CIPRO ISOLA DI AFRODITE


CIPRO NORD E SUD: TRA MITO, STORIA E  TESORI NASCOSTI  DELL’UNESCO

L’ALTRA FACCIA DI CIPRO: L’ULTIMO MURO D’EUROPA, IN UN’ISOLA AL CROCEVIA TRA EUROPA, ASIA ED AFRICA


Dal 6 al 14 Novembre 2021



IN 9 GIORNI/8 NOTTI


IMPEGNO FACILE
DURATA 9 GIORNI
VIAGGIO CULTURALE, ARCHEOLOGICO, NATURALISTICO, UNESCO HERITAGE, LIFESTYLE, INTERESSE STORICO/SOCIALE, ATTUALITA’, TURISMO ESPERIENZIALE, LANDSCAPE LOVER, DESSERT & WINE TASTING, PORTRAIT, PHOTO EXPERT

GUIDA LOCALE IN LINGUA ITALIANA


Viaggio nell’isola mediterranea divisa in due da oltre 40 anni, crocevia di popoli, con un patrimonio archeologico dal valore inestimabile e un mare dalle mille sfumature di blu. Terza del Mediterraneo per dimensioni, dopo Sicilia e Sardegna, ha una storia profondamente intrecciata con la mitologia classica, secondo cui l’isola avrebbe visto nascere dalle sue acque la dea Afrodite (la Venere dei Romani) e dove si possono coniugare relax e avventura, cultura e bellezze naturali, divertimento e spiritualità. Infatti si trovano alcuni dei monumenti, delle spiagge e dei siti archeologici più interessanti di tutta l’isola, dichiarati patrimonio dall’Unesco.  L’area dei Monti Troodos, conservando una natura intatta con scenari paesaggistici strepitosi, presenta monasteri bizantini di pregevole valore artistico e villaggi rurali tradizionali; per questo costituisce una delle poche zone genuine e non ancora toccata dallo sviluppo turistico. La visita nell’area di Cipro Nord consente un significativo approfondimento socio-culturale e storico in un area poco sfruttata dal turismo e priva di pericoli, che stupisce il viaggiatore contemporaneo colmando una lacuna all’interno di un angolo insolito d’Europa.


ITINERARIO SINTETICO

NB: FRONTIERA NORD e SUD APERTA (aggiornamento al 14.06.2021)

  • 1. Italia – Volo Internazionale per Larnaca – Limassol  (D)
  • 2. Limassol – Kolossi – Kourion – Omodos  (FB)  WINE TASTING
  • 3. Famagosta – Salamina  (FB) CIPRO NORD
  • 4. Nicosia  (FB) CIPRO SUD E NORD
  • 5. Sant’Ilarione – Bellapais – Kyrenia  (FB) CIPRO NORD
  • 6. Paphos – Petra Tou Romiu – Nea Paphos  (FB)  UNESCO HERITAGE 
  • 7. Troodos – Chiese e Villaggi di Montagna  (FB)  MONTI TROODOS – UNESCO HERITAGE     
  • 8. Kiti – Hala Sultan Tekeksi – Larnaca – Choirokitia  (FB)  POUREKIA – UNESCO HERITAGE 
  • 9. Limassol – Larnaca – Volo Internazionale per l’Italia (B)  

PROGRAMMA: CIPRO


B= BREAKFAST – COLAZIONE
D= DINNER – CENA / FB = FULLBOARD – PENSIONE COMPLETA


NOTA – Tutte le escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni del tempo e approfittare delle opportunità che possiamo incontrare lungo il percorso. Considerando la natura del viaggio, alcune parti potrebbero essere modificate per cause imprevedibili e sulla base di decisioni dello staff locale. Sono richiesti flessibilità e spirito di adattamento.


CIPRO NORD  L’ISOLA CHE NON C’E’ LA LINEA VERDE  così viene chiamato il tratto che divide in due l’isola. Si tratta di un vero e proprio confine, definito nel 1964 dal generale Peter Young, a capo delle forze britanniche presenti a Cipro. Il termine deriva dal colore della matita utilizzata dal comandante per tracciare sulla mappa di Nicosia, la capitale contesa, i quartieri greci e turchi dopo i gravi scontri che si tennero in quello stesso anno tra le due comunità. Cipro Nord è una repubblica auto-proclamata, collocata nella parte più settentrionale dell’isola di Cipro. Questa singolare situazione politica è stata causata dall’occupazione turca di alcuni possedimenti ciprioti che portarono alla divisione del territorio insulare in due parti. Una storia a dir poco singolare che suscita la curiosità di chi va in visita nell’isola di Afrodite. Oltrepassare la linea di confine e spingersi fino a Cipro Nord permette di compiere un vero viaggio nel tempo in un territorio in cui il decorso momentaneo pare essersi fermato. La presenza di militari nelle stradine di Nicosia Nord è oggi simbolica. Per i cittadini europei, nonostante ufficialmente sia richiesto di presentare il passaporto, di solito viene accettata anche la carta d’identità.


