcuni servizi, orari e visite potrebbero subire variazioni o cancellazioni. Si richiede flessibilità spirito di adattamento. Notti in tenda.

NOTA BENE: Si prega di notare prima dell’adesione al viaggio, tutte le disposizioni Sanitarie Internazionali Anti-Covid come previsto da normative in uscita/entrata da/per l’Italia e nel luogo di destinazione del viaggio.

  • CERTIFICATO VACCINALE obbligo dal 1° settembre 2021 (o su diversa indicazione)
  • TEST PCR COVID negativo a 48 h prima dell’imbarco (o su diversa indicazione)
  • VISTO all’arrivo in aeroporto

ITINERARIO SINTETICO

  • 1. ITALIA – VOLO INTERNAZIONALE– ABU DHABI
  • 2. VOLO PER SOCOTRA – HADIBOH – DELISHA – ARHER – HADIBOH LD
  • 3. ARHER – AL-HOQ CAVE – RAS IRISSEYL –  ARHER  FB
  • 4. ARHER – HOMHIL PROTECTED AREA – DIHAMRI RESERVE  FB
  • 5. DIHAMRI – DABURK – WADI KALISAN – MOMI – WADI DEFARHU – HAYF E ZAHEK – OMAK  FB 
  • 6. OMAK – DAGUB CAVE  – DIXAM – SHEBON – FIRMHIN FOREST  FB
  • 7. DIXAM – QALANSÎYAH – DETWAH LAGOON  FB
  • 8. DETWAH LAGOON – RAS SHA’AB – WADI AYHAFIT NP – HADIBOH  B
  • 9. HADIBOH – VOLO PER ABU DHABI
  • 10. ABU DHABI – VOLO INTERNAZIONALE PER L’ITALIA

LEGENDA: B= COLAZIONE – L= PRANZO – D= CENA – FB = PENSIONE COMPLETA


PROGRAMMA:


1° GIORNO: DOMENICA 2 APRILE 2023, ITALIA VOLO PER ABU DHABI AEREO

Partenza dall’Italia per Abu Dhabi con transito europeo e pasti a bordo.


2° GIORNO: LUNEDI’ 3 APRILE 2023, ABU DHABI – VOLO PER SOCOTRA – HADIBOH – DELISHA – ARHER – HADIBOH AEREO, JEEP

Arrivo in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo Air Arabia per Socotra. Arrivo a Hadiboh, capitale di Socotra, disbrigo delle formalità di ingresso, accoglienza dallo staff e trasferimento in hotel. Dopo pranzo inizia il tour degli immediati dintorni. Si raggiunge la spiaggia di Delisha, composta da granelli di sabbia bianca incontaminata e popolata di granchi. E’ rilassante nuotare dentro una laguna di acqua dolce, con un bellissimo sfondo panoramico montuoso. Si prosegue raggiungendo nell’estremo nord-est Arher, punto d’incontro di acqua salata dall’oceano e di acqua fresca dalla montagna, da una cui fessura granitica esce un fresco torrente. Relax sulla spiaggia intorno al torrente o nuotando nel mare, ma se si ha voglia si può scalare un’enorme duna di sabbia (oltre 100 metri) per godere un panorama fantastico con un tramonto incredibile. Rientro a Hadiboh con pernottamento presso hotel.


3° GIORNO: MARTEDI’ 4 APRILE 2023, ARHER – AL-HOQ CAVE – RAS IRISSEYL –  ARHER  JEEP

Prima che di il sole diventa troppo forte si raggiunge la base della grotta stalattitica di Al-Hoq, presso il villaggio di Terbak, per addentrarsi fino al suo ingresso. La grotta è lunga più di tre chilometri, con una pozza d’acqua al fondo. Al suo interno si resta sbalorditi per la visione mozzafiato di stalattiti, stalagmiti e varie formazioni cristalline, con ampie camere, proprio come un’antica cattedrale. Nel pomeriggio, quando la marea si abbassa, si prosegue per il pittoresco villaggio di pescatori di Ras Irisseyl, situato nel punto più orientale di Socotra, dove si incontrano l’Oceano Indiano e il Mar Arabico. Interessante è osservare la gente del posto che torna con il pescato pomeridiano. Nei dintorni è anche “crab city”, la città del granchio, una spiaggia locale, che ospita una numerosa colonia di granchi di sabbia, che durante la bassa marea costruiscono piccole strutture simili a castelli sopra le tane. Campeggio alla spiaggia di Arher.


