“BENIN & TOGO”


DALL’8 AL 20 GENNAIO 2023


FESTIVAL VOODOO DI OUIDAH & VISITA IN TOGO GRAND MARCHE’ E FETICCI “GRI GRI”


FOCUS DEL VIAGGIO:

  • IMPEGNO MEDIO/ALTO
  • DURATA 13 GIORNI, 12 NOTTI
  • VIAGGIO ANTROPOLOGICO, CULTURALE, ETNOGRAFICO
  • GUIDA LOCALE IN LINGUA ITALIANA
  • ACCOMPAGNATORE DALL’ITALIA DA 10 PARTECIPANTI

 STILE DEL VIAGGIO:

  • TURISMO SOSTENIBILE FINALIZZATO ALLA VALORIZZAZIONE DI CULTURE E TRADIZIONI LOCALI NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE
  • TURISMO CULTURALE, UNESCO HERITAGE, CITTA’ COLONIALI
  • TURISMO ESPERIENZIALE CON VISITE A COMUNITA’ LOCALI
  • TURISMO NATURALISTICO, PARCHI NAZIONALI, RISERVE DELLA BIOSFERA UNESCO, WHALE WATCHING, WILDLIFE
  • TURISMO FOTOGRAFICO: LIFESTYLE, LANDSCAPE, SKYLINE, PORTRAIT, STREET LIFE, ANIMAL SPOTTING

VIAGGIO IN SICUREZZA:

  • HOTEL 3 stelle standard categoria locale
  • MEZZI DI TRASPORTO IN SICUREZZA (JEEP / BUS)
  • CORRISPONDENTI CONSOLIDATI E AUTORIZZATI
  • ITINERARIO IN SICUREZZA
  • GARANZIA POLIZZE DI VIAGGIO EUROP ASSISTANCE

EMOZIONI DEL VIAGGIO:

Durante questo viaggio che inizia dalla città di Cotonou si incontra il villaggio su palafitte di Ganvie situato nel lago Nokwe e abitato dall’etnia Tofinou. Arrivo a Ouidah in occasione del Festival del Voodoo, celebrazione che dura un’intera giornata tra danze, maschere e rituali. La vita quotidiana, influenzata dalla magia e dalla ricerca continua e profonda del contatto con l’aldilà, esplode ogni anno in rituali collettivi. A bordo del particolare treno coloniale Train d’Ebène si arriva a Bohicon, per raggiungere poi Cove dove si assiste all’uscita delle maschere Gelede. Da qui si continua verso Abomey con il famoso Palazzo Reale e Dassa con la celebrazione delle maschere Egun. Si prosegue alla volta dei monti Taneka per scoprirne i suoi antichi villaggi costruiti in sulle pendici della montagna e i villaggi dei Tamberma e dei Somba, situati sulla catena montuosa dell’Atakora. Raggiunto il confine con il Togo si incontra la popolazione Bassar, dedita alla lavorazione del ferro e si visita la capitale Lomé. Qui si ammira il Grand Marché dove si trovano feticci, “gri gri” (amuleti) e dove gli adepti dell’animismo locale comprano gli elementi necessari per i loro culti. Prima di rientrare in Benin si effettua un’escursione in piroga a motore per scoprire il fiume Mono per ammirare piccoli villaggi locali, dove vengono utilizzate antiche tecniche per l’estrazione del sale. Infine si arriva a Grand Popo dove si assiste all’uscita delle maschere Zangbeto. Un viaggio intenso ricco di spiritualità e misticismo per scoprire due Paesi ancora poco conosciuti.


ITINERARIO IN BREVE:

  1. Italia – Cotonou – P
  2. Cotonou – Ganvie – Ouidah – B/L/D
  3. Ouidah – B/L/D
  4. Ouidah – Cove – B/L/D
  5. Cove – Abomey – Dassa – B/L/D
  6. Dassa – Djougou – B/L/D
  7. Natitingou – Kara (Togo) – B/L/D
  8. Natitingou – Kara (Togo) – B/L/D
  9. Kara – Bassar – Sokode – B/L/D
  10. Sokode – Lomé – B/L/D
  11. Lomé – Grand Popo – B/L/D
  12. Grand Popo-Cotonou – Rientro In Italia – B/L
  13. Italia

LEGENDA: B = PRIMA COLAZIONE / L = PRANZO / D = CENA / P= SOLO PERNOTTAMENTO


NOTA 1: Tutte le escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni del tempo e approfittare delle opportunità che possiamo incontrare lungo il percorso. Considerando la natura del viaggio, alcune parti potrebbero essere modificate per cause imprevedibili e sulla base di decisioni dello staff locale. Sono richiesti flessibilità e spirito di adattamento.

NOTA 2: Alcune modeste variazioni potranno essere realizzate dall’organizzazione (guida e/o accompagnatore), se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico/operative

NOTA BENE: Si prega di notare prima dell’adesione al viaggio, tutte le disposizioni Sanitarie Internazionali anti-Covid come previsto da normative in uscita/entrata da/per l’Italia e nel luogo di destinazione del viaggio.

  • GREEN PASS obbligo dal 1° settembre 2021 CLICCA INFO (o su diversa indicazione)
  • PCR TEST 72 ore ante partenza (o su diversa indicazione)
  • OBBLIGATORIA VACCINAZIONE FEBBRE GIALLA
  • ANTIMALARICA CONSIGLIATA

Per garantire la buona riuscita del viaggio e le caratteristiche in esso riportate, si consiglia l’iscrizione entro i 40 giorni dalla prevista partenza con deposito a titolo di conferma al viaggio.


ITINERARIO DI VIAGGIO:


GIORNO 1: DOMENICA 8 GENNAIO 2023 – ITALIA/COTONOU

Partenza dall’Italia con volo di linea per Cotonou. Arrivo in serata, accoglienza e trasferimento all’hotel per il pernottamento.


GIORNO 2: LUNEDI’ 9 GENNAIO 2023 – COTONOU – GANVIE – OUIDAH

Partenza per Ouidah costeggiando la costa oceanica fino alla zona lacustre di Ganvie, Con una grande piroga raggiungeremo un caratteristico villaggio attraversando il Lago Nokwe. Gli abitanti fanno parte dell’etnia Tofinou (circa 25.000 abitanti), e da sempre costruiscono le loro capanne su dei pali di legno teck con tetti di paglia. La pesca è l’attività principale di questa popolazione, e grazie alla loro vita isolata hanno mantenuto una propria integrità e la conservazione delle loro antiche tradizioni. La vita sociale si sviluppa sulle piroghe usate indistintamente da tutta la popolazione bambini compresi. Si vendono i propri prodotti come ad un mercato sull’acqua, ci si sposta si va a pescare, si canta e si chiacchiera come la vita comune di un qualsiasi villaggio africano. Raggiungeremo quindi Ouidah, che viene considerata una delle capitali del voodoo africano. Questa antica città fu il porto del traffico della tratta degli schiavi. La città ha un’architettura afro-portoghese ormai decadente, e uno di fronte all’altro troviamo il Tempio dei Pitoni e la Cattedrale Cattolica. E’ una città che vive in un’atmosfera di altri tempi scandita dalla calma e ritmo perpetuo e lento delle persone, e come cornice sonora il ritmo lontano delle onde sulla spiaggia e il continuo suono ipnotico dei tamburi. Visita al Tempio dei Pitoni che sono venerati come vudù e protettori della città. A seguire il Forte Portoghese diventato ora museo dedicato alla tratta degli schiavi ed alla via del non-ritorno, percorsa dai prigionieri quando venivano imbarcati in direzione del Nuovo Mondo. Cena e pernottamento in hotel.


GIORNO 3: MARTEDI’ 10 GENNAIO 2023 –  OUIDAH CELEBRAZIONE DEL VOODOO

Giornata dedicata alla partecipazione del Festival del Voodoo. Ogni anno il Benin si ferma celebrando culti ancestrali parte integrante della religione tradizionale e praticati in tutto il Paese. In questa giornata incredibile tutti gli adepti al vudù del sud del Paese si incontrano ad Ouidah. I fedeli in una lunga processione chi a piedi, chi in moto, chi in taxi brousse, si recano alla Porta del Non Ritorno. Una moltitudine di adepti con gli abiti rituali quasi tutti bianchi e ricoperti di perline creano un’esplosione di colori che si trasforma in festa con l’arrivo del Dagbo Houno, il sommo feticheur di Ouidah. Danze, offerte alle divinità, maschere rituali e qualche discorso ufficiale, saranno presenti per tutta la mattinata, almeno fino alle ore 15.00 pomeridiane. Proseguirà a seguire in città dove la gente mai stanca inneggerà ai propri vudù. Il ritrovo è in una grande piazza dove si ritrovano decine di maschere Egun che danzano e scacciano i cattivi spiriti lanciandosi in una ressa in cui ci si rincorre e ci si bracca con ritmi frenetici ed il tutto finalizzato ad esorcizzare il male. La sera, in Ouidah si continua a far festa, però nei propri cortili privati delle proprie abitazioni fino a finire nella notte oramai stanchi dall’intensa giornata. Rientro in hotel, cena e pernottamento.


GIORNO 4: MERCOLEDI’ 11 GENNAIO 2023 – OUIDAH – COVE

Arrivo a Bohicon e trasferimento a Cove per la sfilata con la celebrazione delle famose maschere Gelede. E’ un culto dedicato alla Madre Terra celebrato dall’intera comunità per la fertilità delle genti e della terra. Le varie maschere dipinte con colori vivaci e brillanti rappresentano un personaggio diverso di cui solo gli iniziati conoscono gli aspetti simbolici ed i significati. Chi le indossa si muove in modo meccanico quasi come delle marionette e raccontano storie dedicate all’educazione ed al divertimento di tutto il villaggio. E’ una celebrazione simile al teatro di strada che però mostra un aspetto magico e tribale. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.


GIORNO 5: GIOVEDI’ 12 GENNAIO 2023 – COVE – ABOMEY – DASSA

Partenza per Abomey dove visiteremo il Palazzo Reale (SITO UNESCO, Patrimonio dell’Umanità) con i muri decorati da antichi simboli dei re del Dahomey e che ne conserva ancora le antiche spoglie mortali, troni, altari dedicati al culto, statue ed armi del tempo. In questa visita potremmo capire come in questa economia di costante guerra al Re era concesso di catturare migliaia di schiavi e farli prigionieri ed arricchirsene con la crudele tratta in essere in quegli anni. Un tempio si erge al centro della corte reale costruito utilizzando una mistura di argilla e di sangue umano. Al culmine della loro potenza, l’harem ospitò fino a 4000 donne. Passeggiando tra gli edifici un tempo opulenti si ha modo di intuire il passato splendore della corte che sfidò i potenti eserciti occidentali che arrivavano per colonizzare il continente africano. Si prosegue poi alla volta di Dassa dove si assiste alla tradizionale festa delle popolazioni Fon e Yoruba nel sud del Benin. Anche qui possiamo ammirare le maschere Egun rappresentanti gli spiriti dei defunti che per le popolazioni locali di fatto “sono” i defunti stessi.  Gli uomini che rappresentano gli spiriti Egun sono degli iniziati che arrivano dalla boscaglia indossando dei vestiti colorati dai colori accesi, e sfilano per le vie del villaggio lanciandosi all’inseguimento dei curiosi spettatori. Sistemazione in hotel per la cena ed il pernottamento.


GIORNO 6: VENERDI’ 13 GENNAIO 2023 – DASSA – DJOUGOU

Visita alla città di Dassa, sede di un antico regno fondato nel 1385 da Olofin, i cui siti ricordano l’antico ed importante passato. Vedremo il cavallo di legno regalato nel 1903 da commercianti portoghesi al re Otetan Adjikin Zomhoun, come scuse per le sue lamentele causate dalla morte dei suoi quattro cavalli. Si prosegue poi con la Collina dei Principi, un tempo luogo destinato alla sepoltura dei re. Nel sito ritroviamo altari vudù messi a protezione delle anime dei sovrani. Si prosegue verso nord fino a Savalou dove si ammira un feticcio costellato dalla presenza di diversi bastoncini per l’innumerevole serie di preghiere che sono state rivolte al dio locale come richiesta d’aiuto per soddisfare bisogni della vita di tutti i giorni quali ad esempio, un buon raccolto, un felice matrimonio, la nascita di un figlio, etc. Si arriva quindi a Djougou. Cena e pernottamento.


GIORNO 7: SABATO 14 GENNAIO 2023 – DJOUGOU – NATITINGOU

Escursione a piedi alla scoperta degli antichi villaggi Taneka sulle pendici dei monti omonimi. I villaggi con capanne rotonde e tetti conici molto scenici. La parte superiore dei villaggi è riservata ai sacerdoti dei feticci, vestiti con pelle di capra e dai giovani iniziati. Il popolo usa la scarificazione facciale con dei particolari disegni. Sembra che i primi abitanti, d’origine Kabyé si siano insediati in questa montagna nel IX secolo d.C., e da allora altre popolazioni li hanno raggiunti dando una nuova situazione di vita nel villaggio con diverse etnie di cui ogni gruppo ha conservato i propri culti e riti d’iniziazione pur creando un apparato politico comune così come le varie istituzioni religiose. Visita a seguire ad un campo nomade dei Peul, veri e propri principi di queste terre sconfinate. Tra le loro abitazioni le mandrie pascolano liberamente. Arrivo a Natitingou e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.


GIORNO 8: DOMENICA 15 GENNAIO 2023 – NATITINGOU – KARA (TOGO)

Questa mattina andiamo in direzione delle montagne di Atakora situate al confine fra Togo e Benin, per incontrare da vicino le popolazioni Tamberma e Somba.  Secoli fa queste popolazioni si sono insediate in questi luoghi sperduti tra le montagne proprio per autodifesa in modo da sfuggire alla tratta degli schiavi che veniva richiesta dal nord Africa islamizzato. Fonti etnografiche li identificano come origine ai popoli Dogon del Mali. Sono infatti fedeli alle tradizioni animiste proprio come i popoli dei Dogon. Le loro case fortificate sembrano piccoli castelli di meravigliosa bellezza costruite su tre piani e sono state fonte di ispirazione per molti architetti. Il loro forte e radicato credo nelle antiche tradizioni è evidente dall’entrata delle case, che rappresentano grandi santuari di forma fallica. Le loro case sono la proiezione della loro antropologia e cosmologia come lo sono per i Dogon stessi: il primo piano oscuro rappresenta la morte, il luogo degli antenati; il secondo piano, aperto verso il cielo, rappresenta la vita. Continuiamo verso il confine con il Togo dove si ha modo di incontrare li gruppo di fabbri kabye in alcuni villaggi in cima alle colline. Le loro case vengono chiamate “Soukala” che significa gruppo di capanne unite da un unico muro. Il nucleo famigliare in ognuna di queste è di tipo patriarcale; le donne modellano e plasmano vasi di argilla mentre gli uomini appunto, lavorano il ferro dandogli forma con il fuoco ed a mano con pesanti pietre. Trasferimento a Kara in hotel per la cena ed il pernottamento.


GIORNO 9: LUNEDI’ 16 GENNAIO 2023 – KARA – BASSAR – SOKODE

Partenza in direzione di Sokode alla scoperta dei popoli Bassar conosciuti in quanto hanno sviluppato e conservato nel tempo tecniche tradizionali di produzione del ferro. Durante la visita avremo la possibilità di visitare un antico altoforno d’argilla, e cercheremo di capire le loro tecniche di fusione che in parte si rifanno alla magia. Incontreremo il capo villaggio per poi assistere alla danza del fuoco che consiste in un grande fuoco acceso nel centro del villaggio, dove al ritmo ipnotico dei tamburi, i danzatori si produrranno in particolari danze che culmineranno con un tuffo nelle braci ardenti. Nella credenza popolare locale i feticci usati dai danzatori si crede li proteggano dal fuoco. Proseguiamo alla volta di Sokode. Hotel cena e pernottamento.


GIORNO 10: MARTEDI’ 17 GENNAIO 2023 – SOKODE – LOMÉ

Partenza in direzione della capitale Lomé unica città africana colonizzata sia dai tedeschi, che da inglesi e francesi, ed una delle poche capitali al mondo che si sviluppa proprio al confine tra una e l’altra nazione. Questi elementi hanno contribuito ad uno stile unico sia di vita che nell’architettura della città. Lomé è un crocevia di persone, culture e commercio che rende questa città cosmopolita pur con dimensioni modeste. Si può ammirare il mercato centrale con le sue Nana Benz, donne locali che posseggono lo smercio dei vestiti provenienti dall’Europa. Poi visita al quartiere amministrativo dove sono situati molti edifici coloniali che rimandano ad un lontano passato. Infine andremo al mercato dei feticci, dove si vende ciò che necessita per i sacrifici vudù, mercato perfetto per gli adepti dell’animismo locale. Qui si possono trovare i gris-gris, manufatti che si dice siano creati per risolvere i problemi della vita di tutti i giorni. Al termine delle visite sistemazione in hotel per la cena e pernottamento.


GIORNO 11: MERCOLEDI’ 18 GENNAIO 2023 – LOMÉ – GRAND POPO
Mattinata tutta dedicata alla scoperta dei riti vudù e per questo ci recheremo all’interno di un villaggio isolato nella savana. Da almeno tre generazioni, gli adepti celebrano una cerimonia vudu al ritmo e suono dei tam-tam e dei canti con cui qualche danzatore cade in uno stato di trance profonda. Nel pomeriggio escursione in piroga a motore alla scoperta del fiume Mono. Durante la navigazione vedremo i suoi piccoli villaggi locali, dove ancor oggi vengono utilizzate antiche tecniche per l’estrazione del sale. Giunti all’ estuario cioè al congiungimento delle acque del fiume con quelle dell’Oceano breve relax sulle deserte bianche spiagge. Riprendiamo la navigazione in laguna, fra alberi di mangrovie e piccoli villaggi costruiti con rami di palma intrecciati. Finita la navigazione proseguiamo per Grand Popo. Hotel cena e pernottamento.


GIORNO 12: GIOVEDI’ 19 GENNAIO 2023 – GRANDPOPO-COTONOU – VOLO INTERNAZIONALE

In mattinata assisteremo all’uscita delle grandi maschere Zangbeto coperte di paglia colorata, che rappresentano gli spiriti non umani, ossia le forze della natura e della notte che abitarono la terra prima ancora dell’arrivo dell’uomo. I portatori di queste maschere appartengono ad una società segreta ed hanno una vita tutta propria e la loro identità è sconosciuta ai non iniziati. Con l’uscita dei Zangbeto inizia una gran festa per il villaggio, in quanto questa celebrazione propizia la protezione degli spiriti e tiene lontane le minacciose presenze avverse. Noteremo il roteare della maschera che simboleggia la purificazione spirituale prodotta da Zangbeto per il villaggio. Si prosegue in direzione di Cotonou dove è disponibile una camera per day use fino alle ore 18.00 circa.

Successivamente, trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo Internazionale per il rientro.


GIORNO 13: VENERDI’ 20 GENNAIO 2023 – ITALIA

Arrivo in Italia all’aeroporto di destinazione.

Fine dei servizi di Viaggitribali, “BENIN & TOGO ” 


Quota di partecipazione a persona in camera doppia:

€ 3630.00 + Tasse Aeroportuali

Con guida locale in lingua italiana



LE SISTEMAZIONI IN CORSO DI VIAGGIO:

  • Cotonou: Hotel Azalai de la Plage similare
  • Ouidah: Hotel Casa del Papa o similare
  • Cove: Hotel Le Retour o similare
  • Dassa: Hotel Jeko o similare
  • Djougou: Motel du Lac o similare
  • Natitingou: Tata Somba o similare
  • Kara: Hotel Kara o similare
  • Sokode: Hotel Central o similare
  • Lome: hotel Le Lac o similare
  • Grand Popo: Hotel Awale Plage o similare
  • Ultimo giorno Cotonou: camere in D-Use

NB = I nomi delle sistemazioni DEFINITIVI saranno comunicate prima della partenza con Foglio Comunicazioni. Richiesto spirito di adattamento per gli standard dei pernottamenti.


OPERATIVI VOLI INDICATIVI CON AIR FRANCE DA:

MILANO Malpensa

  • AF1131  08JAN 7 MXPCDG HK1  1215 1345
  • AF 804  08JAN 7 CDGCOO HK1  1445 2105
  • AF 587  19JAN 4 COOCDG HK1  2340 0615+1
  • AF1830  20JAN 5 CDGMXP HK1  0820 0950

VENEZIA Marco Polo

  • AF1127  08JAN 7 VCECDG HK1  0940 1135
  • AF 804  08JAN 7 CDGCOO HK1  1445 2105
  • AF 587  19JAN 4 COOCDG HK1  2340 0615+1
  • AF1426  20JAN 5 CDGVCE HK1  1010 1150

ROMA Fiumicino

  • AF1205  08JAN 7 FCOCDG HK1  1000 1215
  • AF 804  08JAN 7 CDGCOO HK1  1445 2105
  • AF 587  19JAN 4 COOCDG HK1  2340 0615+1
  • AF1104  20JAN 5 CDGFCO HK1  0925 1135

NB: Operativi voli quotati al 08.08.2022 e soggetti a variazione all’atto della stampa del biglietto aereo.

Possibilità di partenza da altri aeroporti (su richiesta e quotazione a parte)

NB: In merito ai continui aggiornamenti da parte delle Compagnie Aeree gli operativi potrebbero essere soggetti a cambiamenti.


LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea internazionale in classe turistica
  • Tutti i trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto
  • Trasporto con autista in BUS con aria condizionata
  • Sistemazione in camere doppie
  • Camere in D-Use prima del volo di rientro
  • Pasti come da programma
  • Acqua e bevande non alcoliche ai pasti (soft drinks)
  • Ingresso a tutte le visite ed escursioni citate
  • Servizi di guida esperta locale in lingua italiana
  • Accompagnatore dall’Italia da 10 partecipanti
  • Assicurazione Europ Assistance Base T.O. Spese mediche + Bagaglio (massimali: medico € 20.000 + bagaglio € 1000)
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa
  • Iva

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali, definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante indicative al 08.08.2022 da € 398.10
  • Visti consolari di Benin e Togo circa € 270
  • Costi gestioni pratiche ufficio visti
  • Adeguamento quota volo/tasse al momento della stampa del biglietto aereo
  • Avvicinamento da altri aeroporti
  • PCR Test anti-Covid
  • Supplemento camera singola € 430
  • Assicurazione Europ Assistance con garanzia Annullamento Viaggio da € 138
  • Assicurazione Europ Assistance Integrazione Spese Mediche (massimali € 200.000) da € 91.50
  • Assicurazione Europ Assistance Extra (soggiorno prolungato Covid) € 39
  • Mance, extra personali, servizio lavanderia
  • Tutte le bevande
  • Escursioni ed attività facoltative o non comprese nel programma
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

Benin & Togo

Stampa

BENIN & TOGO CON VIAGGIATORE ESPERTO DA 10 PARTECIPANTI

Durata
13 giorni, 12 notti
Quota per persona
3.630,00 
Prossime partenze
Dall'8 al 20 Gennaio 2023
Data di partenza