1° GIORNO: SABATO 6 NOVEMBRE  2021: ITALIA – VOLO PER LARNACA – LIMASSOL  (D) AEREO  

Partenza dall’aeroporto della città italiana di origine. Disbrigo delle formalità di imbarco. Partenza con volo per Larnaca con transito europeo. Arrivo all’aeroporto di Larnaca e trasferimento in albergo a Limassol, la seconda città più popolosa dell’isola (oltre 100.000 ab). Situata sulla Baia Akrotiri, sulla costa meridionale dell’isola, è il più grande capoluogo di Cipro e del distretto omonimo. Cena e pernottamento.


2° GIORNO: DOMENICA 7 NOVEMBRE 2021: FAMAGOSTA – SALAMINA MINIVAN (FB)  CIPRO NORD   

Partenza h 8. NOTA: E` necessario avere il vostro passaporto/carta d’identità durante questa escursione. Giornata dedicata alla visita della parte settentrionale di Cipro. Dopo il controllo dei documenti da parte delle autorità turche, passaggio in minivan attraverso la GREEN LINE (border) nella parte turco-cipriota. Si visita Famagosta (in greco: Αμμόχωστος, Ammochostos; in turco Gazimağusa), città appartenente de facto alla cosiddetta Repubblica Turca di Cipro del Nord e, de iure, alla Repubblica di Cipro, con 41.000 abitanti. La città medioevale è racchiusa da possenti mura veneziane, che testimoniano il glorioso passato e la storica necessità della città di difendersi da attacchi nemici. Durante la Guerra di Cipro (1570-1573), Famagosta fu l’ultima roccaforte veneziana nell’isola e la sua caduta avvenne nel 1571. La prima visita è dedicata alla Cattedrale di S. Nicola in stile gotico francese, nel 1571 trasformata nella moschea Lala Mustafa Pasha Cami, dentro cui al tempo dei Lusignano aveva luogo l’incoronazione di molti dei sovrani di Cipro e Gerusalemme fino all’occupazione genovese (1373). Da quella data anche questa cerimonia fu trasferita nella cattedrale di Santa Sofia a Nicosia. La facciata principale è quella occidentale e mostra la parte superiore dei due torrioni danneggiata dai bombardamenti turchi del 1571. Breve visita alla cittadella e alla Torre di Otello. Tempo a disposizione per fare una passeggiata e visitare dall’esterno chiese trasformate in moschee e parte delle mura veneziane. Si prosegue per visitare il Monastero abbandonato di S. Barnaba, costruito nel 477 d.C. nelle vicinanze della sua tomba e successivamente ristrutturato dal popolo Ottomano nel 1756. Molte icone, pitture murali ed altri oggetti sono attualmente in esposizione tra le mura del monastero. Sulla costa orientale bagnata dal mare  si raggiunge Salamina, città natale e luogo di uccisione di San Barnaba, il santo che aveva accompagnato San Paolo durante i suo viaggi attraverso Cipro. Fondata da Teucro nel 1180 a.C, al suo ritorno dalla guerra di Troia, Salamina è un sito archeologico molto importante con il teatro, le terme e la palestra. Alla fine della giornata si ha modo di vedere dall’esterno la parte più controversa di Famagosta, Ammochostos tristemente nota come città fantasma, in quanto recintata con filo spinato e pertanto non visitabile. La città dopo il 1974 è stata ufficialmente divisa in due e i cittadini greco-ciprioti sono stati cacciati e costretti ad abbandonare tutto per lasciare spazio ai turchi. Al di là dello stato di abbandono e degrado che si percepisce e dalle sue rovine, la città mostra tuttavia che in passato fu un centro ricco e grandioso. Trasferimento in albergo a Limassol. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento in albergo.

NOTA BENE : Al momento della stesura del programma, la GREEN LINE risulta chiusa per Covid-19; si è fiduciosi nella sua riapertura e nel caso persista il divieto di ingresso a Cipro Nord, verrà alternativamente proposto il seguente programma: FRONTIERA NORD e SUD APERTA (aggiornamento al 14.06.2021) Oggi si scopre l’entroterra dell’isola, il cuore verde di Cipro, il massiccio dei monti  Troodos, una delle poche zone non ancora toccata dallo sviluppo turistico. Prima sosta vicino al paese di Nikitari per visitare la chiesa di Panagia Asinou completamente affrescata e costruita fra l’11° e il 12° secolo. Si prosegue quindi per il paese di Galata dove si visitano le due chiese, quella di Panagia Podithou e la Cappella dell’Arcangelo Michele. Vicino al tipico paesino di Kakopetria,  si visita infine la chiesa di San Nicola del Tetto con affreschi che vanno dal 11° al 17° secolo.  


