Classic Namibia

Stampa

IMPEGNO MEDIO

TOUR NATURALISTICO DELLA NAMIBIA

GUIDA ESPERTA

Durata
15 giorni/12 notti
Quota per persona
3.580,00 
Prossime partenze
possibile tutto l'anno
data partenza

Classic Namibia

Tour classico della Namibia

con guida in italiano in 15 giorni/12 notti

Dalle dune più alte del mondo fino ai canyon più profondi dell’Africa, per scoprire la sua anima selvaggia. Una destinazione tutta da esplorare e in cui perdersi nei silenzi del deserto per riscoprire una dimensione perduta e per ritrovare se stessi. 

namibia classica

Itinerario di viaggio:

1° Giorno: ITALIA – SCALO EUROPEO

Ritrovo dei Sig.ri partecipanti all’aeroporto di partenza prescelto. Disbrigo delle formalità di imbarco. Partenza con volo di linea, in classe economica, per Windhoek. In base alla compagnia aerea saranno effettuati uno o due scali, il primo europeo ed il secondo via Johannesburg. Pasti e pernottamenti a bordo.

2° Giorno: (SCALO A JOHANNESBURG) – WINDHOEK

Arrivo a Johannesburg in mattinata e coincidenza con il volo per Windhoek, dove è previsto l’arrivo in tarda mattinata/ primo pomeriggio. Disbrigo delle formalità di ingresso e incontro con la vostra guida locale parlante lingua italiana. Trasferimento presso la vostra struttura (Guesthouse) per un momento di relax. Nel pomeriggio visita della capitale della Namibia: Windhoek, situata nel cuore delle montagne a 1.650 m. di altitudine. E’ una città moderna e pulita dove costruzioni recenti affiancano chiese luterane e giardini traboccanti di aloe. Si visiteranno i principali luoghi di interesse: l’edificio più fotografato del centro storico, la chiesa luterana Christuskirche; l’antico forte della guarnigione tedesca Alte Feste; e gli affascinati meteoriti di Gibeon, risalenti all’epoca preistorica. Cena libera. Al termine rientro presso Villa Violet Guesthouse per il pernottamento.

3° Giorno: WINDHOEK – KALAHARI DESERT

Dopo la prima colazione partirete alla volta del deserto del Kalahari, il quarto per estensione al mondo, con la sua caratteristica sabbia rossa. Un luogo magico, ricco di fascino, destinato agli amanti della quiete ed al silenzio dei grandi spazi. Nel pomeriggio potrete partecipare ad una  meravigliosa escursione in 4×4 nella riserva del lodge (facoltativa-extra). Cena e pernottamento in lodge: Kalahari Anib Lodge.

4° Giorno: KALAHARI DESERT – NAMIB DESERT

Prima colazione. In mattinata vi faremo scoprire, tra passi montani ed ampie vallate, quello che è ritenuto uno dei deserti più antichi del mondo: il Namib, capolavoro della natura africana e paradiso per gli amanti della fotografia. Il suo nome originario nella lingua Nama significa “luogo senza nessuno”.  Durante questo tragitto attraverserete degli spettacolari paesaggi. Al termine arrivo al lodge, dove potrete rilassarvi con un aperitivo al tramonto o partecipare alle attività facoltative proposte dalla guida. Cena e pernottamento in lodge: Desert Homestead Lodge.

5° Giorno: NAMIB DESERT

Prima colazione. La mattina presto si partirà per un’escursione nei pressi dell’antico Tsauchab river, visitando l’oasi di Sossusvlei, la duna 45 e il Deadvlei. Molti viaggiatori affermano, che non c’è nessun’altra parte del deserto piú impressionante del Sossusvlei, con le sue dune monumentali e l’ombra delle loro sinuose creste che cambiano continuamente in funzione dell’inclinazione solare. Montagne di sabbia dalla forma a stella arrivano fino a 325 m di altezza. Le calde tinte della sabbia, che vanno dal color albicocca, all’arancione per arrivare fino al rosso, contrastano in maniera incredibile con il bianco dell’argilla delle depressioni alla base delle dune. Nel pomeriggio visiterete anche il Sesriem Canyon, un piccolo e pittoresco canyon eroso dallo Tschaub river nel corso di millenni. Rientro al lodge. Cena e pernottamento sempre presso: Desert Homestead Lodge.

