IL METEO IN MOZAMBICO

mercoledì, 23 novembre 2016

Il clima in Mozambico ed i consigli per il viaggio sono:meteo

l’estate nel nord del Mozambico è tra Novembre e Marzo con le temperature di giorno attorno ai 30°C.

Possono esserci piogge tropicali nel tardo dicembre , gennaio e febbraio, ma generalmente si manifestano durante una parte della giornata.

 

QUANDO ANDARE

Il periodo migliore per andare in Mozambico, compiendo safari ed escursioni o visitando le città, va da metà maggio ad agosto, perché è il più fresco, secco e soleggiato. Ricordiamo però che nelle zone interne di notte può fare freddo, e nelle cime più alte, al di sopra dei 2.000 metri, ci possono essere leggere gelate. A settembre e ottobre fa molto caldo nelle zone interne poste a bassa quota (v. Tete e la valle dello Zambesi), mentre la stagione delle piogge oltre ad essere calda e afosa presenta il rischio dei cicloni.
Se si soffre il caldo, ricordiamo che nelle zone interne i mesi di giugno e luglio sono i più freschi: già da metà agosto la temperatura aumenta un po’ e sono possibili le prime giornate torride nelle zone interne.
Per il mare, al sud sono preferibili settembre e ottobre, perché nel periodo giugno-agosto può fare un po’ fresco, mentre al centro-nord si può andare da metà maggio ad ottobre compreso.

Sulla costa prevale un clima tropicale umido, con sporadiche piogge che possono verificarsi anche al di fuori della stagioni delle piogge.

 

Le zone più calde ed umide sono la foce dello Zambesi.

Le zone più fresche sono la zona del Niassa e le zone montuose della provincia di Nampula e dei Montes Chimanimani.

Nel Mozambico, Paese dell’Africa meridionale molto esteso in latitudine, il clima è tropicale, con una stagione calda e piovosa da novembre a marzo, e una stagione secca da maggio a ottobre, durante la quale vi è un periodo più fresco da metà maggio a metà agosto. Nelle zone interne soprattutto al centro-nord si trovano altipiani e catene montuose in cui l’altitudine mitiga il clima, ma nelle terre più basse come nella valle dello Zambesi il caldo può essere molto intenso nei mesi estivi, e ancor più nel periodo che precede le piogge (settembre-novembre). Trovandosi nell’emisfero sud, il Mozambico ha le stagioni invertite rispetto all’Europa.
Durante l’inverno soffiano gli alisei di sud-est, che portano un tempo piacevole e soleggiato, anche se nelle province più meridionali (Gaza, Maputo, Inhambane) qualche volta possono arrivare masse d’aria più fredde dal Sudafrica, portando freddo notturno soprattutto nelle zone interne. Quasi ovunque piove molto poco da giugno ad ottobre, anche se qualche breve rovescio è possibile lungo la parte centrale della costa, da Quelimane a Beira.
Durante l’estate prevale il monsone di nord-ovest, quanto meno al centro-nord, con le correnti umide provenienti dalla Repubblica Democratica del Congo (l’ex Zaire), mentre al sud prevale ancora l’aliseo di sud-est, che però a differenza che in inverno adesso porta delle piogge, perché il caldo e l’umidità forniscono l’energia sufficiente alla formazione di nubi temporalesche, anche se queste piogge sono meno intense rispetto al centro-nord.
Le piogge si presentano soprattutto sotto forma di rovesci e temporali pomeridiani, per cui anche nella stagione delle piogge il soleggiamento non è scarso, tranne nelle zone montuose del nord dove il cielo è spesso nuvoloso.
Le zone più aride del Paese sono il Limpopo National Park, nel sud-ovest, dove si scende anche sotto i 500 millimetri all’anno, e la valle dello Zambesi ad ovest, nella provincia di Tete. A Tete cadono 630 millimetri di pioggia all’anno.

 

ABBIGLIAMENTO

 

L’abbigliamento del viaggiatore è quello tipico delle zone sub-tropicali: abiti leggeri e comode in tute le stagioni, un pile o una giacca a vento per l’inverno e un capo impermeabile per l’estate. Per chi viaggia nell’entroterra o nei parchi, s consigliano i cosiddetti capi “da safari”: abiti sportivi con molte tasche e dai colori naturali, quali il kaki, il verde o il marrone. Lungo la costa, non devono mancare un set di costumi da bagno, teli mare e magliette a volontà

 

EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO

 

  • Sacca robusta/valigia preferibilmente non rigida, possibilmente con lucchetto
  • Sacco in plastica per riparare il bagaglio dalla polvere
  • Zainetto per le necessità giornaliere all’interno delle vetture e per le escursioni a piedi
  • Scarpe comode e robuste per il giorno, scarpe leggere per la sera e ciabatte per doccia
  • Pantaloni lunghi e corti, in cotone
  • Giacca a vento leggera e capo pesante per la sera
  • Camicie e magliette di cotone
  • K-way o cerata leggera
  • Calze di cotone
  • Cappello leggero per il sole e occhiali da sole
  • Fazzoletti, foulard, necessarie (sapone disinfettante, salviette umide)
  • Crema solare protettiva (anche per labbra)
  • Presa elettrica ad attacco universale
  • Torcia elettrica con batterie di ricambio
  • Coltellino multiuso
  • Macchina fotografica con rullini / macchina fotografica digitale con schede di memoria

Sfoglia gli altri articoli