3° GIORNO: LUNEDI’ 8 NOVEMBRE 2021: LIMASSOL – KOLOSSI – KOURION – OMODOS MINIVAN (FB)  WINE TASTING

Partenza h 8. L’intera giornata è dedicata alla visita di Limassol, del vecchio porto, facendo una passeggiata nella città vecchia, e dei suoi dintorni. Famosa per la sua lunga tradizione culturale, la città è un vivace centro marittimo e commerciale oltre che il maggiore polo turistico dell’isola, ma è anche famosa per la produzione di vino. Durante l’escursione si visita il Castello di Kolossi, una ex roccaforte medievale dei crociati. Esempio originale d’architettura militare costruito nel XIII secolo, fu successivamente ristrutturato nel XV Sec. d.C. L’edificio fu utilizzato come gran comando dell’ordine di San Giovanni di Gerusalemme e successivamente passò sotto il dominio dei Cavalieri Templari. Proprio in questa Fortezza, Riccardo Cuor di Leone sposo’ Berengaria di Navarra e la incorono’ Regina d’Inghilterra nel 1191. Si prosegue con la visita della città greco-omana di Kourion, uno dei siti archeologici più importanti di Cipro, le cui rovine testimoniano la diffusione del Cristianesimo. All’interno della sua cinta muraria si trovano i resti di un teatro completamente restaurato e la Villa d’Eustolios con i suoi mosaici e simboli cristiani. Si continua l’escursione con la visita del Santuario di Apollo Ylatis, dio dei boschi, che era il protettore della città di Kourion. Il culto di Apollo fu qui celebrato dall’VIII secolo a.C. fino al IV secolo d.C.  Si prosegue ancora alla volta del pittoresco paesino di Omodos, situato nei monti Troodos, dove si coltivano i vitigni del vino di Cipro come la Commandaria, prodotto inizialmente dai crociati. Quale migliore occasione prima di rientrare per sostare in un’azienda vinicola, dove è possibile assaggiarne la produzione locale: la Koumandaria e la Zivania. La “Koumandaria” è un vino passito dolce da dessert prodotto sin dall’antichità; la zona è infatti conosciuta per il suo vino dolce, che divenne noto come il “Vin de Commanderie” o Commandaria. La Zivania è la grappa cipriota. Al centro del villaggio di Omodos si trova Timios Stravròs (Monastero della S. Croce), eretto nei primi secoli cristiani sulla grotta dove era stata rinvenuta una reliquia. Tempo a disposizione per passeggiare nel villaggio. Omodos e’ noto anche per la produzione di prodotti tipici: il pane a forma di ciambella, i croccantini con lo sciroppo di carruba e il “soutzoukos”,collane di mosto con la frutta secca. Una sosta in un negozio/laboratorio per assaggiare tutto è doverosa. Pranzo durante l’escursione. Si raggiunge infine Limassol e l’albergo per la cena e il pernottamento.