6° Giorno: NAMIB DESERT – SWAKOPMUND

Dopo colazione partirete alla volta della caratteristica cittadina di Swakopmund con varie soste nei punti panoramici. Oggi questa tranquilla città, circondata dal deserto e dal mare, è ricoperta di una ricca vegetazione, palme e giardini pubblici. C’è un’ottima scelta di ristoranti e caffè che offrono la tradizionale pasticceria tedesca, mentre la costa e il deserto propongono svariate opzioni per chi ama l’avventura o il relax. Il pomeriggio sarà dedicato  ad attività a vostra scelta: quad-bike sulle dune, volo panoramico a bordo di Cessna, visita allo snake park, shopping nei negozietti di artigianato ed al mercatino locale. Cena libera. Pernottamento in guesthouse presso: Sandfields Guesthouse.

7° Giorno: SWAKOPMUND

Prima colazione. Al mattino trasferimento a Walvis Bay distante una trentina di chilometri verso sud durante i quali il percorso mostra dune sabbiose che tentano di arginare l’oceano. Walvis Bay ha sempre attratto l’interesse delle potenze coloniali e sino al 1994 era sotto il controllo del Sudafrica per le sue risorse legate al sale e alla pesca. Da qui si partirà per una piacevole crociera  in battello nella baia tra delfini, fenicotteri, pellicani, cormorani, gabbiani, foche che saltano in barca e, a volte, pinguini, balene o tartarughe marine secondo il periodo. La barca attraversa tutta la laguna e si sbarcherà a Pelican Point, dalla parte opposta della baia, un lembo di sabbia dove le foche amano prendere il sole. A seguire parteciperete all’affascinante escursione a bordo di jeep 4×4 a Sandwich Harbour in cui salirete e discenderete dune vertiginose. Una giornata intera dedicata alla splendida costa selvaggia. Cena libera. Pernottamento nella guesthouse della sera precedente. Sandfields Guesthouse.

8° Giorno: SWAKOPMUND – DAMARALAND

Prima colazione. In mattinata trasferimento nella regione del Damaraland, percorrendo parte della Skeleton Coast, terra del popolo Damara. Si tratta di una regione arida e montagnosa, costituita principalmente da arenarie rossastre che, secondo i geologi, risalirebbero a più di 150 milioni di anni fa. Mentre la storia geologica è ben conosciuta, quella della popolazione lo è molto meno e anzi rimane un mistero: fisicamente di origine bantù, il popolo Damara parla la lingua detta “a click”, usata dai San-Boscimani. Sembra che i Damara siano uno dei primi popoli negroidi ad aver raggiunto l’Africa Australe prima dell’età del bronzo, provenendo dall’Africa Occidentale. Tempo a disposizione permettendo, potrete spingervi fino a Cape Cross per visitare la colonia di otarie più numerosa al mondo. Questo luogo fu scoperto per la prima volta nel 1486 da un esploratore portoghese, Diego Cao, che eresse una croce in onore di Giovanni I di Portogallo. Oltre ad essere un luogo di interesse storico, Cape Cross ospita una colonia di migliaia di otarie, soprattutto durante il periodo delle nascite e degli accoppiamenti. Cena e pernottamento in lodge situato in posizione unica in prossimità del sito delle incisioni di Twyfelfontein. Lodge: Twyfelfontein Country Lodge.

9° Giorno: DAMARALAND

Prima colazione. In mattinata visita al sito delle incisioni rupestri di Twyfelfontein. Una realtà illustrata da mirabili incisioni che raffigurano, per lo più, animali cacciati, impronte degli stessi, segni astratti, simboli, ecc., tutte impresse sulle enormi rocce rosse cadute dalla parete. Pare che alcuni esempi di questa arte rupestre risalgano a 8.000 anni fa e che gli autori siano stati di origine Khoi-San, in qualche modo gli antenati degli attuali Boscimani San. Lo scopo di queste rappresentazioni rupestri è sempre stato magico o rituale-propiziatorio. Nel 2007 è stato riconosciuto patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Le interessanti formazioni geologiche di quest’ area includono la “Burnt Mountain” e le colonne dolomitiche conosciute come “Organ Pipes”. Nel pomeriggio parteciperete all’emozionante escursione alla ricerca degli elefanti del deserto. Cena e pernottamento nel lodge della sera precedente. Twyfelfontein Country Lodge.

