KAZAKISTAN, MANGYSTAU

IL DESERTO DIPINTO


DAL 13 AL 21 MAGGIO 2023


Il Mangystau è una regione desertica del Kazakistan dove la natura è molto generosa e se ne ammira una parte importante, in un territorio lunare ancora poco noto al turismo.



FOCUS DEL VIAGGIO:

  • IMPEGNO MEDIO
  • DURATA 9 GIORNI, 7 NOTTI
  • VIAGGIO NATURALISTICO, CULTURALE
  • GUIDA LOCALE IN LINGUA ITALIANA

STILE DEL VIAGGIO:

  • TURISMO CULTURALE, GEOTURISMO
  • TURISMO NATURALISTICO, WILDLIFE, DESERT EXPERIENCE
  • TURISMO FOTOGRAFICO: LANDSCAPE, SKYLINE, PORTRAIT, LIFESTYLE, NATURA, STREET LIFE, TRAVEL REPORTAGE

VIAGGIO IN SICUREZZA:

  • HOTEL CAT 5 * locali – CAMPO tende igloo
  • MEZZI DI TRASPORTO IN SICUREZZA (Jeep)
  • CORRISPONDENTI CONSOLIDATI E AUTORIZZATI
  • ITINERARIO IN SICUREZZA
  • ACCOMPAGNATORE DALL’ITALIA DA 10 PARTECIPANTI
  • GARANZIA POLIZZE DI VIAGGIO EUROP ASSISTANCE

EMOZIONI DEL VIAGGIO:

Il Mangystau è una regione desertica del Kazakistan, situata nella sua parte occidentale che si estende per circa 400 km tra le coste del Mar Caspio e il confine con l’Uzbekistan, vivida testimonianza della antica Via della Seta tra il XIII e il XV secolo. Essendo occupato per una buona fetta dalla depressione caspica vede le quote scendere fino a 70 metri sotto il livello medio dei mari. Un’emozionante spedizione in fuoristrada consente, in un ambiente fantastico, quasi lunare e pieno di bizzarrie geologiche, di muoversi in lande desertiche, tra canyon, pinnacoli rocciosi, laghi salati, antichi cimiteri e moschee rupestri, quasi unici turisti, accompagnati da qualche cammello e da notti stellate mai viste. Centinaia di milioni di anni fa questo luogo formava il fondo di Tethys, antico oceano dell’era mesozoica, e a seguito del graduale cambiamento del livello delle acque oceaniche si è formato un insolito paesaggio. Gli spettacolari panorami, da cui affiorano sedimenti gessosi e salini, modellati dall’acqua e dal vento, sembrano quadri dipinti dalla mano di Dio. I loro colori così contrastanti variano dal bianco accecante, giallo e arancio, al rosa e bordeaux. Si spazia dalle dune di sabbia ai pinnacoli rocciosi della Valle di Bozhira, la Monument Valley dell’Asia Centrale, passando da Canyon mozzafiato fino alla Torish Valley, nota come Valle delle Stone Balls, al suggestivo lago salato di Tuzbair. Sorprendono le misteriose moschee sotterranee e le antiche necropoli rupestri (Beket-ata, Shakpak-ata, Shopan-ata e Sultan-Epe), ascritte nelle liste provvisorie del Patrimonio Unesco. La natura è molto generosa; se ne ammira una parte importante, in una regione ancora poco nota al turismo, seppur accessibile.


NOTA – Tutte le escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni di clima e traffico e approfittare delle opportunità che possiamo incontrare lungo il percorso. A causa della contingenza mondiale Covid-19, alcuni servizi, orari e visite potrebbero subire variazioni o cancellazioni.

NOTA BENE: L’ordine di visite ed escursioni in ciascuna località può essere soggetto a variazioni per esigenze organizzative, meteorologiche, sanitarie e/o sicurezza.

NOTA BENE: Si prega di notare prima dell’adesione al viaggio, tutte le disposizioni Sanitarie Internazionali Anti-Covid come previsto da normative in uscita/entrata da/per l’Italia e nel luogo di destinazione del viaggio.