4° GIORNO: MERCOLEDI’ 5 APRILE 2023, ARHER – HOMHIL PROTECTED AREA – DIHAMRI RESERVE  JEEP

La destinazione odierna è l’area protetta di Homhil, una serie di colline nella parte nord-orientale dell’isola, che ospita numerose piante endemiche, come  l’albero del sangue di drago, l’albero dell’incenso e la pianta rosa del deserto. Percorrendo una serie di sentieri, uno di essi conduce a un fantastico view point con una piscina naturale, in cui è possibile fare il bagno, ed una delle più belle viste panoramiche sui villaggi sottostanti e sulla pianura e sul mare Arabico. Lungo la strada è probabile incontrare bambini del vicino villaggio che vendono resina di sangue di drago e incenso. Scendendo verso il mare si prosegue alla volta della Dihamri Reserve, sede di una delle barriere coralline più ricche, costituendo un’area protetta ben definitiva in modo univoco dell’arcipelago. La Dihamri Reserve rappresenta l’habitat di un gran numero di diverse specie di pesci (con più di 200 specie) e di 4 delle 5 specie di coralli che popolano l’isola. Questa barriera corallina poco profonda permette anche agli amanti inesperti dello snorkeling di godersi la sua bellezza (infatti per vedere questo straordinario mondo è sufficiente avere maschera da sub e boccaglio). Le numerose creature marine osservabili durante il nuoto/snorkeling comprendono pesci pappagallo, murene, razze, tartarughe, ricci di mare, rane pescatrici, mentre lontano dalla costa è facile avvistare delfini. L’attrezzatura da sub/snorkeling può essere noleggiata dal Dihamri Diving Center. Campeggio nell’Area Marina di Dihamri.


5° GIORNO: GIOVEDI’ 6 APRILE 2023, DIHAMRI RESERVE – DABURK – WADI KALISAN – MOMI – WADI DEFARHU – HAYF E ZAHEK – OMAK  JEEP

Con i fuoristrada si attraversa una serie di strade sterrate fino all’estremo sud-est dell’isola. Una breve sosta presso l’imponente cascata di Daburk consente di scattare foto in un luogo magico e nuotare dentro una piscina. La tappa successiva è il Wadi Kalisan, composto da numerose cascate cristalline e piscine d’acqua dolce. L’escursione in discesa e ritorno dura circa 45 minuti e lungo il percorso si transita attraverso Bottle Trees, alberi bottiglia dall’aspetto alieno. L’ incontro con un eremita che vive in una grotta vicina è l’occasione per approfondire il suo stile di vita unico, apprendendo anche come si prende cura delle sue capre. Si prosegue attraverso nuove fantastiche viste sul mare alla volta dell’altopiano di Momi, noto per il suo gran numero di alberi di incenso, “cucumber tree” alberi cetriolo e alberi bottiglia. Successivamente ci si dirige verso il Wadi Defarhu, corso d’acqua che ha scavato nei millenni uno dei numerosi canyon, attraversando alcuni pittoreschi villaggi tradizionali e sostando presso le imponenti dune di sabbia di Hayf e Zahek, conosciute anche come “mare di sabbia”, giungendo lungo la spiaggia di Omak. E’ emozionante vagare fino al tramonto per questo incredibile paesaggio, arrampicarsi tra le dune fino al mare, dove poter anche nuotare, e rilassarsi nelle acque limpide dell’Oceano Indiano. Tra l’altro qui non è raro trovare pezzi di antiche ceramiche, essendo stata quest’area sommersa dal mare non molto tempo fa. Campeggio a Omak.


6° GIORNO: VENERDI’ 7 APRILE 2023, OMAK – DAGUB CAVE  – DIXAM – SHEBON – FIRMHIN FOREST  JEEP

Oggi le vetture conducono fino all’ingresso di Dagub Cave, un’ampia caverna posta sul fianco di un’altura affacciata sull’oceano. La grotta è interessante in quanto vi sono molte stalattiti, stalagmiti e pozze d’acqua che si sono infiltrate nel tempo attraverso la roccia. Si prosegue, attraverso le montagne dell’Hajhir, alla volta dell’altopiano di Dixam, che ospita pastori beduini nomadi da un luogo all’altro con i loro armenti di capre. Da quando questi ovini sono stati introdotti sull’isola, molti dei giovani alberi sono stati distrutti dalle capre, che masticano le loro foglie ancora morbide, quindi è fondamentale coltivare nuovi alberi, impiantandoli in ambienti protetti. Si sosta presso la scuola di un villaggio, dove visitando le aule si incontrano insegnanti e studenti e, se si desidera, fare volontariato per insegnare in una classe di inglese. L’altopiano di Dixam, l’immenso Wadi Dirhur e la foresta primordiale di Firmhin sono luoghi magici. Dal Wadi Dirhur si risale su una strada battuta in terra rossa, fino alla foresta a perdita d’occhio di Firmhin, dove migliaia di alberi di sangue di drago crescono indisturbati da secoli, se non da millenni, in un silenzio assordante e irreale. Questi alberi endemici di Dragon’s Blood Tree, detti anche “sangue di drago”, pianta succulenta dalla caratteristica forma di ombrello rivoltato, crescono con una alta densità solo qui sull’isola di Socotra. Si fa conoscenza con Nur, pastore locale di capre locale, occasione per mostrare come raccoglievano – e raccolgono ancora su scala ridotta – la preziosa resina rossa dell’albero, commercializzandola. Si continua a scendere nel canyon di Dirhur, dove si osservano insolite formazioni rocciose con possibilità di nuotare in piscine d’acqua dolce. Nel pomeriggio, dal punto panoramico di Shebon si può ammirare lo spettacolare tramonto tra le montagne Dragon’s Blood Trees e il canyon sottostante. Campeggio a Dixam.