4° GIORNO: MARTEDI’ 9 NOVEMBRE 2021: NICOSIA  A PIEDI (FB)  CIPRO SUD E NORD  

Partenza h 8. NOTA: E` necessario avere il vostro passaporto/carta d’identità durante questa escursione. Giornata dedicata alla scoperta di Nicosia, capitale millenaria di Cipro e unica città europea ancora oggi divisa a metà, chiamata in greco Βόρεια Λευκωσία, traslitterato “Vóreia Lefkōsia” per la parte cipriota; in turco [Kuzey] Lefkoşa per la parte turca. Nicosia Nord è la capitale della Repubblica di Cipro del Nord, autoproclamata dopo il Natale di Sangue di Cipro; de iure, il territorio appartiene alla Repubblica di Cipro ed è parte integrante della città di Nicosia. Nicosia è la doppia capitale di Cipro, per via delle due realtà che coesistono sull’isola, la Repubblica di Cipro e la Repubblica Turca di Cipro del Nord, nate dopo le tensioni e il conflitto tra la comunità greco-cipriota e quella turco-cipriota che sfociarono nel 1974 in un colpo di Stato e nella seguente invasione turca della regione settentrionale dell’isola. La linea di divisione tra le due zone Nord e Sud è comunemente chiamata Linea Verde/GREEN LINE e si compone di fili spinati, guarnigioni militari e alcuni tratti di vero e proprio muro. Nicosia è l’unica capitale divisa al mondo e, in prossimità di tale confine, è operativa la missione UNFICYP delle Nazioni Unite. La Municipalità turca è sorta nel 1958, durante l’occupazione britannica. Con 61. 500 abitanti è il centro più popoloso di Cipro del Nord. NICOSIA SUD: Prima sosta al Museo Archeologico Nazionale che racchiude una ricca collezione di reperti dal periodo Neolitico a quello Romano. Fiancheggiando le Mura Veneziane si prosegue fino alla piazza dell’Arcivescovado per visitare il Museo Bizantino con la sua pregevole raccolta di icone, antichi dipinti, carte geografiche e litografie. Notevole è la Cattedrale di San Giovanni completamente affrescata con pitture risalenti al XVIII secolo. Attraversando Laiki Yeitonia, quartiere popolare e tradizionale all’interno delle mura della città, si ha modo di osservare la genuinità della vecchia Nicosia. Il restauro delle case di Laiki Yeitonia è un esempio di architettura urbana cipriota tradizionale. Gli edifici risalgono alla fine del XVIII secolo, con materiali da costruzione principalmente legno, arenaria e mattoni crudi. È un’area pedonale di strade strette e tortuose, che combina case residenziali con negozi di artigianato, negozi di souvenir e taverne. Quindi si transita a piedi nella parte nord della città attraverso Ledra Street (border pedonale). NICOSIA NORD : Ledra Stret – anche questa strada centrale è divisa a metà – da un lato i negozi occidentali alla moda e dall’altra (lato turco) le bancarelle e i caffè, dove sedersi a osservare la vita che scorre tranquillamente come una volta, gustando kebab e meze. Sosta alla Cattedrale di Santa Sofia, bellissimo esempio di gotico francese che, dopo la conquista ottomana, fu trasformata in Moschea Selimiye con l’aggiunta di due minareti, un pulpito ed un altare. Notevole è il Büyük Han, il grande caravanserraglio, costruzione su due piani, paragonabile oggi ad un motel, eretta nel 1572 da Muzafer Pasha, il primo Governatore ottomano a Cipro. Ben tenuto e fedelmente restaurato fa rivivere alcuni momenti del passato di quando le carovane arrivavano in questi posti per cercare ristoro e un posto per dormire. Nel cortile c’é una piccola moschea e le sale circostanti vengono usate come botteghe da artisti tradizionali (pittori, ceramiche e negozi di souvenir). Si raggiunge infine l’albergo a Limassol. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento in albergo.

NOTA BENE : Al momento della stesura del programma, la GREEN LINE risulta chiusa per Covid-19; si è fiduciosi nella sua riapertura e nel caso persista il divieto di ingresso a Cipro Nord, verrà alternativamente proposto il seguente programma: FRONTIERA NORD e SUD APERTA (aggiornamento al 14.06.2021) Oggi giornata dedicata alla scoperta di Nicosia, capitale millenaria di Cipro e ancora divisa a metà! Prima sosta al Museo Archeologico che racchiude una ricca collezione di reperti dal periodo Neolitico a quello Romano. Fiancheggiando le mura Veneziane proseguiremo fino alla piazza dell’Arcivescovado per visitare il Museo Bizantino con la sua pregevole raccolta di icone. Inoltre si visita la cattedrale di San Giovanni completamente affrescata. Visita del museo municipale di Leventis, che racconta la storia della capitale dal neolitico fino ai nostri giorni. Si fa una lunga passeggiata a Laiki Yeitonia, il quartiere popolare ricco di negozi e taverne. La maggior parte delle chiese di questa zona sono del 18° e 19° secolo quando l’isola era sotto il dominio Ottomano. Interessante è anche l’architettura di alcune case dello stesso periodo. Si raggiunge infine l’albergo a Limassol. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento in albergo.


5° GIORNO: MERCOLEDI’ 10 NOVEMBRE 2021: CASTELLO DI SANT’ILARIONE – BELLAPAIS – KYRENIA MINIVAN (FB)  CIPRO NORD  

Partenza h 8. NOTA: E` necessario avere il vostro passaporto/carta d’identità durante questa escursione.  Partenza per la parte nord dell’isola, transitando per la GREEN LINE con minivan. Allineati lungo le pendici del Pentadaktylos si susseguono i suggestivi fortilizi da cui si poteva sorvegliare e difendere l’isola dagli attacchi via mare. Tra essi, sulla catena montuosa di Kyrenia a 732 m, si distinguono le rovine del Castello di Sant’Ilarione, costruito verso gli inizi del XII secolo d.C. attorno ad un monastero greco, di cui si conservano i ruderi della chiesa. Gli stili sono sovrapposti e rappresentano una miscellanea di apporti dal bizantino al gotico. Il suo nome trae origine dal monaco eremita San Ilario, che scappò dalla Terra Santa a seguito delle persecuzioni e, secondo la legenda, visse gli ultimi anni della sua vita sulle cime di questa montagna. Le pareti e le torri appaiono quasi a caso a spuntare le rocce, dando al castello un look di fiaba. Infatti si dice che abbia ispirato Walt Disney per disegnare il castello della malvagia matrigna di Biancaneve e i sette nani. Accanto al suo incantevole scenario storico, gli splendidi panorami sono imperdibili. (Si prega di indossare scarpe adatte – la passeggiata al castello è irregolare e scivolosa). Si prosegue per Bellapais, piccolo villaggio nel distretto di Kyrenia nella parte settentrionale di Cipro, a circa quattro miglia dalla città di Girne (Kyrenia), ubicato su una terrazza che si affaccia sul Mediterraneo offrendo una vista spettacolare. È sotto il controllo de facto dello Stato di Cipro del Nord. Il villaggio fu la dimora per alcuni anni di Lawrence Durrell, che scrisse sulla vita a Cipro nel suo libro “Gli amari limoni di Cipro”. L’Abbazia di Bellapais è una delle principali attrazioni turistiche, ed il suo nome attuale è una forma corrotta dell’Abbaye de la Paix o Abbazia della Pace (da “belle pais o bella pace”). Il monastero, un gioiello dell’arte gotica, ê situato sui fianchi della montagna chiamata ‘Montagna Dalle Cinque Dita’. Benchè in rovina, si distingue per il bellissimo rosone sulla facciata, le volte ad archi gotici, le finestre decorate, il chiostro trecentesco e le terrazze che offrono un magnifico panorama. Gli affreschi italiani all’entrata della cappella risalgono al XV secolo. I primi monaci del monastero provenivano dall’Ordine di Sant’Agostino, emigrati da Gerusalemme. Oggi il luogo è molto conosciuto e frequentato e nel villaggio si respira ancora un’atmosfera in gran parte autentica. Si prosegue per Kyrenia (o Girne), un’antica cittadina che con il suo porticciolo veneziano a forma di ferro di cavallo, il suo castello medievale, le sue piccole case e le viuzze fanno ricordare una città costiera del Sud della Francia. Si visita il Castello con il museo dedicato al “relitto di Kyrenia” del periodo Ellenistico. Il Castello fu costruito per proteggere la città contro le razzie arabe del settimo secolo. Quando i Genovesi conquistarono il castello nel 1489, ricostruirono le fortificazioni per fare fronte all’artiglieria ottomana. All’interno del castello si visita la cappella bizantina di San Giorgio costruita nell’undicesimo secolo. Si raggiunge infine l’albergo a Limassol. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento a in albergo.

NOTA BENE : Al momento della stesura del programma, la GREEN LINE risulta chiusa per Covid-19; si è fiduciosi nella sua riapertura e nel caso persista il divieto di ingresso a Cipro Nord, verrà alternativamente proposto il seguente programma: FRONTIERA NORD e SUD APERTA (aggiornamento del 14.06.2021)Partenza per la penisola di Akamas, area protetta e dichiarata parco nazionale. All’inizio della penisola breve passeggiata per visitare i “bagni di Afrodite”, luogo legato alla mitologia greca. Dal porticciolo di Latchi partenza per la gita in barca (circa 3 h) che permetterà di fare il bagno alla baia di “blue lagoon”. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento in albergo.


6° GIORNO: GIOVEDI’ 11 NOVEMBRE 2021: PAFHOS – PETRA TOU ROMIU – NEA PAPHOS  MINIVAN (FB)  

Partenza h 8. UNESCO HERITAGE. Pafhos è la più importante e antica città della costa occidentale dell’isola di Cipro, nota in tutto il mondo per via del celebre mito greco relativo alla nascita della dea Afrodite, nata dalla spuma del mare cavalcando una conchiglia. Secondo l’antica leggenda infatti la dea dell’amore sarebbe nata proprio sul litorale dell’isola di Pafhos, a una quarantina di chilometri dal centro cittadino, in prossimità della località di Capo Aspron, dove sorge uno scoglio, noto con il nome di Petra tou Romiou, che avrebbe dato i natali ad Afrodite. Il fiore all’occhiello di Paphos sono senza dubbio i numerosi siti archeologici disseminati nel territorio. Dopo una sosta a Petra tou Romiou, il luogo dove la tradizione indica la nascita di Afrodite, si prosegue per le Tombe dei Re, vasta necropoli di grande interesse archeologico costruita durante il periodo ellenistico (III secolo a.C.) per soddisfare i bisogni della neonata Nea Paphos e che ospita le sepolture dei nobili e dei funzionari di altissimo livello. Il vicino Monastero di S. Neofito (Ayios Neophytos) è uno dei monasteri più famosi di Cipro. È stato fondato nel 1159 dall’omonimo eremita e poeta ed è apprezzato come vero e proprio museo di icone e di affreschi bizantini. La tradizione vuole che il Monaco scavò con le proprie mani questo eremo nella roccia. Grazie alle intense ricerche archeologiche condotte negli ultimi anni, Nea Paphos è divenuta un sito di tale importanza da entrare a far parte nel 1981 del World Cultural Heritage List dell’Unesco. Tra gli edifici della città romana di Nea Paphos, la Casa di Dioniso è uno dei più notevoli per gli spettacolari pavimenti coperti da mosaici con scene mitologiche d’epoca e di caccia. Famosi per le molte rappresentazioni che si riferiscono appunto al dio del vino e risalenti al II e III secolo d.C., sono considerati tra i più belli del Mediterraneo orientale. Visitate le case di Aione e Teseo con altri pregevoli mosaici, si prosegue per la Chiesa della Panagia Chrysopolitisa, costruita nel XII secolo d.C. sopra le rovine della più grande basilica del primo periodo bizantino sull’isola. All’interno del complesso si può ammirare la colonna di San Paolo dove, secondo la tradizione, San Paolo (giunto a Paphos insieme a Barnaba nel corso del 45 d.C. agli inizi del primo viaggio missionario) venne flagellato prima che il proconsole romano Sergio Paolo si convertisse al Cristianesimo. Si raggiunge infine l’albergo a Limassol. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento in albergo.


7° GIORNO: VENERDI’ 12 NOVEMBRE 2021: TROODOS – CHIESE E VILLAGGI DI MONTAGNA MINIVAN  (FB)

Partenza h 8. MONTI TROODOSUNESCO HERITAGE. Oggi scopriamo l’entroterra dell’isola, il cuore verde di Cipro, la catena montuosa più alta di Cipro, quella formata dai Monti Troodos, un massiccio esteso nella area sud-occidentale dell’isola che raggiunge i 1952 m con la cima del Monte Olimpo. E’un’oasi rinfrescante, immersa in panorami infiniti di foreste, valli e frutteti. Abitata fin dai tempi antichi grazie alla presenza di svariate miniere di amianto, cromite e rame, questa regione è quella che ha subito meno cambiamenti con il passare degli anni, mostrandosi ancora moto simile a come doveva apparire alcuni secoli fa. È una delle 5 aree più ricche di rame al mondo: sembra addirittura che il nome latino del rame «cuprum» derivi dal nome greco dell’isola, ovvero «Kypros». Conservando una natura intatta con scenari paesaggistici strepitosi, presenta villaggi rurali e tradizionali, dove è praticata l’attività agricola contadina; per questo costituisce una delle poche zone genuine e non ancora toccata dallo sviluppo turistico. La loro calorosa ospitalità e la cucina tradizionale locale è ancora genuina e non deve sorprendere. Sparpagliati tra scorci unici affiorano edifici, chiese e monasteri bizantini di grande valore storico-culturale, alcuni di essi inseriti tra il Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. La prima sosta dell’escursione è dedicata alla chiesa del XII secolo Panagia tou Araka, Patrimonio Unesco, ubicata appena fuori dal villaggio di Lagoudera. E’ una chiesa ortodossa bizantina, tra le più conosciute e meglio conservate per i suoi dipinti murali. Il nome “Araka” deriva probabilmente dalla pianta Arakas che prospera nella zona o dalla parola “hierokas”, che significa falco. La chiesa è un edificio a navata unica con copertura a croce, il cui tetto a falde con tegole su piane fu aggiunto successivamente nel corso del XIV secolo. Le raffigurazioni degli affreschi in stile tardo-comneno del 1192 (diffuso in Grecia, nei Balcani ed in Russia) comprendono il Pantocratore, gli Angeli compresi in medaglioni, i profeti, l’Annunciazione e gli Evangelisti. Entrare nella parte vecchia del vicino villaggio di Kakopetria è come fare un viaggio indietro nel tempo o entrare dentro a qualche film di fiabe incantate. La parte antica del paese è stata dichiarata area protetta nazionale e le vecchie case tradizionali restaurate. Nelle vicinanze si visita la chiesa di Agios Nikolaos tis Stegis (San Nicola del Tetto), completamente coperta di affreschi murali del 11° – 17° secolo d.C. e che è considerata come uno dei maggiori punti di interesse culturale Bizantino dell’isola. Si prosegue per Galata, villaggio nella valle del Solea, situato a un’altitudine di 620 m nelle montagne Troodos. È una popolare destinazione turistica estiva per il suo clima più fresco nei mesi estivi. È anche ben noto sull’isola per i suoi prodotti di frutta. Si visitano la chiesa bizantina di Panagia Podithou, sotto tutela dell’Unesco. La chiesa circondata su tre lati da un ambulacro è ricoperta da un tetto in legno a tegole ricurve. Venne eretta nel 1502 grazie alle donazioni di Dimitrios de Koron, un alto funzionario greco al servizio del re di Cipro. Straordinari gli affreschi interni, in particolare quelli che raffigurano i Santi Pietro e Paolo, in un originale stile italo-bizantino. Il tour si conclude nei pressi del villaggio di Nikitari, con la visita della famosa chiesa bizantina Panagia Phorbiotissa Asinou, piccola chiesa sperduta nella campagna e anch’essa dichiarata Patrimonio Unesco. Il nome Asinou viene dal greco “Asine”, un’antica città fondata da immigrati dalla città greca di Argolis, nell’XI secolo a.C. Il termine phorbiotissa deriverebbe invece dalla pianta dell’euforbia e rientrerebbe nell’usanza cipriota di attribuire alla Vergine epiteti derivanti dai nomi delle piante. La chiesa, che apparteneva ad un complesso monastico di cui rimangono ben poche rovine, risale all’inizio del XII secolo, mentre gli affreschi all’interno datano dal XII al XVII secolo costituiscono uno dei più raffinati esempi di affreschi bizantini e di interesse culturale dell’isola insieme a quelli di Panagia tou Araka e ad Agios Nikolaos tis Stegis. Si raggiunge infine l’albergo a Limassol. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento a in albergo.


8° GIORNO: SABATO 13 NOVEMBRE 2021: KITI – HALA SULTAN TEKKESI – LARNACA – CHOIROKITIA  MINIBUS  (FB)  POUREKIA – UNESCO HERITAGE 

Partenza h 8. Intera giornata di escursione nella parte sud-orientale dell’isola con la visita di Larnaca (in greco: Λάρνακα, Làrnaka; in turco: İskele), tranquilla cittadina che sorge sulle rovine dell’antica Kition, centro miceneo e poi fenicio, patria dello stoico Zenone e luogo dove S. Lazzaro visse dopo la sua resurrezione. Di primo mattino si sosta al villaggio di Kiti, dove secondo la tradizione locale gli abitanti dell’antica Kition si trasferirono per sfuggire alle invasioni arabe. Kiti è noto per la chiesa bizantina Panagia tis Angeloktistis o Panagia Angeloktisti (il nome Panagia tis Angeloktistis vuol dire costruita dagli angeli), un vero gioiello nascosto e probabilmente una delle più belle chiese di Cipro con degli interni di una bellezza sconvolgente. Qui è venuto alla luce il mosaico bizantino dell’abside con la Santa Vergine ed il Bambino Gesù’ tra gli arcangeli (VI secolo), degno delle chiese di Ravenna. Si prosegue per la Moschea di Hala Sultan Tekkesi (o Moschea di Umm Haram), costruita dal Sultano Hala nel 1816 nel periodo ottomano nel luogo in cui si trova la tomba di Umm Haram, dove colei che fu una delle prime discepole di Maometto sarebbe morta cadendo da un mulo nel 649. Il complesso Tekke, uno dei luoghi più sacri per i musulmani di Cipro e meta di pellegrinaggio, sorge sulle rive del lago salato di Larnaca, molto importante per la flora e la fauna, soprattutto per i fenicotteri che arrivano di solito ad ottobre. A Larnaca, terza città di Cipro per popolazione (51.000 ab), si visita la Cattedrale di San Lazzaro, con la sua magnifica iconostasi in stile barocco. Costruita intorno al IX secolo, ha conservato le spoglie di San Lazzaro prima che fossero trasferite a Costantinopoli e a Marsiglia, appartenendo oggi alla Chiesa di Cipro, una chiesa greco-ortodossa autocefala. Si raggiunge quindi il villaggio di Choirokoitia, dove si trova un importante sito archeologico che risale al Neolitico, uno dei più importanti del Mediterraneo orientale, inserito nel 1998 nell’elenco dei Patrimoni Unesco; è stato  classificato come quello che ha mantenuto il migliore aspetto nell’area dell’intero mediterraneo. Nel villaggio si visita una casa tradizionale, dove circondati da un’atmosfera autentica si assiste alla preparazione di Pourekia (o Bourelia, deliziosi tortelli di pasta fritta ripieni di crema di formaggio fresco con miele, dolci  tipici della tradizione cipriota).  Pourekia a pranzo e rientro a Limassol con l’ultima cena e pernottamento, prima del rientro in Italia.


9° GIORNO: DOMENICA 14 NOVEMBRE 2021: LIMASSOL – LARNACA – VOLO PER L’ITALIA (B) AEREO

Eventuale pranzo (non compreso). Trasferimento all’aeroporto di Larnaca per il volo di ritorno.

Disbrigo delle formalità di uscita e imbarco. Partenza con volo per l’aeroporto italiano di destinazione con transito europeo.

Fine dei servizi “Cipro l’ isola di Afrodite” di Viaggi Tribali


Quota di partecipazione in camera doppia:

€ 1995.00 a persona

Con guida locale in lingua italiana


Le sistemazioni in corso di viaggio:

Limassol : Mediterranean Beach Hotel o similare  https://www.medbeach.com/ 8 notti.

NB = I nomi delle sistemazioni DEFINITIVI saranno comunicate prima della partenza con Foglio Comunicazioni.


VOLI INDICATIVI/COMPAGNIA AUSTRIAN AIRLINES/LUFTHANSA

da Milano Malpensa, Venezia e Bologna, Roma Fiumicino

Milano Malpensa

  • OS 508 06NOV MXPVIE 1015 1145
  • OS 831 06NOV VIELCA 1215 1615
  • LH1293 14NOV LCAFRA 1610 1920
  • LH 258 14NOV FRAMXP 2030 2140

Venezia 

  • OS 528 06NOV VCEVIE 0655 0805
  • OS 831 06NOV VIELCA 1215 1615
  • LH1293 14NOV LCAFRA 1610 1920
  • LH 332 14NOV FRAVCE 2130 2245

Bologna

  • LH9481 06NOV BLQMUC 0935 1045
  • LH1768 06NOV MUCLCA 1155 1615
  • LH1293 14NOV LCAFRA 1610 1920
  • LH 290 14NOV FRABLQ 2040 2200

Roma Fiumicino                                                                                                                               

  • OS 502 06NOV FCOVIE 0940 1120
  • OS 831 06NOV VIELCA 1215 1615
  • LH1293 14NOV LCAFRA 1610 1920
  • LH 242 14NOV FRAFCO 2105 2250

Altri aeroporti collegati a richiesta e con supplemento


Condizioni Generali & Dettagli per CIPRO:

  • ✤ Quota d’iscrizione: € 100 COMPRESA
  • ✤ Tasse aeroportuali indicative € 221.17 soggette a riconferma all’emissione del biglietto aereo ed eventuali supplementi carburante ESCLUSE
  • ✤ Assicurazione medico bagaglio COMPRESA
  • ✤ Supplemento assicurazione integrativa spese mediche ESCLUSA
  • ✤ Assicurazione annullamento ESCLUSA
  • ✤ Supplemento camera singola € 150 ESCLUSA
  • ✤ Possibilità di richiesta Test PCR Covid negativo a 48/72 ore dalla partenza o su diversa indicazione
  • ✤ Durata 9 giorni, 8 notti

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea internazionale in classe turistica
  • Sistemazione in camere doppie standard
  • Trasporto : con Minivan o Bus (secondo numero dei partecipanti) con austista
  • Pensione completa dalla cena del 1° g. alla colazione del 9° g.; degustazione di Pourekia come pranzo l’8°g
  • 1 bicchiere di vino locale a pranzo
  • Ingressi ai monumenti e siti di interesse culturale
  • Guida locale in italiano
  • Tour e visite come da programma
  • Accompagnatore dall’Italia da 10 partecipanti
  • Assicurazione medico/bagaglio base
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa
  • Iva

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali, definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante
  • Assicurazione annullamento
  • Assicurazione integrazione spese mediche
  • Camera singola
  • Bicchiere di vino locale a cena
  • Acqua (½ bottiglia di acqua minerale) a pranzo e cena
  • Pranzo extra il giorno della partenza (indicativamente € 20 senza bevande)
  • Telefonate ed extra personali, servizio lavanderia
  • Mance per autisti, guide e facchinaggio
  • Pasti e/o escursioni turistiche diverse da quanto specificato nel programma
  • Acqua minerale ai pasti e tutte le bevande (Bibite, analcoliche/alcoliche)
  • Escursioni ed attività facoltative
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

CIPRO ISOLA DI AFRODITE

Stampa

CON ACCOMPAGNATORE DALL’ITALIA DA 10 PARTECIPANTI

Durata
9 giorni, 8 notti
Quota per persona
1.995,00 
Prossime partenze
Dal 6 al 14 Novembre 2021
Data di partenza