  • GREEN PASS obbligo dal 1° settembre 2021 (o su diversa indicazione)
  • VISTO gratuito all’arrivo in aeroporto

ITINERARIO SINTETICO   

  1. ITALIA – VOLO INTERNAZIONALE – AKTAU
  2. ARRIVO – AKTAU CITY TOUR HD
  3. AKTAU – ZHYGYLGAN – SULTAN EPE – KAPAM SAI CANYON  FB
  4. SHAKPAK ATA – TORYSH VALLEY – SHERKALA  FB
  5. AIRAKTY – ZHARMISH – TUZBAIR  FB                                                                                   
  6. TUZBAIR – BEKET ATA – BOZHIRA VALLY  FB
  7. BOZHIRA VALLEY – BOKTY – KYZYLKUP FB
  8. KYZYLKUP – SHOPAN ATA – JANAOZEN – KARAGIYE – AKTAU FB
  9. AKTAU – VOLO INTERNAZIONALE – ITALIA

LEGENDA: L= PRANZO / D= CENA / FB= PENSIONE COMPLETA


PROGRAMMA :


1° GIORNO: SABATO 13 MAGGIO 2023 – ITALIA – ISTANBUL – AKTAU AEREO

Partenza dall’Italia in serata per Aktau con volo di linea via Istanbul. Cena e pernottamento a bordo.


2° GIORNO: DOMENICA 14 MAGGIO 2023 – ARRIVO  – AKTAU CITY TOUR  BUS

Arrivo ad Aktau la mattina presto, disbrigo delle formalità di ingresso, accoglienza e trasferimento in hotel. Camere disponibili per un breve riposo e una doccia. In tarda mattinata, inizia una visita ai principali siti di interesse di Aktau, il più inconcepibile dei tanti luoghi improbabili dell’ex Unione Sovietica e città modello sulla costa azzurra del Mar Caspio. Furono i giacimenti di uranio e i giacimenti petroliferi nell’area ad attirare i sovietici, che nel 1958 iniziarono a disegnare una città modello con strade larghe e diritte sulla riva del Mar Caspio blu. In attesa del tramonto sulla nuova banchina costruita di fronte al mare, si effettua una passeggiata pedonale lungo Jartas Jolyndagy Juris, delimitata da rocce sedimentarie spettacolari. Pernottamento in hotel.


3° GIORNO: LUNEDI’ 15 MAGGIO 2023 –  AKTAU – ZHYGYLGAN – SULTAN EPE – KAPAM SAI CANYON   JEEP

Inizia il tour addentrandoci con fuoristrada nell’arida regione semi-desertica del Mangystau con la partenza su comodi veicoli 4×4 per Zhygylgan, un enorme baratro circolare formatosi in seguito ai processi di frane ed erosioni nei pressi del Mar Caspio. Discesa a piedi (circa 2 ore andata e ritorno) attraverso le particolari formazioni rocciose, che nascondono numerosi fossili e impronte di dinosauri, fino a raggiungere una sorgente che alimenta un singolare laghetto che ha la forma di un cuore (Karakol è un lago artificiale/serbatoio nel Kazakistan sudoccidentale). Dopo pranzo sulla piattaforma del promontorio di Zhygylgan ci sposteremo ulteriormente alla tomba di Kenty Baba (mazar con scale), che in kazako significa “città santa” del defunto. Si prosegue con la visita alla moschea sotterranea di Sultan Epe (X-XII sec.), patrono dei marinai, composta da diverse stanzette e bassi corridoi, ai margini di una profonda gola. Si raggiunge Kapam Sai Canyon, una stretta gola gessosa costituito da pareti a strapiombo, raggiungendo un’altezza di 70 m. Essa offre spettacolari paesaggi caratterizzati da bianchi calanchi e dromedari al pascolo. Le nicchie esposte alle intemperie del canyon sono rifugi appartati per le aquile, che vi nidificano e spesso si vedono galleggiare sopra l’abisso del canyon. In un tempo tranquillo e ventoso, un canyon cammina nel canyon allontanandosi tra pareti ripide, echeggiando. Si arriva al canyon solo dalla foce, ma la vista dall’alto del canyon è davvero impressionante. In un angolo del canyon c’è una mini oasi nascosta in una grotta, nota come “ща Shyrakshy Batyr Kapama”, circondata da un boschetto di gelsi e biancospini, alimentato dall’acqua piovana. Anche durante le giornate calde, qui c’è sempre fresco. Pernottamento nel canyon in tenda.


4° GIORNO: MARTEDI’ 16 MAGGIO 2023 –  SHAKPAK ATA – TORYSH VALLEY – SHERKALA  160 KM  JEEP

Si raggiunge la moschea sotterranea Shakpak-Ata. Secondo la leggenda, nel nord della penisola di Tyub-Karagan, nella grotta lungo il pendio di gesso di un enorme burrone, nei tempi antichi viveva uno straordinario guaritore con la barba grigia, Shakpak-Ata. La voce umana portava la sua gloria ovunque, e non c’erano malattie che non potesse curare. Sono passati secoli ma tanti pellegrini vengono ancora qui per curare i corpi e le anime: il potere dell’antico guaritore salva ancora i malati da vari disturbi. Secondo gli archeologi, la moschea fu costruita nei secoli IX-X e chiamata in onore del sufi Shakpak-Ata, che visse qui con i suoi discepoli durante le incursioni nemiche. Negli ultimi anni della sua vita fu un recluso e non lasciò più la sua dimora sotterranea. Si prosegue per Torysh Valley o “The Valley of Balls”, una valle di concrezioni globulari, dove si effettua un facile trekking per ammirare le forme bizzarre sparse nella valle e visitare Tolegen Ata, un mausoleo rupestre con lucertole alle pareti. Secondo una leggenda locale, orde di nemici giunsero nella vastità del Mangystau, ricoprendo la terra come locuste. I locali rivolti al cielo in preghiera per l’aiuto furono  ascoltati. Acque torrenziali, tuoni e fulmini scesero dal cielo. Immediatamente tutti i nemici si trasformarono in pietre. È così che sono apparsi campi infiniti e creste di insolite formazioni rocciose, sotto forma di concrezioni globulari. La loro dimensione effettiva raggiunge i 3-4 metri di diametro, alcuni sono più grandi. I noduli sono formati da bizzarri mucchi di palline, uova, funghi, cilindri, matrioske e animaletti. Centinaia di milioni di anni fa questo luogo formava il fondo di Tethys, antico oceano dell’era mesozoica, in cui c’erano condizioni favorevoli per la riproduzione del plancton. Gli accumuli di questi organismi sono diventati la base per noduli sferici, le cui dimensioni sono aumentate nel tempo. Nel corso degli anni, l’acqua di mare si è ritirata. Di conseguenza, tali noduli sferici pietrificati restarono sulla terraferma. Proseguimento per Sherkala, “Leone della Roccia”, uno straordinario sperone calcareo alto più di 300 mt che si erge misteriosamente dall’altopiano deserto e che da alcuni angoli ricorda un’enorme yurta, mistico crocevia lungo uno dei rami della Via della Seta. Trekking intorno a Sherkala al tramonto. Notte nel campo tendato a Sherkala.


5° GIORNO: MERCOLEDI’ 17 MAGGIO 2023 – AIRAKTY – ZHARMISH – TUZBAIR 160 KM   JEEP

Dopo colazione, escursione nella Valle Airakty o Valle dei Castelli, dove suggestive torri di rocce colorate ricordano maestosi castelli. Si raggiunge il villaggio di Shetpe dove abbiamo una buona opportunità per riposarci un po’ e fare una doccia. Dopo pranzo presso il villaggio di Zharmysh, si prosegue per il sorprendente lago salato di Tuzbair delimitato dalle frastagliate bianche formazioni dell’altopiano di Ustyurt. Prima di scendere lungo le rive del lago si raggiunge un punto panoramico da cui si gode dall’alto una vista mozzafiato del paesaggio circostante. Discesa sul fondo del lago e camminata al tramonto sulla piatta crosta di sale. Tuzbair è una maestosa creazione di elementi naturali. In questo luogo, l’altopiano di Ustyurt è interrotto da una cascata di gradini argillosi-calcarei e gessosi, alla cui base si trova un’estesa salina, chiamata nelle regioni locali come sor. I pennacchi del Cretaceo sono interrotti da numerosi canali e profondi canali, che formano file interminabili delle colonne più intricate. Alla base della fessura c’è un semiarco naturale gigante, creato dall’erosione del vento. Durante i periodi di scioglimento delle nevi e forti piogge, il fango si riempie d’acqua, formando un enorme specchio, in cui si riflette il cielo e i colonnati cretacei. Camminare sulla superficie salata di Tuzbair al tramonto è un’esperienza da non perdere. Pernottamento in campo tendato.