10° Giorno: DAMARALAND – PARCO ETOSHA

Prima colazione. Trasferimento alla volta del parco Etosha, “il grande luogo bianco”, con sosta lungo il percorso per la visita alla Foresta Pietrificata. Creato nel 1907, il Parco Etosha è uno dei primi parchi sorti per la protezione della fauna e della flora e, all’origine, comprendeva una fascia di territorio fino alla Costa degli Scheletri sull’ Oceano Atlantico. Attualmente la riserva copre una superficie di 22.570 kmq, il cui centro è costituito dal “pan”, bacino perfettamente piano, lungo un centinaio di chilometri e largo una quarantina. Il pan era, nei tempi remoti, un lago collegato al sistema del fiume Kunene, ma ora è secco e la sua superficie di argilla e sale brilla alla luce del sole. Paradossalmente questa nudità biancastra offre protezione agli animali più vulnerabili visto che l’assenza di vegetazione non lascia nascondigli ai pericolosi predatori. Un parco diverso ed estremamente “fotogenico” sia per i paesaggi sia per la fauna e la flora: seguendo piste in terra battuta si va alla ricerca di gruppi di elefanti raccolti attorno alle pozze d’acqua, di branchi di erbivori in perenne movimento fra i boschetti di acacie, di giraffe, di felini … La scarsità dei bacini d’acqua rende necessario un curioso rispetto per la gerarchia degli animali che si abbeverano; in ordine di importanza: elefanti, predatori, erbivori e poi volatili. Ognuno aspetta impassibile il proprio turno, disponendosi a gruppo attorno alla pozza. Giornata dedicata alla scoperta del parco con il primo vostro fotosafari  a bordo di una jeep 4×4. Cena e pernottamento in lodge nelle vicinanze del parco: Toshari Lodge.

11° Giorno: PARCO ETOSHA

Prima colazione. Intera giornata dedicata al fotosafari all’interno del parco a bordo del vostro veicolo 4×4. L’Etosha ospita 114 specie di mammiferi, 350 specie di uccelli e 21 differenti tipi di vegetazione. Le specie che comunemente possono essere avvistate sono: la zebra Burchell, lo springbok, l’impala dalla muso nero, lo gnu, il gemsbok, l’orice, le giraffe e il red hartebeest. Il parco ospita anche un buon numero di elefanti, leoni e rinoceronti neri. Cena e pernottamento nel lodge della sera precedente. Toshari Lodge.

12° Giorno: PARCO ETOSHA

Prima colazione. La giornata verrà dedicata al safari fotografico all’interno del parco a bordo del vostro veicolo 4×4. Cena e pernottamento nel lodge della sera precedente.Toshari Lodge.

13° Giorno: PARCO ETOSHA – OKONJIMA (AFRICAT)

Prima colazione. In mattinata trasferimento a Okonjima, che in lingua hero significa ” Luogo dei Babbuini”, sede dell’Africat Foundation, che si occupa della riabilitazione dei felini. Africat è divenuta famosa a livello internazionale, dopo essere stata filmata in un documentario premiato da Discovery Channel nel 1995 e 1996. Oggi THE AFRICAT FOUNDATION  è il “Programma per la salvaguardia e Reinserimento in Libertà di Ghepardi e Leopardi più grande al Mondo. Nel pomeriggio potrete partecipare ad una delle attività facoltative (extra) proposte: leopard tracking, visita alla clinica riabilitativa dei ghepardi, safari a piedi. Cena e pernottamento in lodge. Okonjima Main Camp.

14° Giorno: OKONJIMA – WINDHOEK – SCALO A JOHANNESBURG   

Prima colazione. Partenza per Windhoek con sosta lungo il percorso al mercato dell’artigianato di Okahandja, famosa per il mercato del legno. Dopo un ultimo giro in città verrete trasferiti, in tempo utile, in aeroporto per il volo di rientro in Italia. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea per l’Italia. Pasti  e pernottamento a bordo.

15° Giorno: SCALO EUROPEO – ITALIA

Arrivo nei principali aeroporti italiani. Disbrigo delle formalità di sbarco.

Fine del viaggio e dei servizi “Classic Namibia”.

ATTIVITA’ INCLUSE: 

  • Ingresso e visita Sossusvlei.
  • Crociera nella laguna di Walvis Bay.
  • Escursione in 4×4 a Sandwich Harbour.
  • Visita incisioni rupestri di Twyfelfontein.
  • Escursione alla ricerca degli elefanti del deserto nel Damaraland.
  • Visita Foresta Pietrificata.
  • Ingresso e safari parco Etosha (3 giorni).

    QUOTA CON SISTEMAZIONE IN CAMERA DOPPIA A PARTIRE DA:

  • 3.580 € a persona

Su richiesta al posto di Toshari Lodge:

all’interno del parco Etosha (Okaukuejo, Halali, Namutoni Camp NWR) in camera doppia con colazione, cena e pernottamento a € 85 per persona a notte / ESCLUSO

 

La quota comprende:

  • Tour privato con guida locale parlante lingua italiana.
  • Trasferimenti da e per l’aeroporto di Windhoek.
  • Sistemazione in camera doppia nelle strutture indicate o similari di pari categoria.
  • Trattamento pasti come da programma.
  • Attività come da programma.
  • Ingresso ai parchi come da programma.
  • Veicolo 4×4 Toyota double cab per tutta la durata del tour.
  • Carburante.
  • Una mappa della Namibia per camera.
  • Un adattatore di corrente namibiano per camera.
  • Assicurazione base medico/bagaglio (massimale € 10.000).
  • Iva.
  • Quota d’iscrizione € 100.00.

