Cinque curiosità sull’Etiopia, la culla dell’Umanità

giovedì, 17 novembre 2022

Terra misteriosa e selvaggia intrisa di storia, cultura e tradizione, l’Etiopia ammalia e conquista con i suoi paesaggi surreali – di cui la Dancalia è l’esempio più evidente, ma non certo l’unico – e una ricchezza etnografica che vanta pochi eguali al mondo. Noi di Viaggi Tribali ne siamo profondamente innamorati e da anni ormai siamo frequentatori abituali di questo paese che ha davvero tanto da offrire, al viaggiatore diffidente ma anche a quello più navigato. Ecco a voi alcune curiosità sull’Etiopia, a riprova del fatto che non stiamo parlando di una terra come tante, ma di un paese unico al mondo.

Etiopia, la culla dell’Umanità

L’Etiopia è la culla dell’Umanità: questo leitmotiv l’avrete letto o sentito dire infinite volte e non è assolutamente una frase fatta!

Secondo gli antropologi l’avventura umana avrebbe avuto origine proprio in Etiopia. Lo testimonia Lucy – la più vecchia bipede mai rinvenuta, il cui scheletro data circa 3 milioni di anni – che sembra tutt’oggi sorridere dalla bacheca del Museo Nazionale di Addis Abeba.

Computo del tempo e calendario etiopico

La seconda curiosità sull’Etiopia riguarda il calendario e più in generale il sistema di misurazione del tempo.

A differenza di quanto accade nel resto del mondo, le ore del giorno non si contano partendo dalla mezzanotte ma dalle sei del mattino, quando sorge il sole, e il sistema orario si basa su due cicli di 12 ore, uno diurno e l’altro notturno. A questo si aggiunge il fuso di due ore (che diventa una quando in Italia vige l’ora legale) per cui se il nostro orologio segna le 10 del mattino, in Etiopia sono solo le 4.

E non è finita qui! Nel calendario etiopico l’anno inizia l’11 settembre (il 12 per gli anni successivi ai bisestili) e consta di 13 mesi di cui i primi 12 di 30 giorni l’uno, mentre l’ultimo ha solo 5 giorni (6 negli anni bisestili): facendo due calcoli, l’era etiopica è più di sette anni in ritardo sull’era cristiana.

L’affascinante e inospitale Dallol

Altra curiosità flash sull’Etiopia riguarda Dallol, località affascinante e inospitale al tempo stesso: si trova in Dancalia, nella regione dell’Afar, ed è stato riconosciuto come il luogo abitato più caldo del pianeta.

Curiosità sull’Etiopia: l’Arca dell’Alleanza

Ebbene sì! L’Arca dell’Alleanza, che custodiva le Tavole consegnate da Dio a Mosè sul Monte Sinai, si troverebbe in Etiopia e per la precisione ad Axium, la cui storia è intimamente legata a quella della regina di Saba. L’Etiopia è anche questo: storia, leggenda, religione e mito che si intrecciano a tal punto da non riuscire più a distinguerne i contorni.

Per approfondire l’argomento vi suggeriamo la lettura di Etiopia storica e leggendaria: l’Arca dell’Alleanza nella città di Axum.

L’Etiopia e l’origine del caffè

Narra la leggenda che il caffè sia stato scoperto la prima volta in Etiopia nel IX secolo grazie al pastore Kaldi che era solito portare le sue capre a pascolare in montagna. Una sera, di ritorno dal pascolo, Kaldi si accorse che dopo aver mangiato gli strani frutti di un cespuglio, gli ovini erano particolarmente arzilli e vivaci per cui decise di assaggiarli e sperimentarne gli effetti su di sé.

Il misterioso frutto dalle proprietà prodigiose arrivò poi al monastero yemenita di Chehodet dove uno dei monaci, ritenendo che fosse opera del Diavolo, decise di gettarne le bacche nel fuoco da cui si sprigionò l’aroma intenso del caffè che oggi tutti conosciamo bene, ma che all’epoca era una novità. Un altro monaco, incuriosito, raccolse i chicchi abbrustoliti e li frantumò in un recipiente pieno d’acqua calda inaugurando la prima tazzina di caffè della storia.

Diana Facile

ETIOPIA: TOUR DEL SUD CON BALE MOUNTAINS SCOPRI IL VIAGGIO

Dal 20 Marzo al 1 Aprile 2023 accompagnato dalla Guida locale Italo-Etiope Ugo Passero

Sfoglia gli altri articoli