6° GIORNO: GIOVEDI’ 18 MAGGIO 2023 – TUZBAIR – BEKET ATA – BOZHIRA VALLEY 200 KM JEEP

Un ultimo saluto allo spettacolare panorama di Sor Tuzbair prima di raggiungere l’antica moschea sotterranea di Beket Ata, in cui è sepolto l’omonimo chiaroveggente, guaritore e insegnante. Scavata ai piedi di una spettacolare scogliera, è una delle tante piccole moschee sparse nel deserto del Mangystau, antichi eremi di asceti musulmani rapiti da silenzi e spazi infiniti. La vastità e la bellezza del paesaggio che si può godere dalla sommità della rupe ci fanno capire il motivo che ha portato tanti mistici musulmani a condurre una vita ascetica in questi luoghi davvero surreali (N.B. La visita della moschea richiede una discesa a piedi lungo un sentiero lastricato e con gradini di circa 2 km; dislivello di circa 150 m; circa mezz’ora per la discesa e 45 minuti per la salita). Dopo pranzo a Beket Ata nella casa dei pellegrini è il trasferimento al punto panoramico superiore di Boszhira, la famosa Valle, costellata di bianche formazioni calcaree, i cui panorami straordinari consentono di vivere appieno la grandezza della natura. Il tramonto è da favola! Pernottamento nel campo mobile.


7 ° GIORNO: VENERDI’ 19 MAGGIO 2023 – BOZHIRA VALLEY – BOKTY – KYZYLKUP 30 KM JEEP

Si lascia il punto panoramico superiore, per raggiungere un altro punto di osservazione di Boszhira Valley, molto vasta e imponente che riserva molti stupefacenti view points. Lasciate le jeep si effettua un bellissimo trekking panoramico attraverso il canyon e lungo il lato inferiore che fa rimanere senza fiato fino ad un magico view point su uno sperone roccioso. Dopo aver visto dall’alto il canyon e aver osservato le trappole per stambecchi, costruite dagli antichi popoli che un tempo abitavano questa zona, scendiamo nella valle di Boszhira. Il pranzo è a Bokty, più noto come “Zanne”, due cime alte 200 metri che sporgono dal ghiaione di gesso come i denti di un mostro gigante. Anch’esse si sono formate sotto l’influenza di fattori esterni. Negli anni le montagne si sono sgretolate, lasciando solo due pilastri, diventati il segno distintivo di questi luoghi. Poi si prosegue per Kyzylkup  o “Mangystau Tiramisù”, piccole montagne di sedimenti marini colorati, una estesa formazione multicolor che presenta strati sedimentari di colore bianco, arancio  e rosa che ricordano il tiramisù italiano a più strati da dessert/millefoglie di fragole. Osservare il tramonto dalla sua cima è stupefacente. Pernottamento nel campo mobile.


8° GIORNO: SABATO 20 MAGGIO 2023 – KYZYLKUP – SHOPAN ATA – JANAOZEN – KARAGIYE – AKTAU   JEEP

Dopo colazione ci spostiamo a piedi nel percorso panoramico superiore di Kyzylkup o “Mangystau Tiramisu”. Si tratta di piccole montagne di sedimenti marini colorati, emersi dal fondo dell’oceano Tethys e che ricordano il tiramisù italiano. Il tratto è lungo più di 10 chilometri; a sud del percorso panoramico si può osservare un’altra attrazione del Mangystau, il Monte Bokty, la cui immagine può essere notata sulla vecchia banconota da 1000 tenge. Si parte quindi per la moschea sotterranea Shopan Ata, situata accanto ad una vasta necropoli, risalente almeno al X secolo e frequentata, secondo la leggenda, dal discepolo del grande Khoza Akhmed Yasaui, il più famoso poeta mistico del Kazakhistan. Dopo il pranzo nella casa dei pellegrini ci spostiamo nella cittadina di Janaozen, costruita ai margini del più importante giacimento petrolifero di Mangystau. Possibilità di acquistare souvenirs o cognac, vodka presso un supermarket locale. Qui il paesaggio pianeggiante è dominato dai numerosi pozzi con pompe a cavalletto. Una sosta panoramica al margine della Karagiye Depression, una profonda conca nota per la profondità di 132 m sotto lm (è la depressione secca più profonda del paese e la quinta al mondo) precede l’arrivo a Aktau. Ultima cena e pernottamento in hotel prima del volo di ritorno mattiniero del giorno seguente.