La quota non comprende:

  • Volo di linea internazionale.
  • Tasse aeroportuali volo internazionale.
  • Pasti non indicati in programma.
  • Attività non indicate in programma.
  • Mance.
  • Bevande.
  • Extra di carattere personale.
  • Supplemento Ethosha (Okaukuejo, Halali, Namutoni Camp NWR)
  • Assicurazione sanitaria integrativa spese mediche (massimali € 50.000/€ 100.000).
  • Annullamento viaggio.
  • Tutto quanto non espressamente indicato in “La quota comprende”.

N.B. La presente è solo una quotazione indicativa in quanto non è stata fatta alcuna prenotazione. La quota è soggetta alla disponibilità dei servizi sopra indicati. Prenotazioni alternative potrebbero portare ad una  variazione della quota.

Operativi voli:

Partenza dai principali aeroporti italiani. Compagnie aeree consigliate: Ethiopian Airlines, Condor Airlines, Turkish Airlines, Air Namibia, South African Airways, Gruppo Star Alliance.

1° Giorno: ITALIA – SCALO EUROPEO
2° Giorno: (SCALO A JOHANNESBURG) – WINDHOEK
3° Giorno: WINDHOEK – KALAHARI DESERT
4° Giorno: KALAHARI DESERT – NAMIB DESERT
5° Giorno: NAMIB DESERT
6° Giorno: NAMIB DESERT – SWAKOPMUND
7° Giorno: SWAKOPMUND
8° Giorno: SWAKOPMUND – DAMARALAND
9° Giorno: DAMARALAND
10° Giorno: DAMARALAND – PARCO ETOSHA
11° Giorno: PARCO ETOSHA
12° Giorno: PARCO ETOSHA
13° Giorno: PARCO ETOSHA – OKONJIMA (AFRICAT)
14° Giorno: OKONJIMA – WINDHOEK – SCALO A JOHANNESBURG
15° Giorno: SCALO EUROPEO – ITALIA

namibia-classic

INFORMAZIONI UTILI: NAMIBIA
FORMALITÀ’
Per i cittadini italiani passaporto individuale con validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell’arrivo nel Paese. Per l’ingresso in Namibia dei cittadini italiani il visto è gratuito (per soggiorni di vacanza fino a 90 giorni) e ottenibile all’arrivo.
Non sono richiesti certificati di vaccinazione internazionale salvo che non si sia stati in Paesi considerati a rischio negli ultimi 6 mesi. Per chi noleggia un’auto sul posto (Fly & Drive / Self-drive) é obbligatorio avere la patente internazionale. E’ sempre importante controllare direttamente con l’ACI per avere gli ultimi aggiornamenti; in ogni caso Viaggi Tribali chiede che il guidatore porti sia la patente italiana sia la patente internazionale perché alcune società di autonoleggio la esigono e soprattutto perché può essere richiesta agli eventuali controlli di polizia, indipendentemente dalle normative in vigore in quel momento. Suggeriamo inoltre che vi siano almeno due guidatori registrati per auto noleggiata per via delle lunghe distanze e di eventuali emergenze. Questo va richiesto e dichiarato al momento della stipula del contratto con la società di autonoleggio per evitare successivi problemi con l’assicurazione in caso di incidenti. Si fa presente che l’organizzazione non si assume alcuna responsabilità nel caso di impossibilità ad usufruire dell’autonoleggio a causa di documenti non corretti.
DISPOSIZIONI SANITARIE
Non è richiesta alcuna vaccinazione. È consigliata la profilassi antimalarica, che generalmente deve essere iniziata una settimana prima dell’arrivo sul posto e proseguita per 4 settimane dopo il rientro. Durante i mesi invernali (tra maggio e ottobre) la presenza di zanzare è molto limitata. Raccomandiamo comunque di rivolgersi al proprio Ufficio d’Igiene Provinciale per informazioni più dettagliate. Si raccomanda di portare con sé nel bagaglio a mano le medicine di uso personale. Consigliati collirio ed antidiarroici.
CLIMA
La Namibia è situata a sud dell’Equatore, nell’emisfero australe e le stagioni sono opposte a quelle europee. Ci sono circa 300 giorni di sole all’anno e la temperatura oscilla tra i 20/25 gradi con notti a volte gelide. