BANGLADESH

POHELA BAISHAKH


DAL 5 AL 19 APRILE 2020



Colors_of_Celebration!-4


VIAGGIO IN 15 GIORNI/12 NOTTI


IMPEGNO FACILE
VIAGGIO CULTURALE, NATURALISTICO, ETNICO, PHOTO EXPERT
GUIDA LOCALE IN LINGUA ITALIANA


PROGRAMMA: VIAGGIO BANGLADESH – POHELA BAISHAKH

B= BREAKFAST – COLAZIONE
L= LUNCH – PRANZO
D= DINNER – CENA


NOTA – Alcune variazioni nel programma potranno essere realizzate dall’organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative e di sicurezza.


GIORNO 1: DOMENICA 5 APRILE 2020 : PARTENZA DALL’ITALIA/DHAKA (-/-/-) AEREO

Ritrovo all’aeroporto delle rispettive città di partenza. Disbrigo della formalità di imbarco e partenza con volo di linea per Dubai. Dopo transito aeroportuale e cambio di aeromobile ci sarà il nuovo imbarco per Dhaka con pasti a bordo.


2° GIORNO: LUNEDì 6 APRILE 2020: ARRIVO A DHAKA/DHAKA CITY TOUR/KAWRAN BAZAR/TEJGAON RAINLWAY MARKET/IMBARCO PER BARISAL (-/L/D) VOLO, FERRY

All’arrivo a Dhaka, espletate le formalità burocratiche d’immigration, si raggiungerà il centro per un primo city tour della capitale bengalese. Dhaka è la città più popolosa del Bangladesh, nonché capoluogo del distretto omonimo. Sorge sul fiume Buriganga, un canale del fiume Dhaleshwari, nel cuore della regione. Si visiteranno l’University campus e il National Shahid Minar (monumento simbolo del Nazionalismo Bengalese) per poi raggiungere la sua animata parte vecchia. Kawran Bazar, uno dei più grandi mercati all’ingrosso della città (nella cui area i mercanti sono esistiti sin dal XVII secolo), ha blocchi separati per il commercio di pesce, verdure e riso e anche settori sotterranei, svelando come in un girone dantesco fuori dai circuiti turistici ambulanti, scaricatori e commercianti intenti nei loro traffici in un luogo fuori dal mondo. Adiacente ad esso il Tejgaon Railway Market, presso l’omonima stazione, mostra uno spaccato unico di vita. Una disordinata baraccopoli tra gli slum urbani densa di venditori ambulanti che vanno e vengono lungo i binari rimuovono le loro merci quando i treni si avvicinano (con passeggeri seduti anche all’esterno in cima al tetto), per poi ritornare sui binari dopo il loro passaggio. Attenzione ai locali, che non gradiscono essere fotografati! Seguirà il trasferimento all’imbarcadero di Sadarghat (parte vecchia di Dhaka), il vivace porto fluviale sul Buriganga e una delle più grandi stazioni fluviali dell’Asia meridionale. All’arrivo a Sadarghat sulla nave passeggeri pubblica in cabina di 1.a classe per una crociera di trasferimento notturno fino a Barisal, lungo il Meghna river che collega Dhaka al Golfo del Bengala. L’arrivo a Barisal è la mattina del giorno successivo. Cena e pernottamento a bordo.


3° GIORNO: MARTEDì 7 APRILE 2020 : BARISAL /NAZIRPUR 1 H BUS /BOITAKATA & BANARIPARA FLOATING MARKETS/BARISAL/BAGERHAT CITY TOUR/MONGLA/ IMBARCO SUNDARBANS CRUISE 1/HARBARIA (B/L/D) 209 KM/6 H BUS, BATTELLO

Al mattino presto, sbarcati dal ferry a Barisal, si raggiungerà via terra Nazirpur, dove si farà colazione. Da qui con battello a motore si inizia la navigazione tra i canali di Barisal per visitare i più bei floating markets del Bangladesh. Sono luoghi non turistici che mostrano la vera essenza come “cult location” per la fotografia d’autore. Al mercato galleggiante di Boitakata una barca va ed un’altra viene con diversi tipi di prodotti, tra un brulicante viavai di persone che arrivano in quest’angolo sperduto del Bangladesh con verdure, frutta, riso, legumi e varie colture. Ci sposteremo nella vicina area del fiume Shondha per visitare il mercato galleggiante di Banaripara, specializzato nel commercio fluviale del riso. A malincuore lasceremo questo spettacolo animato di colori per rientrare a Barisal (sosta pranzo) e da qui a Mongla, dove riprenderemo il transfer via terra con bus alla volta di Bagerhat, originariamente conosciuta come Khalifatabad e fondata nel XV secolo dal santo guerriero generale Ulugh Khan Jahan. Egli prese in concessione questa zona dal Sultano di Delhi e dal Sultano del Bengala, la cui area era coperta da una fitta giungla, bonificandola e introducendovi l’Islam con la costruzione di moschee. Si visiterà il sito patrimonio mondiale dell’Unesco Sixty Dome Mosque o Shait Gumbad Mosque, che significa ‘il Tempio con 60 Cupole’ e costituisce la più grande e magnifica moschea tradizionale del paese. Vicino ad essa sono Singhair Mosque, Bibi Begni’s Mosque e Ronvijoypur Mosque o Fakirbari. Il complesso a una sola cupola di Khan Jahan Ali Mazar, il Mausoleo dove fu sepolto il santo fondatore della città, si affaccia sul laghetto Thakur Dighi, che fino a poco tempo fa ospitava due giganteschi coccodrilli di oltre 100 anni. Si proseguirà per Mongla (52 km) da cui ci si imbarcherà sul battello, iniziando la navigazione presso la Sundarbans Forest alla volta di Harbaria. Dopo un’ora di crociera il battello si fermerà a Dhangmari/ Changpai per le formalità di accesso alla foresta. In seguito la navigazione proseguirà, godendo i paesaggi mozzafiato delle Sunderbans. La Sundarbans Forest è il più grande insieme di foresta di mangrovie alofitiche e soggetta a maree nel mondo compreso dentro il Parco naturale omonimo. Essa copre circa 10.000 km quadrati ed è l’habitat di numerosi animali, tra cui la maestosa tigre reale del Bengala, il coccodrillo, il cervo maculato, rettili, cinghiali. All’arrivo ad Harbaria il battello sarà ancorato. Verranno organizzate brevi escursioni a piedi nella foresta, permettendo di osservare la natura e gli animali. Cena BBQ e pernottamento a bordo.


4° GIORNO: MERCOLEDI’ 8 APRILE 2020 : HARBARIA SUNDARBANS CRUISE 2/ MONGLA/KUSHTIA (B/L/D) 210 KM 4 H BATTELLO /BUS

Durante la navigazione, tra le brevi escursioni all’interno di Harbaria Forest ci sarà quella dedicata all’osservazione della natura circostante con la sua biodiversità di erbe aromatiche, piante alofitiche, uccelli acquatici e fauna selvatica. Una delle più belle avverrà la mattina presto con una barca, per immergerci nella natura al suo risveglio; poi si rientrerà sul battello per la colazione. Si riprenderà la navigazione all’interno della lussureggiante Harbaria Forest, ritornando verso Mongla e soffermandoci a osservare lungo il fiume Mara Posur le inusuali tecniche di pesca con la lontra (chiamata Vador o Udd). All’arrivo a Mongla si proseguirà immediatamente via terra in bus in direzione di Kushtia (4 h). Qui si visiterà la tomba di Lalon Shah (poeta spirituale e mistico della letteratura bengalese), dove si potrà ascoltare il canto mistico Baul (Folk) della canzone Lalon. Pernottamento e cena a Kushtia.


5° GIORNO: GIOVEDì 9 APRILE 2020: KUSHTIA/PUTHIA/BOGRA (B/L/D)183 KM 4,15 H /BUS                        

Si lascerà Kushtia di buon mattino per raggiungere il piccolo villaggio di Puthia, dove si trova la più importante struttura hindu presente in Bangladesh, con il suo complesso templare e il palazzo dei Re, costruiti dalla regina Hem Kumari Debi in onore della suocera Sharot Sundari Debi. Il complesso è composto principalmente da 4 templi, decorati da motivi in terracotta: Panchratna Govinda Temple, il Tempio di Anika, il decoratissimo Shiva Temple (con al suo interno un enorme basalto Shivalinga) e il Tempio di Jagannath, un altro nome con cui viene chiamato Krishna. Esso risale al XVI secolo ed è uno dei migliori esempi di tempio a capanna, presentando anche un’unica torre alta 10 m affusolata. Non mancherà di soffermarsi nel corso dell’intero itinerraio presso locali fabbriche di mattoni, con la tipica varia umanità di lavoratori. Si proseguirà per Bogra, con pernottamento e cena.


6° GIORNO: VENERDì 10 APRILE 2020: BOGRA/MAHASTHANGARH/MADHUPUR/ MYMENSINGH  (B/L/D) 228 KM 5,45 H /BUS                            

Partendo presto in direzione di Mymensingh, si visiteranno il bazar di Mahasthangarh e nei suoi pressi l’omonimo complesso, il principale sito archeologico in stile urbano del Bangladesh. Si ritiene che l’antico sito di Mahasthangarh risalga al 700 aC e sia stato occupato fino al 1700, costituendo la capitale dell’antico regno del Bengala con le varie dinastie succedute Maurya, Gupta, Pāla e Sen. Fu anche chiamata città di Punda nel 3° secolo aC ed è considerata la più antica città del Bangladesh. Dopo una sosta a Sirajgong presso la fabbrica di tessitura con telai a mano, attraverseremo il possente fiume Jamuna sul ponte Bangabandhu, comunemente chiamato Jamuna Multi-purpose Bridge. Era l’11° ponte più lungo del mondo quando fu costruito nel 1998 e attualmente il 6° ponte più lungo in Asia meridionale. Un’ultima sosta, nei pressi di Madhupur per visitare il villaggio tribale di Garo, precederà l’arrivo a Mymensingh.


7° GIORNO: SABATO 11 APRILE 2020: MYMENSINGH/SRIMANGAL/TEA GARDEN (B/L/D) 215 KM 5 H /BUS

L’itinerario proseguirà per Srimangal (5 h circa). Dopo pranzo si visiteranno le sue note Piantagioni di The, con le donne intente nella raccolta e la spettacolare lavorazione in una fabbrica, non mancando di gustare presso la caratteristica Adi Nilkhanta Tea Cabin una tazza di thè multistrato, che può avere fino a 7 strati a colori, dei suoi diversi gusti su ciascuno. Di sera si assisterà alla danza tribale Manipuri, caratterizzata da “lashya” (gentilezza), tenerezza e devozione, tipica del Tripura e dell’etnia Khasia. Pernottamento a Srimangal.


8° GIORNO: DOMENICA 12 APRILE 2020: SRIMANGAL/LAWACHARA NP/VILLAGGI ADIVASI TRIBALI/SYLHET (B/L/D 115 KM 3 H /BUS

Dopo colazione partenza per Sylhet, al confine nord-orientale del Bangladesh con lo stato indiano di Meghalay, area nota per le piantagioni di the, i santi musulmani e le numerose etnie. Sulla strada nei pressi di Kamalganj (8 km da Srimangal) il Lawachara National Park svelerà la sua interessante diversità biologica. Esso comprende 460 specie, di cui 167 specie sono piante, 4 anfibi, 6 rettili, 246 specie di uccelli, 17 specie di insetti e 20 specie di mammiferi. Tra questi ci sono i gibboni Hoolock occidentali, a rischio critico di estinzione. Si effettuerà un tour dei villaggi adivasi tribali, importanti per le loro culture tradizionali, tra cui la Tribù Khasia, famosa per la coltivazione delle foglie di betel e la Tribù Manipuri, popolare per la tessitura tradizionale, le danze, il canto e l’artigianato. Dopo pranzo (con lunch box) si proseguirà in direzione Jaflong-Tamabil (60 km circa, 1,5 h ) verso il confine, per effettuare una crociera sul fiume Mari. In questa località l’attività principale è la raccolta delle pietre dalle acque cristalline del fiume, che rotolano già dalla collina, per poi venire frantumate nell’indotto come materiale da costruzione. Dopo visita al villaggio tribale di Khasia si rientrerà a Sylhet per il pernottamento e la cena in un ristorante locale.


9° GIORNO: LUNEDì 13 APRILE 2020: SYLHET/DHAKA (B/L/D) VOLO/BUS

Dopo colazione ci sarà il trasferimento in aeroporto per il volo interno su Dhaka (40 minuti). All’arrivo nella capitale si raggiungerà l’hotel, mentre il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Dopo comincerà la rituale preparazione all’evento più celebrato del calendario bengalese “Pohela Baishakh”, che indica il Capodanno. Sarà data l’opportunità di raggiungere un centro commerciale per acquistare appropriati abiti colorati per festeggiare in sintonia con i locali. In questa occasione le donne indossano tradizionalmente sari fatti di stoffa bianca con bordo rosso, mentre gli uomini indossano kurta e dhuti (dhoti). Si andrà a cena in un ristorante locale e poi a letto presto, perché il giorno successivo, ci si dovrà svegliare presto per celebrare il capodanno bengalese in modo tradizionale nella principale area dei festeggiamenti, l’Università di Dhaka, in cui nelle prime ore del mattino le persone parteciperanno alle processioni festose. Doveroso salutare la gente, augurando “Shubhô Nôbobôrsho” che letteralmente vuol dire “Felice Anno Nuovo”. Pernottamento a Dhaka. /DHAKA UNIVERSITY.


10° GIORNO: MARTEDì 14 APRILE 2020: DHAKA/POHELA BAISHAKH/DHAKA UNIVERSITY/MANGAL  SHOBHAJATRA (B/L/D) FULL DAY 

POHELA BAISHAKH tra origine da Pohela, che significa “primo”, e Baishakh, che è il primo mese nel calendario del Bangladesh. È celebrato il 14 aprile come festa nazionale in Bangladesh e il 14-15 aprile negli stati indiani del Bengala Occidentale, Tripura e parte dell’Assam da persone di origine bengalese, indipendentemente dalla loro fede religiosa, ed è noto con altri nomi come Vaisakhi nell’India centrale e settentrionale, Vishu nel Kerala e Puthandu nel Tamil Nadu. Pohela Baishakh, sinonimo di Capodanno, è un’occasione per ricominciare da capo, accompagnata da un’accurata pulizia della casa e seguita dalla creazione di un colorato “Alpana” sul pavimento di ogni casa. Esso è un disegno geometrico (considerato esempio di arte sacra) realizzato con riso, farina, sabbia colorata e petali di fiori al centro della casa, dove è posto un vaso di terracotta contenente acqua santa e foglie di mango per simboleggiare prosperità e buona fortuna. I bengalesi a volte visitano anche un fiume vicino per recitare preghiere e fare il bagno in preparazione per l’anno a venire. La festa inizia la mattina presto ed e’ caratterizzata da canti e danze tradizionali, recitazione di poesie e processioni festive fin dalle prime ore del mattino per le strade. Le processioni sono accompagnate da una “puja” speciale che include l’halkhata (libro contabile), con mantra cantati ed un sacerdote che disegna shostik (la svastica indù) sull’halkhata. Una delle più spettacolari feste del Pohela Baishakh si svolge  proprio nella capitale del Bangladesh, Dhaka. Il centro della celebrazione locale è il Parco Ramna (RAMNA BATAMUL), sotto l’albero di banyan, dove si radunano tradizionalmente le persone. A Dhaka, migliaia di studenti che indossano maschere partecipano a un festival noto come Mangal Shobhajatra, durante il quale colorate figure di animali di bambù – come la tigre del Bengala vista nell’odierno Doodle dei cartoons – sono trasportate sopra la folla, insieme a uccelli volanti ed elefanti. Questa tradizione festivaliera del Mangal Shobhajatra, cominciata nel 1989 dagli studenti della Facoltà di Belle Arti dell’Università di Dhaka, nel 2016 è stata iscritta nell’elenco dell’UNESCO del patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Durante la visita tra i viali dell’Università, si  assaporerà la cultura bengalese e le sue attività tradizionali. Partecipando al Pohela Baishakh Rally, sarà facile essere coinvolti nei balli e cantare con la gente del posto per le strade con i rakky e scambiarsi i saluti per tutto il giorno “Shubhô Nôbobôrsho”, letteralmente “Felice Anno Nuovo”. Il cibo tipico di questa festa di capodanno è costituito da panta bhat (riso imbevuto di acqua), shutki (pesce essiccato), pesce Hilsa fritto e achar (sottaceti). Nel tardo pomeriggio si ritornerà in hotel. Cena in un ristorante locale e pernottamento a Dhaka.


11° GIORNO: MERCOLEDì 15 APRILE 2020: DHAKA/CHITTAGONG/KUMIRA/MAZAR HAZRAT BOSTAMI/TABOLCHURI/RANGAMATI (B/L/D) 131KM 4,15 H VOLO, BUS 

Dopo colazione si raggiungerà l’aeroporto per il volo interno per Chittagong, dove riprenderemo a spostarci con il bus. Nei dintorni di Chittagong si visiterà Ship Breaking Yard, il cantiere di demolizione navale di Kumira *, raggiungendo il pontile d’imbarco da cui i locali vanno e vengono dalla frontale isola di Sadwip. Sulla strada per Rangamati è il Mazar Hazrat Bayzid Bostami, il santuario dedicato a Bayazid Bostami, un famoso sufi persiano nato a Bostam in Iran. L’area sacra del complesso è costituita da una tomba con una vecchia moschea e un grande stagno, considerato un luogo sacro che ospita un gran numero di tartarughe dal guscio nero note come Bostami Turtle, localmente chiamate Mazari. In serata si raggiungerà Rangamati, il cui distretto è abitato da popolazioni indigene, per lo più di etnia Chakma. Si visiterà in serata il mercato tribale e di artigianato di Tabolchuri e infine in albergo per la cena e il pernottamento.

*  Si informa che non si può entrare nel settore ma si può vedere a distanza il lavoro degli operai mentre rompono le navi con possibilità di fare qualche scatto fotografico da lontano.


12° GIORNO: GIOVEDì 16 APRILE 2020 : (CHITTAGONG HILL TRACTS 1) RANGAMATI/ KAPTAI LAKE CRUISE/CHAKMA VILLAGE/RANGAMATI/BANDARBAN/DATU JATU/ BANDARBAN  (B/L/D) 83 KM 3,30 H BATTELLO BUS FERRY JEEEP/CHANDER GARI

Dopo aver ottenuto i permessi per l’area Chittagong Hill Tracts, si navigherà con un battello a motore lungo il lago Kaptai, osservando la vita locale dei pescatori, intenti nel particolare tipo di pesca. Molte etnie tribali (Chakma, Marma, Tripura, Chak, Murong) vivono in questa area periferica del Bangladesh, al confine con Myanmar e India Tripura. I Chakma sono il gruppo tribale più numeroso del Bangladesh, appartenente al gruppo mongoloide, di lingua indo-aryana. La loro stragrande maggioranza è buddhista, ma integrati sono i più vecchi elementi religiosi, come l’adorazione delle forze della natura. I Marma che provengono dal vicino Arakan (oggi in Birmania) sono anch’essi buddhisti. I Tripura costituiscono il terzo gruppo tribale delle Chittangong Hill Tracts; sono principalmente indù ma le loro credenze e pratiche religiose sono diverse dagli indù di casta in molti modi. Le donne sono adornate con voluminose collane attorno al collo. La maggior parte dei Murong, anch’essi originari dell’Arakan, sono buddhisti e alcuni si sono convertiti al Cristianesimo, anche se in generale sono rimasti comunque animisti e adorano la natura. Le donne hanno vistosi piercing auricolari, con coni metallici ai lobi delle orecchie. Si visiterà un interessante villaggio Chakma, prima di rientrare in barca a Rangamati, per poi proseguire via terra in bus alla volta di Bandarban. A 3 ore di strada da Rangamati si sosterà per visitare la fabbrica di telai a mano di Asham Bosti. Attraversando con un piccolo traghetto il possente fiume Karnaphuli, si giungerà poi a Bandarban, da cui a bordo di tipiche jeep locali (Chander Gari) si visiterà il Dhatu Jadi, un complesso monastico buddhista Theravada costruito in stile Arakanese, noto come Tempio d’Oro. Si rientrerà in serata a Bandarban con pernottamento e cena.


13° GIORNO: VENERDì 17 APRILE 2020 :(CHITTAGONG HILL TRACTS 2) BANDARBAN/ RAMU/COX’S BAZAR  (B/L/D) 127 KM/BUS                  

Dopo colazione inizierà il trasferimento per raggiungere Cox’s Bazar (4 h). Prima di arrivare si sosterà presso il villaggio rurale di Ramu sul Baghkhali river, dove si visiterà il monastero buddista di Khayang Para, noto per il più grande Bhudda sdraiato del Bangladesh. Gli abitanti dei villaggi di Ramu sono artigiani che producono anche tessuti. All’arrivo a Cox’s Bazar raggiungeremo la spiaggia sempre popolata di locali per osservare il bel tramonto sull’oceano. In serata è prevista la visita del mercato artigianale birmano ed una performance con danze tribali Rakhayan, influenzate dal limitrofo Myanmar. Pernottamento e cena.


14° GIORNO: SABATO 18 APRILE 2020: COX’S BAZAR/FISH MARKET/DHAKA/OLD DHAKA CITY TOUR (B/L/D) INTERA GIORNATA AEREO /BUS

Raggiungeremo presto l’animato Fish Market di Cox’s Bazar sul porto, dove è esposta l’assortita tipologia di pesce fresco, appena pescato e trasportato dalle barche sul molo, insieme al pesce secco ‘Shutki’. Il viavai di barche e pescatori che scaricano il pesce fresco è incredibile. Con un volo interno dall’aeroporto di Cox’s Bazar si raggiungerà Dhaka, dove si completerà il tour della città, iniziato il primo giorno. La storia di Dhaka risale all’anno 1000, ma la città raggiunse la gloria come capitale del Bengala sotto la dinastia Moghul. A quell’epoca era anche conosciuta come Jahangir Nagar in onore dell’imperatore Mughal Jahangir. La città passò sotto il controllo della Gran Bretagna nel 1765, diventando poi capitale del Pakistan orientale nel 1947. Il 21 febbraio 1952 studenti ed attivisti politici furono uccisi quando la polizia pakistana aprì il fuoco sui protestanti che chiedevano per la propria lingua nativa, il Bengalese, gli stessi diritti dell’Urdu. Nel 1971 la città divenne capitale del nuovo stato indipendente del Bangladesh, diventano nota come Dhâkâ. Si visiteranno Lord Curzon Hall (ufficio del vice britannico Roy Lord Curzon); il tempio induista Dhakeshwari, cuore spirituale della comunità induista; la Chiesa Armena; Lalbagh Fort, costruito nel 1678 dal viceré del Bengala; Shankhari Bazaar, una delle aree più antiche della vecchia Dhaka. Questa si estende lungo una stradina fiancheggiata da edifici in mattoni riccamente decorati, costruiti durante il tardo periodo Mughal o coloniale ed è vicina a Hindu Street, il cuore pulsante di Old Dhaka, dove il traffico pedonale e dei risciò supera quello veicolare. Adiacente ad essa è la Star Mosque (Tara Masjid), moschea completamente decorata con stelle. Rientreremo in serata in hotel per una veloce doccia in albergo (dove saranno disponibili alcune camere in D-Use), prima di raggiungere l’aeroporto, all’interno della cui stazione aeroportuale, dopo l’area immigration, è prevista l’ultima cena (Spice restaurant).


15° GIORNO: DOMENICA 19 APRILE 2020: DHAKA/RIENTRO IN ITALIA (-/-/-) AEREO

In aeroporto, espletate le formalità doganali in uscita, ci sarà l’imbarco per Dubai, con pasti a bordo. Dopo un breve transito e cambio di aeromobile, seguirà il nuovo imbarco per le rispettive destinazioni italiane.

Fine dei Servizi del Viaggio BANGLADESH – POHELA BAISHAKH


Quota di partecipazione a persona in camera doppia:

€ 2790.00 a persona

Con guida locale in lingua italiana


p5


Le sistemazioni in corso di viaggio:


NB = L’itinerario si svolge in un paese non ancora organizzato per ricevere il turismo, che fuori dalla capitale offre strutture ricettive semplici con standard al di sotto della tipologia occidentale; le camere degli alberghi fuori dalla capitale e le principali città hanno scarsa manutenzione, pertanto è doveroso informare di essere preparati ad un buon spirito di adattamento.


VOLI INDICATIVI/COMPAGNIA AEREA EMIRATES

Roma Fiumicino

  • EK 098 05APR FCODXB 1525 2325
  • EK 582 06APR DXBDAC 0200 0840
  • EK 585 19APR DACDXB 0140 0430
  • EK 097 19APR DXBFCO 0910 1325

Milano Malpensa

  • EK 206 05APR MXPDXB 1405 2210
  • EK 582 06APR DXBDAC 0200 0840
  • EK 585 19APR DACDXB 0140 0430
  • EK 205 19APR DXBMXP 0945 1420

Bologna 

  • EK 094 05APR BLQDXB 1535 2330
  • EK 582 06APR DXBDAC 0200 0840
  • EK 585 19APR DACDXB 0140 0430
  • EK 093 19APR DXBBLQ 0930 1350

Venezia

  • EK 136 05APR VCEDXB 1550 2335
  • EK 582 06APR DXBDAC 0200 0840
  • EK 585 19APR DACDXB 0140 0430
  • EK 135 19APR DXBVCE HK1 0905 1325

VOLI INTERNI / NOVAIRBIMAN Airlines (gli orari saranno notificati sotto data partenza con Foglio Comunicazioni)

  • 13APR ZYLDAC          Sylhet > Dhaka
  • 15APR DACCGP        Dhaka > Chittagong
  • 18APR CXBDAC         Cox’s Bazar > Dhaka

Condizioni & Supplementi

✤ Quota d’iscrizione: € 100 COMPRESA
✤ Tasse aeroportuali indicativamente € 441,21 confermabili solo all’atto della prenotazione ESCLUSE
✤ Assicurazione medico bagaglio (con massimali fino a € 10.000) COMPRESA
✤ Supplemento assicurazione integrativa spese mediche € 50 (con massimali fino a € 50.000) ESCLUSA
✤ Assicurazione annullamento ESCLUSA
✤ Supplemento camera singola € 230 ESCLUSA
✤ Durata 15 giorni, 12 notti


LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea internazionale in classe economica.
  • 3 Voli interni.
  • Sistemazione in camere doppie in hotel.
  • Pensione completa.
  • Trasporto: Bus Sprinter con A/C fino a 20 pax, a seconda del numero degli iscritti + jeep Chander Gari (senza A/C) fino a 9 posti oltre il driver + battello senza A/C nell’area Sunderbans con giubbotti di salvataggio + ferry pubblico da Dhaka a Barisal.
  • Visite come da itinerario con ingressi compresi.
  • Servizi di guida locale in inglese / Interprete di lingua italiana.
  • Accompagnatore dall’Italia da 10 partecipanti.
  • Acqua minerale (4 bottiglie locali = 200 ml) per pax al giorno.
  • Assicurazione medico/bagaglio base come indicato nel programma (massimali € 10.000).
  • Quota d’iscrizione € 100 inclusa.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Tasse aeroportuali, definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti ed eventuali adeguamenti carburante.
  • Visto d’ingresso US $ 51 (da pagare in contanti in aeroporto a Dhaka).
  • Assicurazione spese mediche integrative.
  • Assicurazione annullamento.
  • Camera singola  NB: La singola non è disponibile sul battello durante la Sundarbans Cruise, mentre è soggetta a disponibilità sul ferry pubblico da Dhaka a Barisal.
  • Bibite, analcoliche/alcoliche e pasti non menzionati da programma.
  • Mance, extra personali, mance per foto-video, servizio lavanderia.
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Programma Leggi tutto
Prenota il viaggio

BANGLADESH POHELA BAISHAKH

Stampa

VIAGGIO IN BANGLADESH  – POHELA BAISHAKH

DAL 5 AL 19 APRILE 2020

Durata
15 giorni, 12 notti
Quota per persona
2.790,00 
Prossime partenze
Dal 5 al 19 Aprile 2020
Data di partenza