IRAN


I Tesori dell’Antica Persia


DAL 21 AL 30 APRILE 2023



FOCUS DEL VIAGGIO:

  • IMPEGNO FACILE /MEDIO
  • DURATA 10 GIORNI, 9 NOTTI
  • VIAGGIO CULTURALE, ARCHEOLOGICO, PHOTO EXPERT
  • GUIDA LOCALE IN LINGUA ITALIANA

STILE DEL VIAGGIO:

  • TURISMO ARCHEOLOGICO
  • TURISMO CULTURALE, UNESCO HERITAGE
  • TURISMO ETICO E RESPONSABILE FINALIZZATO ALLA VALORIZZAZIONE DI CULTURE E TRADIZIONI NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE
  • TURISMO FOTOGRAFICO: LANDSCAPE, SKYLINE, PORTRAIT, LIFESTYLE, NATURA, STREET LIFE, ARCHITECTURAL PHOTOGRAPHY

VIAGGIO IN SICUREZZA:

  • HOTEL – STRUTTURE CATEGORIA 4 e 5 *
  • MEZZI DI TRASPORTO IN SICUREZZA (Aereo + Bus)
  • CORRISPONDENTI CONSOLIDATI E AUTORIZZATI
  • ITINERARIO IN SICUREZZA
  • ACCOMPAGNATORE DALL’ITALIA DA 10 PARTECIPANTI
  • GARANZIA POLIZZE DI VIAGGIO EUROP ASSISTANCE

ITINERARIO SINTETICO:

  • 1. ITALIA – VOLO INTERNAZIONALE
  • 2.TEHERAN CITY TOUR  FB
  • 3. TEHERAN – QOM – KASHAN FB
  • 4. KASHAN – ABYANEH – NATANZ – ISFAHAN  FB
  • 5. ISFAHAN CITY TOUR  FB
  • 6. ISFAHAN – NA’IN – MEYBOD – YAZD FB
  • 7. YAZD – ABARKUSH – PASARGADE – SHIRAZ   FB
  • 8. SHIRAZ – PERSEPOLIS – NECROPOLI NAQSH-E ROSTAM – SHIRAZ FB
  • 9. SHIRAZ CITY TOUR – VOLO PER TEHERAN FB
  • 10. VOLO INTERNAZIONALE PER L’ITALIA

LEGENDA:  FB = PENSIONE COMPLETA


EMOZIONI DEL VIAGGIO:

La meta di questo viaggio è l’Iran, l’antica Persia, un paese che in passato ha segnato la storia dell’umanità e che agli inizi degli anni 90, dopo anni di isolamento, ha riaperto le sue frontiere al turismo. Si scoprono le località più importanti del paese sotto gli aspetti storico archeologici, patrimonio culturale UNESCO e la sorprendente ospitalità del popolo iraniano con le sue usanze. Il viaggio inizia con l’arrivo nella capitale Teheran, con i colori e la vitalità dei bazar, dove la raffinatezza dell’artigianato si esprime nella secolare tradizione del tappeto. Ci si sposta poi a sud per scoprire il misticismo di Qom, centro spirituale per la religione sciita. Una sosta presso il villaggio rosso di Abyaneh, che ha mantenuto nel corso degli anni una forte identità culturale, prima di raggiungere Isfahan, perla dell’architettura persiana, culla delle arti e delle scienze. In un’oasi, tra i deserti del Dasht-e Kavir e del Dasht-e-Lut, si visita Yazd la città fondata dai Sassanidi e centro dell’antico culto Zoroastriano, prima di raggiungere Nain e Meybod lungo le tappe dei carovanieri della Via della Seta e poi Isfahan, perla dell’architettura persiana, culla delle arti e delle scienze. Un ultimo splendido tassello è aggiunto a questo itinerario con la scintillante Shiraz, capitale letteraria della Persia, per poi proseguire per Persepoli, simbolo grandioso dell’impero achemenide, e le tombe reali di Naqsh-e-Rostam scavate nella roccia e la tomba di Ciro il Grande a Pasargade.