7° GIORNO: SABATO 8 APRILE 2023, DIXAM – QALANSÎYAH – DETWAH LAGOON   JEEP

Dall’altopiano di Dixam si scende ancora, dirigendosi con i fuoristrada verso gli aridi paesaggi dell’ovest, carenti di fiumi, dove si trova Qalansīyah, seconda città dell’isola la cui popolazione è composta da pescatori di etnia socotrina, occasione per conoscere da vicino la loro identità. La spiaggia adiacente, che sfuma in una laguna salmastra, è delimitata da lingue di dune sabbiose bianchissime e scogliere calcaree e granitiche alte 400 m, apparendo con una visione paradisiaca. La laguna di Detwah è un luogo da brividi, piena di vita e sorprese; essa è rinomata area marina protetta per il suo paesaggio magico, sicuramente uno dei luoghi più suggestivi della costa dell’isola, specie osservata quando la bassa marea aumenta la sua sensazione di vastità. Importante Bird Area, dichiarata protetta nel 2000, è patrimonio UNESCO e anche sito Ramsar. L’habitat incontaminato delle praterie marine di Detwah Lagoon offre un rifugio ideale dai predatori, fungendo da area di alimentazione e riparo per i giovani pesci, ma è anche rifugio naturale di uccelli marini e fauna marina. Si resta incantati da una penisola di sabbia bianca che si protende nel mare circondata da acque turchesi, dove si può nuotare. Probabile incontrare nei pressi Abdullah, uomo primitivo che conduce dalla sua grotta all’esplorazione della fauna marina sulla laguna. Campeggio alla spiaggia di Detwah.


8° GIORNO: DOMENICA 9 APRILE 2023, DETWAH LAGOON – RAS SHA’AB – WADI AYHAFIT NP – HADIBOH   JEEP, BARCA

Riattraversando in fuoristrada Qalansīyah, dall’ imbarcadero di Qalanis si raggiunge von barche da pesca locali Ras Sha’ab, patrimonio mondiale Unesco dal 2008 per la sua biodiversità. Sha’ab è nota per fare snorkeling nelle calde acque turchesi al largo della sua spiaggia. Le sue acque sono conosciute per ospitare numerosi branchi di delfini, alcuni dei quali si divertono a saltare fuori dall’acqua avvitandosi in aria e giocando. E’ davvero molto divertente osservarli privi di timore della barca. Dopo un pò di relax  in spiaggia e uno sguardo all’area delle mangrovie si rientra a Detwah per il pranzo. Si prosegue alla volta del Wadi Ayhafit National Park e del suo Canyon. Grazie al suo speciale microclima, questo Parco Naturale Nazionale è paragonato al regno delle fiabe e alla culla della vita, in cui crescono piante endemiche più insolite, come Desert Rose, alberi di tamarindo, “cucumber tree” alberi di cetriolo, e vive un’ampia varietà di uccelli marini, come Socotra Sparrow, Socotra Sunbird e Somali Starling. Una natura selvaggia generosa, dove le acque limpide all’interno del canyon invitano a immergersi nella piscina naturale o nuotare nella laguna turchese. Si raggiunge in serata Hadiboh, l’unica “città” di Socotra, dove è’ previsto una visita alla locale “Socotra Women Association” per comprare souvenirs, magliette o libri. Infine la cena e l’ultimo pernottamento presso l’hotel ad Hadiboh.


9° GIORNO: LUNEDI’ 10 APRILE 2023, HADIBOH – VOLO PER ABU DHABI   JEEP, AEREO

Al mattino, prima di raggiungere l’aeroporto di Socotra per il volo di ritorno via Abu Dhabi, c’è ancora tempo per una breve visita al vivaio di Dragon’s Blood Tree dove sono stati piantumati giovani alberi in crescita dal 2006 in un ambiente protetto. All’aeroporto, svolte le pratiche burocratiche di uscita è l’imbarco per Abu Dhabi.


10° GIORNO: MARTEDI’ 11 APRILE 2023, ABU DHABI – VOLO PER L’ITALIA  AEREO

A notte inoltrata è il reimbarco da Abu Dhabi per l’Italia con pasti a bordo e proseguimento per il volo di linea con transito europeo per la destinazione finale.

Fine del viaggio e dei servizi di Viaggitribali SOCOTRA, L’ULTIMO EDEN


QUOTA + VOLI + PASTI:

€ 3350,00 A PERSONA


CON GUIDA LOCALE IN LINGUA INGLESE


16840729036_4e6db7d50c_k


LE SISTEMAZIONI IN CORSO DI VIAGGIO:

  • Hadiboh: Hotel Summerland 3 * o similare  (2 notti, nei giorni 2 e 8)
  • Tenda singola in campo mobile (5 notti, nei giorni dal 3 al 7)
  • NB: I campi mobili vengono allestiti tutte le sere con le attrezzature a bordo delle vetture. Vengono fornite tende per uso singolo e materassi in neoprene.
  • A carico del partecipante: cuscini personali/sacco lenzuolo/sacco a pelo). Per il montaggio delle tende, molto facile e veloce, è richiesta la collaborazione dei partecipanti. I pasti sono preparati dal personale locale.
  • TRANSITO A ABU DHABI/EMIRATI ARABI UNITI: Eventuali attività/visite in transito a Abu Dhabi saranno organizzate su richiesta e quotazione ESCLUSA (compatibilmente con i voli operativi).

VOLI INDICATIVI/COMPAGNIA AEREA TURKISH AIRLINES DA:

MILANO MALPENSA

  • TK1874 02APR MXPIST 1045 1440
  • TK 868 02APR ISTAUH 1920 0045+1
  • TK 869 11APR AUHIST 0135 0525
  • TK1873 11APR ISTMXP 0755 0950

NB: Operativi voli quotati al 06.06.2022 e soggetti a variazione all’atto della stampa del biglietto aereo. Possibilità di partenza da altri aeroporti (su richiesta e quotazione a parte). In merito ai continui aggiornamenti da parte delle Compagnie Aeree gli operativi potrebbero essere soggetti a cambiamenti.

NB: La connessione anticipata via Abu Dhabi è indispensabile; Il biglietto della tratta aerea Italia/Abu Dhabi/Italia è separato dal ticket-volo Air Arabia Abu Dhabi/Socotra/Abu Dhabi, che richiede un secondo check-in (con seconda carta d’imbarco) indipendente dal primo, richiedendo un transito lungo per gestirne i tempi di accettazione


VOLO AIR ARABIA  ABU DHABI – SOCOTRA  a/r

  • G9476  03APR AUHSCT 1000 1130
  • G9477  10APR SCTAUH 0100 0300

Gli operativi del volo potrebbero essere soggetti ad un aggiornamento; saranno confermati con Foglio Comunicazioni.


LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea internazionale in classe economica
  • Volo di collegamento da/per Abu Dhabi- Socotra
  • Visto ingresso Abu Dhabi/Emirati Arabi gratuito
  • Visto ingresso Socotra/Yemen (invio preliminare scansione passaporto)
  • Sistemazione in camere doppie in Hotel a Hadiboh (2 notti, nei giorni 2 e 8)
  • Sistemazione in Tenda singola nel campo mobile (5 notti, nei giorni dal 3 al 7)
  • Pensione completa FB durante il tour di Socotra
  • Attrezzatura da cucina e cuoco
  • Trasferimenti con autista e Jeep fuoristrada (3 pax +1)
  • Guida locale in lingua inglese
  • Accompagnatore dall’Italia da 6 partecipanti in camera condivisa
  • Ingressi a tutte le visite indicate a Socotra
  • Acqua minerale filtrata per ogni vettura/day in corso d’itinerario
  • Assicurazione medico/bagaglio Base (massimali € 20.000 + € 1.000)
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa
  • Iva

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali definibili al momento della stampa quotate al 06.06.2022 da € 279.38
  • Test Pcr
  • Avvicinamento da altri aeroporti
  • Eventuali transfert, taxi, pernottamenti, visite, guide e pasti a Abu Dhabi
  • Supplemento singola 2 notti hotel a Hadiboh € 180
  • Scuba Diving: due immersioni US$ 140/pax
  • Snorkeling: noleggio maschera e pinne US $ 20/pax
  • La guida subacquea personalizzata
  • Escursioni, guide e transfer non previste nel programma
  • Tutte le bevande extra
  • Mance, extra personali, mance per foto-video, servizio lavanderia
  • Polizza integrativa sanitaria e annullamento viaggio
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende” 
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

SOCOTRA, L’ULTIMO EDEN

Stampa

⇒⇒⇒ IN PROGRAMMAZIONE DAL 5 AL 14 NOVEMBRE 2023

 

 

Durata
10 giorni, 7 notti
Quota per persona
3.350,00 
Prossime partenze
Dal 2 all'11 Aprile 2023
data di partenza