LA DANCALIA LUNARE


Il Dallol e il Vulcano Erta Ale



FOCUS DEL VIAGGIO:

  • IMPEGNO ALTO/ELEVATO
  • DURATA 10 GIORNI, 7 NOTTI
  • VIAGGIO NATURALISTICO, CULTURALE
  • GUIDA LOCALE ESPERTA IN LINGUA ITALIANA

STILE DEL VIAGGIO:

  • TURISMO CULTURALE, GEOTURISMO, ETNICO
  • TURISMO NATURALISTICO, WILDLIFE, AFRICAN EXPEDITION
  • TURISMO FOTOGRAFICO: LANDSCAPE, SKYLINE, PORTRAIT, NATURA, STREET LIFE, TRAVEL REPORTAGE

VIAGGIO IN SICUREZZA:

  • HOTEL – STRUTTURA CATEGORIA 4* CAPITALE E 2*-3* ALTRE LOCALITA’ (QUELLI DISPONIBILI) E TENDE IN DANCALIA
  • MEZZI DI TRASPORTO IN SICUREZZA (Jeep)
  • 2 VOLI INTERNI
  • CORRISPONDENTI CONSOLIDATI E AUTORIZZATI
  • ITINERARIO IN SICUREZZA
  • GARANZIA POLIZZE DI VIAGGIO EUROP ASSISTANCE

EMOZIONI DEL VIAGGIO: Un viaggio breve ma intenso che farà scoprire la Dancalia, la terra degli Afar, spettacolare regione desertica, un territorio aspro che cela bellezze geologiche uniche al mondo, spettacoli di una natura primordiale ai confini del tempo e dello spazio. E’ una Spedizione, non un viaggio, al centro della depressione dancala, uno dei posti più bassi e più inospitali della terra. La depressione della Dancalia è geologicamente un’area fra le più instabili del mondo. Al di sotto della superficie vi sono 12 vulcani attivi, geyser fumanti e un lago di lava in continua ebollizione, il cui principale è l’Erta Ale, con una caldera vulcanica a cielo aperto, e il Dallol, un antico vulcano collassato, lungo la nota Rift Valley. Al di sopra calore, fuoco, e colori abbaglianti ne fanno un’area fra le più affascinanti del pianeta. La Dancalia rappresenta un’esperienza intensa di vita ma anche molto impegnativa. L’itinerario è effettuato con veicoli fuoristrada con autista e pernottamenti in hotel e bivacco/campo tendato mobile. Consigliato a viaggiatori esperti, in buone condizioni di salute e spirito di adattamento alle temperature molto elevate e sopportazione per qualche faticoso trasferimento. E’ necessario informarsi sullo stile di viaggio prima di partire e per affrontare in modo consapevole


NOTA – Tutte le escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni di clima e traffico o per esigenze organizzative, sanitarie e/o sicurezza e approfittare delle opportunità che possiamo incontrare lungo il percorso. Il programma è idoneo a chi ha esperienza come viaggiatore in Africa che non ha problemi nelle lunghe percorrenze sulle strade africane e per chi ama i viaggi-avventura.

NOTA BENE: Si prega di notare prima dell’adesione al viaggio, tutte le disposizioni Sanitarie Internazionali Anti-Covid come previsto da normative in uscita/entrata da/per l’Italia e nel luogo di destinazione del viaggio.


ITINERARIO SINTETICO

  1. ITALIA – VOLO INTERNAZIONALE
  2. ADDIS ABEBA – 1° VOLO INTERNO SEMERA LD
  3. SEMERA – ASSAYTA – AFRERA FB
  4. AFRERA – DALLOL – AHMED ALE FB 
  5. AHMED ALE – DALLOL – AHMED ALE FB
  6. AHMED ALE – PIANA DEL SALE – ERTA ALE FB  
  7. ERTA ALE – AFRERA FB
  8. AFRERA – SEMERA FB
  9. SEMERA – 2° VOLO INTERNO – ADDIS ABEBA CITY TOUR – VOLO INTERNAZIONALE FB
  10. ARRIVO ITALIA

LEGENDA: L = PRANZO / D =CENA / FB = PENSIONE COMPLETA


PROGRAMMA DI VIAGGIO:


1° GIORNO: ITALIA – VOLO INTERNAZIONALE PER ADDIS ABEBA AEREO

Partenza dall’Italia in serata per con volo di linea Ethiopian Airlines per Addis Abeba. Pernottamento e pasti a bordo.


2° GIORNO: ADDIS ABEBA – SEMERA – 1° VOLO DOMESTICO AEREO, JEEP

Arrivo ad Addis Abeba e volo in coincidenza per Semera, cittadina capoluogo della regione Afar.


3° GIORNO: SEMERA – ASSAYTA – AFRERA JEEP

Partenza alla volta del lago Afrera, situato a 112 metri sotto il livello del mare nel cuore della depressione dancala. Con una deviazione si raggiunge prima l’oasi di Assayta, antica capitale degli Afar, che però ha perso il suo statuto di capoluogo regionale a favore di Semera. L’antica capitale del sultanato Afar di Aussa, che si affaccia sulla fertile piana del fiume Awash, sta conoscendo una rinascita grazie alla coltivazione della canna da zucchero. Questa piccola città-paese è molto importante per la popolazione, per visitare il coloratissimo mercato ancora autentico e poco toccato dal turismo, incredibilmente ricco di odori e colori. Qui nel suo giorno più importante, il martedì, si radunano moltissimi nomadi che vi giungono per vendere sale, tessuti multicolori, ceste e stuoie per rivestire le capanne: è il primo vero incontro con i popoli Afar della Dancalia. Il viaggio prosegue verso il Lago Afrera (112 metri sotto il livello del mare), nel cuore della depressione dancala. Il deserto della Dancalia si trova nel punto d’incontro tra le tre spaccature tettoniche: il Mar Rosso, l’Oceano Indiano e la Grande Rift Valley. Visita del Lago Afrera (il mitico lago Giulietti) caratterizzato per le sue tipiche saline e famoso per l’estrazione del sale dalle sue acque a cura degli Afar. L’acqua viene lasciata evaporare nelle saline e quello che ne deriva è un sale bianco, il migliore della regione. Esso viene estratto, pompando l’acqua salata del lago in grandi vasche scavate nel terreno successivamente isolate con teli di plastica. Il sale bianco è poi distribuito nell’intera Etiopia. Possibilità di bagno nelle sue pozze termali e nel lago salato, le cui rive sono circondate da una schiuma salina trasportata e accumulata dal vento. Pernottamento al campo.


4° GIORNO: AFRERA – DALLOL – AHMED ALE JEEP

L’alba dalla collina adiacente può regalare suggestive viste panoramiche sul lago rosso, creando sfumature e giochi di luce unici e meravigliosi. Dopo la prima colazione, espletate presso la polizia locale, le pratiche d’ingresso e presa la scorta armata necessaria per attraversare la Dancalia, si parte alla volta del Dallol. Lungo la strada si incontrano le misere baracche e le capanne dove vivono gli Afar, etnia che vive nella regione Dancala: magrissimi e spigolosi, capigliature aggrovigliate, carattere aspro e brusco. Il loro nome inneggia alla libertà. Contano i giorni seguendo il movimento di luna e stelle e la loro lingua è ostica per chiunque. Vivono in clan seminomadi. Transitando potremmo ammirare le prima formazioni geologiche di tipo fangoso, che contengono sale, zolfo, fluoro e cloro. Pernottamento al campo di Ahmed Ale, “il pozzo di Ahmed”, l’unico vero villaggio di questo deserto con centinaia di abitanti (estrattori e intagliatori del sale durante i mesi delle carovane), ubicato quasi all’estremità nord della depressione Dancala ai bordi della piana del sale che si estende fino al confine con l’Eritrea.


5° GIORNO: AHMED ALE – DALLOL – AHMED ALE JEEP

Al mattino presto, per evitare il caldo, si raggiunge la vicina collina del Dallol, “la collina degli spiriti”, alta 50 metri, ampia 8 kmq e di origine sedimentaria. Intera giornata dedicata alla visita del Dallol, un antico vulcano collassato che mostra tutto il suo splendore emergendo dalla Piana del Sale, uno dei punti più bassi del continente con circa -116 metri. Con la sua temperatura media annua di 34,6 gradi, Dallol è il posto più caldo del mondo. Il cratere è il risultato dell’esplosione di una camera magmatica della Rift Valley, posta sotto un importante deposito di sale, lasciato dopo che il Mar Rosso si era ritirato da questa depressione. L’area del vulcano è una vasta landa salina, ai cui bordi sorgono molti camini di fate, occupata da innumerevoli sorgenti calde sulfuree, geysers, fumarole, depositi di sale e zolfo, concrezioni a forma di terrazza e di fontana. Le centinaia di piccoli geyser perennemente attivi, rilasciano sali minerali che, depositandosi, danno vita ad un paesaggio alieno fatto di forme surreali dai colori psichedelici. Un vero inferno sulla terra, per la presenza di laghetti acidi o tossici, per il caldo quasi insopportabile, per i vapori di zolfo che tolgono il respiro e per i geyser che ribollono. Sono depositi di zolfo (giallo) ossidi di ferro (arancione) ed altri minerali. Sosta per pranzo e visita della zona del piccolo monte di sali di magnesio detto Assa Ale, “monte rosso”, dove si raggiunge la maggiore depressione della Dancalia etiopica: – 116 m sotto il livello del mare. Rientrando al campo, con un po’ di fortuna si possono vedere le “famose” carovane del sale che dopo essersi riposate sul letto del fiume ripartono verso il lago Assale in questo moto perpetuo che rimane inalterato nei secoli. Pernottamento al campo di Ahmed Ale.


6° GIORNO: AHMED ALE – PIANA DEL SALE – ERTA ALE JEEP, TREK

Si parte il mattino presto per raggiungere il vulcano Erta Ale attraverso una pista, spesso invisibile, ricavata tra antiche colate laviche e terra molto argillosa, spaccata dalla siccità. La Piana del Sale appare nel suo iconico splendore, intriso di triste realtà. Benché i cinesi abbiano costruito una strada che collega le alte terre alla depressione dancala e i camion scendano più agevolmente fino ai depositi di sale, ancora qualche cammelliere e tagliatore sopravvive nel suo duro lavoro. Nella cava del sale, Afar e Tigrini cooperano scavando solchi rettangolari sino a raggiungere lo strato più profondo dal quale sollevano i blocchi di sale che vengono poi ridotti di dimensioni tali da poter essere trasportati con l’aiuto dei dromedari, muli e asini. Possibile vedere qualche carovana che li trasporta faticosamente verso i mercati dell’altopiano. Giunti al campo base Erta Ale vengono lasciate le jeep, per proseguire a piedi. L’acqua, i viveri e lo stretto necessario per superare una notte sulla cima dell’Erta Ale, viene trasportato dai cammelli. Sistemazione in tenda, breve riposo con veloce cena in attesa del tramonto quando si inizia la salita al vulcano. Si inizia la salita, ritrovandosi a camminare sotto la calda luce del tramonto, prima di essere costretti ad accendere le torce al calar della notte, proseguendo il trekking nell’oscurità. La distanza totale da coprire è di 10 chilometri, con un dislivello di poco inferiore a 600 metri. La salita è inizialmente dolce ed il trek si rivela impegnativo nella parte finale di arrivo sulla cima. Consigliato bere molto. La salita dura da tre a quattro ore circa, secondo il passo individuale. Una volta raggiunta la vetta secondo piccolo spuntino. Si scende nel cratere fino a dove possibile per osservare lo spettacolo del movimento del magma in ebollizione, favorito dall’oscurità che ne risalta i bagliori. Uno spettacolo unico che riempie gli occhi. Pernottamento in garitta/capanna locale.


7° GIORNO: ERTA ALE AFRERA TREK, JEEP

Una visita notturna e all’alba alla spettacolare caldera, rende possibile avere uno sguardo panoramico sul paesaggio circostante, un suolo lunare molto caldo dominato da impressionanti colate laviche di varia età, raccolte in un immenso cratere dotato di vari “camini”. Lentamente si scende a piedi con rientro al campo base, prima della ripresa del tour con le jeep con la traversata della Dancalia, attraverso difficili piste che spesso svaniscono nella sabbia e nella polvere. Riavvicinamento alle sponde del Lago Afrera caratterizzato per le sue tipiche saline. Pernottamento al campo.


8° GIORNO: AFRERA SEMERA JEEP

Lungo il percorso a ritroso è possibile ancora osservare strane formazioni geologiche all’interno di un deserto roccioso. La pista su cui procedono le jeep attraversa alcuni campi arsi dalla siccità, dove la terra si solleva a piccole placche di argilla. Arrivo a Semera e pernottamento in hotel.