NOTA 1 – Tutte le escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni di clima e traffico e approfittare delle opportunità che possiamo incontrare lungo il percorso. Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dalla organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo. A causa della contingenza mondiale Covid-19, alcuni servizi, orari e visite potrebbero subire variazioni o cancellazioni.

NOTA 2 – Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dall’organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative e di sicurezza, pur mantenendo le visite previste dal programma. Si richiede spirito di adattamento.

NORME DI ABBIGLIAMENTO: Essendo una repubblica islamica, in Iran vi sono alcune regole da rispettare. Gli uomini devono indossare pantaloni lunghi, le donne devono essere coperte, con gonne o pantaloni lunghi e non attillati, le braccia devono essere coperte così come le gambe. I sandali sono accettati. I capelli devono essere coperti con sciarpe o foulard, anche se non serve che questi siano allacciati strettamente. Non ci sono limiti ai colori permessi, anzi i colori chiari sono consigliati durante la stagione estiva.


NOTA BENE: Si prega di notare prima dell’adesione al viaggio, tutte le disposizioni Sanitarie Internazionali Anti-Covid come previsto da normative in uscita/entrata da/per l’Italia e nel luogo di destinazione del viaggio.

  • GREEN PASS obbligo dal 1° settembre 2021
  • ASSICURAZIONE COVID
  • VISTO all’arrivo in aeroporto

PROGRAMMA:


1° GIORNO: VENERDI’ 21 APRILE 2023 – PARTENZA DALL’ITALIA AEREO

Ritrovo all’aeroporto delle rispettive città di partenza. Disbrigo della formalità di imbarco e partenza con volo di linea per Istanbul; dopo transito aeroportuale e cambio di aeromobile ci sarà il nuovo imbarco per Teheran con pasti a bordo. Espletate le formalità doganali in arrivo, segue il trasferimento in albergo.


2° GIORNO: SABATO 22 APRILE 2023 – TEHERAN CITY TOUR BUS

E’ prevista un’intera giornata di visita alla città di Teheran, la capitale dell’Iran che con oltre 15 milioni di abitanti è una metropoli caotica e moderna; gli interventi urbanistici maestosi (piazza della Rivoluzione) e le larghe strade di comunicazione sono l’emblema di una megalopoli in continua crescita. Si visita il Museo Archeologico che conserva reperti che tracciano la storia del paese, risalenti all’epoca preistorica dal 3° millennio aC. fino al 6° sec dC. Interessante il Grand Bazaar, vecchio di oltre tre secoli, è un sterminato mercato rimasto dove era sorto in origine come caravanserraglio e piccoli mercati attorno ai quali si è poi sviluppata la città. Il centro storico della città, un tempo racchiusi dalle mura della storica cittadella, conserva il Palazzo del Golestān, il più antico monumento della capitale e residenza storica della dinastia reale Qajar, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Da molte prospettive urbane è possibile osservare la Torre Milad, inaugurata nel 2008, che con i suoi 435 metri di altezza è la più alta torre dell’Iran e la sesta torre più alta del mondo. Cena e Pernottamento.


3° GIORNO: DOMENICA 23 APRILE  2023 – TEHERAN – QOM – KASHAN BUS

Trasferimento per Kashan, lungo il cui percorso è prevista una sosta a Qom, centro spirituale per la religione sciita. La città deve la sua importanza alla presenza del Santuario Hazrat-e Masumeh, che ospita la tomba di Fātemé (sorella dell’Emam Rezā), che morì e fu seppellita qui nel IX secolo. Si prosegue per Kashan, nota per l’estrazione dell’acqua di rose e per l’architettura civile tradizionale in stile Qajar, con residenze storiche abbellite da specchi, stucchi, vetri colorati, cupole e maioliche, che risalgono al XVII secolo. Questo stile è descritto anche come arte introversa – dall’esterno non si vede niente – normalmente c’è un corridoio prima di arrivare al cortile e l’edificio è costruito ad un livello inferiore rispetto alla porta. Secondo il tempo disponibile, si visita la Casa Tabātabāei risalente al XIX secolo, oppure la Borujerdi House (costruita per l’amore di un giovane mercante verso una ragazza di Kashan) con splendide decorazioni e vetrate policrome. Se non è venerdì o festività nazionale, si può visitare anche l’Hammam-e Sultan Mir Ahmad, un bagno turco, ricco di maioliche, stupendamente restaurato, che è uno dei più belli dell’Iran. Cena e Pernottamento.


4° GIORNO: LUNEDI’ 24 APRILE 2023 – KASHAN – ABYANEH – NATANZ – ISFAHAN BUS

Si raggiunge, a circa 70 chilometri a sud est di Kashan, Abyaneh ai piedi del monte Karkas. L’isolamento forzato dovuto alle condizioni morfologiche del territorio ha permesso ad Abyaneh di mantenere nel corso degli anni una forte identità culturale davvero unica, tanto da renderla una sorta di museo archeologico e antropologico a cielo aperto. Abyaneh nacque per volontà degli zoroastriani in fuga dai conquistatori islamici intorno al settimo secolo. Le case del villaggio, che ha una storia antichissima risalente a circa 2000 anni fa, sono costruite in mattoni e rivestite da uno strato di paglia e fango rossastro, ottenuto dal terreno locale ricco di minerali ferrosi, che gli hanno fatto meritare il soprannome di Villaggio Rosso. Le donne non hanno abbandonato il loro abbigliamento tradizionale policromo e molte di loro indossano ancora uno scialle bianco con particolari decorazioni floreali. Con un percorso pedonale all’interno del labirinto di case di colore rosso ocra, si visita il mausoleo Yahya Ebne Issa a forma di un missile. Una sosta a Natanz, per visitare la Moschea del Venerdì, precede l’arrivo a Isfahan. Un breve tour per prendere confidenza con la città conduce a visitare Jolfa, il suo quartiere armeno dove si trova la Cattedrale di Vank, un monastero della Chiesa apostolica armena risalente all’anno 1655, dove si possono ammirare i magnifici interni dal soffitto dorato e le pareti decorate con dipinti ad olio Non può mancare la visita di una Galleria di Tappeti tipici Persiani, dove si può ammirare l`arte più  famosa della Persia. L’arte della produzione del tappeto è nata durante l’era della dinastia Safavide che regnò tra il 1500 e il 1700 dC; la produzione si bloccò dopo l’invasione degli Afgani che segnò la fine della dinastia per poi riprendere nei primi decenni del novecento a cavallo tra le due guerre mondiali. Cena e Pernottamento.


5° GIORNO: MARTEDI’ 25 APRILE 2023 – ISFAHAN CITY TOUR  BUS

Giornata interamente dedicata alla visita di Isfahan. Per secoli la città è stata crocevia di commerci, mercanti, artigiani, illuminati che hanno dato impulso per la creazione di una città culturale, signorile che lascia senza fiato per la bellezza dei suoi monumenti. Il periodo di maggior splendore nella sua antichissima storia è stato durante il regno di Abbas I (1587-1629), sovrano Safavide che fece costruire moschee, palazzi, dimore di pregevole fattura trasformando Isfahan in un centro artistico e culturale di prima grandezza. Visita della città con la stupenda piazza centrale Naqsh-e Jahàn, intitolata all’Imam Khomeyni, una volta considerata come la seconda piazza più grande del mondo dopo Tiennamen in Cina. Questa piazza Patrimonio Unesco, è chiusa da portici e adornata su ogni lato da 4 gioielli architettonici che simboleggiano gli ambiti politici, economici e religiosi della Persia Safavide. A nord l’entrata del Gran Bazar (a cui si accede attraverso un’antica porta monumentale), a est la Moschea dello Sceicco Lotfollah (Masjed-e Sheikh Lotfollah), una delle rarissime senza minareti e dedicata alle donne (in quanto la moschea non era di uso pubblico, ma esclusivamente riservata alle donne dell’ harem dello scià), a sud la maestosa Moschea dell’Imam (Masjed-e Emam), Patrimonio mondiale UNESCO (con una cupola rivestita di piastrelle blu, capolavoro dell’architettura e decorazione dell’arte persiana islamica), a ovest il Palazzo Reale Ali Qapu (che segna l’ingresso al quartiere residenziale dei sovrani Safavidi) e il Palazzo delle Quaranta Colonne Chehel Sotoun, un padiglione persiano nel mezzo di un parco, in fondo a una lunga piscina. Il palazzo Chehel Sotoun è tra i 9 Giardini iraniani che sono registrati come uno dei 17 siti UNESCO patrimonio dell’Iran sotto il nome di giardino persiano. Si prosegue con la visita dell’animatissimo Bazar, uno dei più importanti ed estesi di tutto l’Iran, per ammirare lo straordinario artigianato persiano: tappeti, ceramiche, stoffe, mosaici e miniature. Cena e pernottamento.


6° GIORNO: MERCOLEDI’ 26 APRILE 2023 – ISFAHAN – NA’IN – MEYBOD – YAZD BUS

Lungo il percorso per Yazd, una sosta a Na’in consente la visita di una delle più antiche moschee del Paese, la Masjid-e-Jāmeh Nā’īn o del Venerdì. Si prosegue alla volta dell’antica citta’ di Meybod, molto simile a Bam, per visitare i resti del Castello di Narin, uno dei più antichi dell’Iran costruito di mattoni di fango e paglia risalente al 4° millenio aC. Nei pressi sono il caravanserraglio Shah-‘Abbâsi e la Ghiacciaia Yakh Dan, che serviva per comprimere e custodire il ghiaccio e la neve fino a luglio. Si perviene a Yazd, capoluogo dell’omonima regione iraniana compreso in un’oasi tra i deserti del Dasht-e Kavir e del Dasht-e-Lut . Quest’oasi città richiama le tappe dei carovanieri della Via della Seta ma anche la storia pre-islamica dell’Iran con i suoi siti Zoroastriani. In seguito ad un adattamento secolare al deserto circostante, Yazd presenta un’architettura unica. Il suo antico e storico quartiere Fahadan è protetto dall’Unesco. Esso infatti è stato costruito interamente con l’adobe, un materiale da costruzione a base di paglia e argilla. La città fu visitata nel 1272 da Marco Polo, che la descrisse come “Città splendente di moschee”. Qui  si visitano i monumenti più significativi tra cui le Torri del Vento (chiamate badghir in persiano, erano una soluzione naturale per affrontare il clima molto caldo, tipico di vaste aree dell’antica Persia), la  Moschea del Venerdì Masjed-e Jameh, risalente al periodo Ilkhanide con il portale rivestito di maioliche tra i più alti dell’Iran e i minareti gemelli più alti dell’Iran, ed il complesso Amir  Chakhmaq (Mirciakhmaq) costruito in una bellissima piazza medioevale, circondata da un bazar. Cena e Pernottamento.


7° GIORNO: GIOVEDI’ 27 APRILE 2023 – YAZD – ABARKUSH – PASARGADE – SHIRAZ BUS

Completando la visita di Yazd, si raggiunge il Tempio del Fuoco (Atashkadeh), dove in un braciere dall’anno 470 dC. viene custodito e mantenuto sempre vivo il Fuoco Sacro. Alla periferia di Yazd sorgono le Torri del Silenzio Dakhmeh-ye Zartoshtiyun, costruite dagli Zoroastriani, gli Adoratori del Fuoco, per deporvi i cadaveri; gli avvoltoi mangiavano la carne e rimanevano le ossa, che in seguito venivano riposte in un ossario. Si tratta di una tradizione antica che però è stata ormai abbandonata anche dai pochi fedeli che questa antichissima religione ancora può contare in quella che fu un tempo una delle sue città sante. Una breve sosta a Abarkuh, consente di osservare il noto cipresso millenario (la cui età viene stimata all’incirca tra i 4500 e gli 8 mila anni) considerato il secondo albero più vecchio del mondo. Secondo alcune leggende  esso sarebbe stato piantato da Zoroastro, secondo altre da Jafet, il figlio di Noè. Si prosegue per Pasargade, prima capitale Achemenide e centro del primo Impero Persiano durante il regno di Ciro II il Grande, fondatore della dinastia, di cui visiteremo la Tomba. Il sito archeologico inserito nel 2004 nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO si estende su una superficie di 1,6 km2. Arrivo a Shiraz. Cena e Pernottamento.


8° GIORNO: VENERDI’ 28 APRILE 2023 – SHIRAZ – PERSEPOLIS – NECROPOLI NAQSH-E ROSTAM – SHIRAZ  BUS

Si raggiunge Persepolis, capitale spirituale dell’Impero degli Achemenidi. Gli iraniani lo chiamano Takht-e Jamshid (trono di Jamshid), essendo Jamshid il primo, probabilmente mitico, sovrano dell’Iran. Fondata da Dario I nel 518 aC, completata dai suoi successori e distrutta durante l’invasione di Alessandro Magno, Persepoli rappresenta oggi uno dei più imponenti complessi di antiche rovine al mondo. Il sito archeologico, grande e ottimamente conservato, è uno dei più importanti del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Oltre ai resti degli imponenti palazzi, colonne e templi, l’Apadana (o Sala delle Udienze, a pianta quadrata e scandita da sei file di snellissime colonne) e scalinate monumentali, si possono osservare gli stupendi bassorilievi che raffigurano la grandezza che aveva raggiunto l’Impero di Persia. Infatti, i bassorilievi descrivono in maniera superba le popolazioni sottomesse all’Impero che si recano presso i Palazzi dei Re per versare tributi e doni. Si prosegue per la Necropoli di Naqsh-e Rostam dove si trovano le tombe dei quattro Re: Dario I e Dario II, Serse e Artaserse. Rientrando a Shiraz, si visita la Tomba di Hafez, noto poeta persiano, circondata da un bellissimo giardino, meravigliosamente conservato. All’interno di un elegante padiglione ottagonale è situata la tomba vera e propria, sulla cui lapide di marmo è inciso un lungo verso tratto dall’opera del poeta, vero innovatore della lingua persiana. E’ previsto un giro conclusivo al Bazar prima di rientrare in albergo. Cena e Pernottamento.


9° GIORNO: SABATO 29 APRILE 2023 – SHIRAZ CITY TOUR – VOLO PER TEHERAN BUS, AEREO 

La giornata è dedicata alla visita di Shiraz, antica capitale della Persia durante la dinastia Zand (1750 – 1794) con oltre 1.860.000 abitanti. Shiraz, la “città delle rose” è rinomata per il clima mite, i giardini straordinari e per l’atmosfera raffinata. Una bella passeggiata al centro storico di Shiraz conduce nel cuore dei suoi monumenti più importanti. Tra essi, l’Orangerie anche chiamata il Giardino degli Aranci dove all’interno oltre il cortile con palme e aranci si trova il Naranjastan-e Qavam un edificio decorato costruito per la ricca famiglia Qavam, ricchi mercanti; la Moschea di Nasir ol Molk, conosciuta come la moschea della rosa (caratterizzata da ampie vetrate colorate nella sala di preghiera invernale); lo spettacolare Shah-e-Cherag, o “Mausoleo del “Re della luce”, senz’altro uno degli edifici sacri più belli al mondo. Il city tour si conclude con la visita dall’esterno del complesso di Zandiyeh con la sua imponente Cittadella Karim Khan che domina il centro della città e di un tipico Hammam. Ultima cena. Si raggiunge l’aeroporto per il volo interno su Teheran e poi l’albergo in zona aeroporto e il pernottamento di poche ore.