9° GIORNO: DOMENICA 21 MAGGIO 2023 – AKTAU – ISTANBUL – ITALIA AEREO

Al mattino presto trasferimento in aeroporto per il volo di linea via Istanbul, con pasti a bordo. Arrivo in Italia nel primo pomeriggio.

Fine del viaggio e dei servizi KAZAKISTAN, MANGYSTAU


 

QUOTA + VOLI + PASTI:

€ 2455.00 A PERSONA

Con guida locale in lingua italiana



NOTA = Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dall’organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative e di sicurezza, pur mantenendo le visite previste dal programma. Si richiede spirito di adattamento.


LE SISTEMAZIONI IN CORSO DI VIAGGIO:

  • Aktau: Renaissance Aktau Hotel 5 * o similare (2 notti, nei giorni 2 e 8)
  • Campo mobile: tenda igloo (5 notti, dal 3° al 7° giorno)

NB = I campi mobili vengono allestiti tutte le sere con le attrezzature a bordo delle vetture. Vengono fornite tende tipo igloo per due persone o per uso singolo e materassi in neoprene. Per il montaggio delle tende, molto facile e veloce, è richiesta la collaborazione dei partecipanti. L’aiuto dello staff è generoso. I pasti, preparati dal personale locale, vengono consumati in un’apposita area del campo con tavoli e sedie.


VOLI COMPAGNIA AEREA TURKISH AIRLINES DA:             

MILANO MALPENSA                                                                                                                                         

  • TK1876 13MAG MXPIST 1940 2340
  • TK 278 13MAG ISTSCO 0125 0615
  • TK 279 21MAG SCOIST 0730 0845
  • TK1895 21MAG ISTMXP 1205 1400

NB: Operativi voli quotati al 16.08.2022 e soggetti a variazione all’atto della stampa del biglietto aereo. Possibilità di partenza da altri aeroporti (su richiesta e quotazione a parte).

NB: In merito ai continui aggiornamenti da parte delle Compagnie Aeree gli operativi potrebbero essere soggetti a cambiamenti.


LA QUOTA COMPRENDE:

  • Voli di linea internazionale in classe economica
  • Sistemazione in camere doppie in Hotel a Aktau (2 notti, giorno 2 e giorno 8)
  • Sistemazione in Tenda Igloo nel campo mobile (5 notti, dal 3° al 7° giorno)
  • Pensione completa come da programma
  • Trasferimenti con autista e Jeep fuoristrada
  • Guida locale in lingua italiana
  • Accompagnatore dall’Italia da 10 partecipanti
  • Ingressi a tutte le visite indicate
  • Partecipazione alle attività programmate
  • Una bottiglia di acqua minerale/pax/day in corso d’itinerario
  • Assicurazione medico/bagaglio base (massimali € 20.000/€ 1.000)
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa

LA QUOTA NON COMPRENDE:                                             

  • Tasse aeroportuali definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante al 16.08.2022 € 285.72
  • Supplemento singola (2 notti in hotel + 5 notti in tenda) € 210.00
  • PCR Test
  • Bibite soft drinks, analcoliche/alcoliche, acqua minerale ai pasti
  • Assicurazione Integrazione Spese Mediche (massimali € 200.000) da € 57.50
  • Assicurazioni Extra prolungamento soggiorno Covid € 39.00
  • Assicurazione annullamento da € 92.00
  • Mance per autisti, guide e staff hotel
  • Spese di natura personale, telefonate, lavanderia, facchinaggio, etc.
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende” 
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

KAZAKISTAN, MANGYSTAU

Stampa

CON ACCOMPAGNATRICE DALL’ITALIA DA 10 PARTECIPANTI

Durata
9 giorni, 7 notti
Quota per persona
2.455,00 
Prossime partenze
Dal 13 al 21 Maggio 2023
Data di partenza