9° GIORNO: SEMERA – 2° VOLO INTERNO PER ADDIS ABEBA – ADDIS ABEBA CITY TOUR – VOLO INTERNAZIONALE BUS, AEREO

Partenza del volo interno per Addis Abeba. In arrivo un breve tour comprendente l’ingresso al Museo Archeologico Nazionale, dove vedere Lucy, lo scheletro dell’ominide risalente a 3,2 milioni di anni, e un po’ di shopping. Dopo camere in D-Use e l’ultima cena, si raggiunge a tarda sera l’aeroporto per l’imbarco sul volo internazionale per l’Italia con pernottamento e pasti a bordo.


10° GIORNO: ARRIVO ITALIA AEREO

Arrivo presso l’aeroporto italiano di destinazione.

Fine del viaggio e dei servizi DANCALIA


Quota indicativa di partecipazione a persona in camera doppia:

€ 3100.00 a persona (da 8 partecipanti)

€ 3450,00 a persona (da 5/7 partecipanti)

€ 3800,00 a persona (da 3/4 partecipanti)


Con guida locale esperta in lingua italiana


LE SISTEMAZIONI IN CORSO DI VIAGGIO:

ALBERGHI categorie Standard locali

  • Semera: Agda Hotel o Kuriftu Hotel o similare – 2 notti
  • Addis Abeba: Camera in D-Use ultimo giorno (solo doccia) 

CAMPI TENDATI        

  • Afrera: Campo tendato – 2 notti
  • Ahmed Ale: Campo tendato – 2 notti
  • Erta Ale : Bivacco/Garitta – 1 notte

NB = Lo standard degli alberghi non corrisponde a categorie occidentali, potrebbero presentare carenze nella manutenzione. Campo tendato basic, dove si richiede spirito di adattamento. I nomi delle sistemazioni definitive saranno comunicate prima della partenza con Foglio Convocazione/Comunicazione.


VOLI INDICATIVI/COMPAGNIA ETHIOPIAN AIRLINES DA:

ROMA Fiumicino

  • ET 713    FCOADD  2240 0710+1
  • ET 712    ADDFCO  2320 0350+1

VOLO INTERNO

  • Addis Abeba – Semera Andata & Ritorno

Altri aeroporti su richiesta

NB: Operativi voli quotati al 01.08.2022 e soggetti a variazione all’atto della stampa del biglietto aereo.


LA QUOTA COMPRENDE:

  • Voli di linea internazionale in classe economica
  • Volo interno per Semera (Andata & Ritorno)
  • Sistemazione in camere doppie in Hotel Standard
  • Sistemazione in campo tendato in tenda a 2 posti
  • Pensione completa
  • Trasferimenti con autista, A/C e carburante in Jeep
  • Guida locale esperta in lingua italiana
  • Permessi e Scouts Afar in Dancalia
  • Ingressi in tutti i siti indicati in programma
  • Camera in D-Use ultimo giorno ad Addis Abeba
  • Acqua ai pasti e durante il tour
  • Attrezzatura campo e cucina da campo con cuoco per la regione dancala
  • Assicurazione medico/bagaglio base (massimali € 20.000 + € 1.000).
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa.
  • Iva

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante quotati al 01.08.2022  € 436.88
  • Avvicinamento dagli altri aeroporti
  • Eventuale adeguamento volo alla prenotazione
  • Visto d’ingresso on line: indicativamente 52 US $ valido fino a 30 gg
  • Test PCR
  • Supplemento camera singola Hotel e tenda singola/Campo tendato € 250
  • Acqua minerale ai pasti e tutte le bevande alcoliche e soft
  • Assicurazione Integrazione Spese Mediche (massimali € 200.000) da € 91.50
  • Assicurazioni Extra prolungamento soggiorno Covid € 39
  • Assicurazione annullamento da € 120
  • Mance per autisti, guide, cuochi e staff hotel
  • Spese di natura personale, telefonate, lavanderia, etc.
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende” 
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

LA DANCALIA LUNARE

Stampa
5 su 5 in base a 1 valutazione del cliente
(2 recensioni dei clienti)

VIAGGIO-SPEDIZIONE IN DANCALIA-ERTA ALE

Durata
10 giorni/ 7 notti
Quota per persona
3.100,00 
Prossime partenze
da ottobre a febbraio
data partenza
Esplora la lista dei preferiti