10° GIORNO: DOMENICA 30 APRILE 2023 – TEHERAN VOLO PER L’ITALIA  AEREO

Si raggiunge l’aeroporto di Teheran dove, espletate le formalità doganali di uscita, segue l’imbarco e la partenza con volo di linea per Istanbul. Dopo un breve transito e cambio di aeromobile, si riparte per la destinazione finale in Italia con pasti a bordo.

                                                                       Fine dei servizi di Viaggitribali “Iran, i tesori dell’antica Persia”


Quota di partecipazione a persona in camera doppia:

€ 2280.00 + Tasse Aeroportuali

Con guida locale in lingua italiana



LE SISTEMAZIONI IN CORSO DI VIAGGIO:

Hotel categoria 4 / 5 stelle

  • Teheran: Hotel Laleh  o similare (2 notti)
  • Kashan: Hotel Negarestan  o similare
  • Isfahan: Hotel Zohreh  o similare (2 notti)
  • Yazd: Hotel Moshir al Mamaled o similare
  • Shiraz: Hotel Arg  o similare (2 notti)
  • Ultima notte: Hotel presso Aeroporto IKA Teheran Rexan

NB = I nomi delle sistemazioni saranno comunicate prima della partenza con Foglio Comunicazioni.


VOLI INDICATIVI/COMPAGNIA AEREA TURKISH AIRLINES DA:

Milano Malpensa 

  • TK1896 21APR MXPIST 1455 1850
  • TK 880 21APR ISTIKA 2000 0025+1
  • TK 879 30APR IKAIST 0735 0925
  • TK1895 30APR ISTMXP 1205 1400

Venezia  

  • TK1868 21APR VCEIST 0930 1305
  • TK 880 21APR ISTIKA 2000 0025+1
  • TK 879 30APR IKAIST 0735 0925
  • TK1869 30APR ISTVCE 1745 1910

Roma Fiumicino  

  • TK1862 21APR FCOIST 1125 1505
  • TK 880 21APR ISTIKA 2000 0025+1
  • TK 879 30APR IKAIST 0735 0925
  • TK1865 30APR ISTFCO 1245 1425

NB: Operativi voli quotati al 23.08.2022 e soggetti a variazione all’atto della stampa del biglietto aereo.

Su richiesta voli da altre città collegate con quotazione a parte


Volo Interno

  • 29 APR 2023 Shiraz > Teheran

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea internazionale in classe economica
  • Sistemazione in camere doppie in hotel
  • Pensione completa
  • Tutti i trasferimenti in Bus o Minivan (secondo numero pax) con A/C e Autista
  • Acqua e bevande a bordo, durante i trasferimenti
  • Volo interno Shiraz – Teheran
  • Tutti i Transfer APT/HTL/APT
  • Assistenza e facchinaggio bagagli
  • Visite come da itinerario con ingressi compresi
  • Guida parlante italiano
  • Accompagnatore dall’Italia da 10 partecipanti
  • Assicurazione Medico/Bagaglio Base come indicato nel programma (massimali € 20.000/€ 1.000)
  • Quota d’iscrizione € 100

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali, definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante al 23.08.2022 da €251.33
  • Visto all’arrivo in aeroporto single entry, indicativamente € 85
  • Avvicinamento da altri aeroporti
  • Adeguamento quota voli all’atto della prenotazione
  • Tutte le Bevande
  • Assicurazione Integrazione Spese Mediche (massimali € 200.000) € 91.50
  • Assicurazioni Extra prolungamento soggiorno € 39
  • Assicurazione annullamento da € 89
  • Camera singola € 350
  • Mance, extra personali, mance per foto-video, servizio lavanderia
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende” 
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

IRAN, i Tesori dell’Antica Persia

Stampa

CON VIAGGIATORE ESPERTO DA 10 PARTECIPANTI

Durata
10 giorni, 09 notti
Quota per persona
2.280,00 
Prossime partenze
Dal 21 al 30 Aprile 2023
Data di partenza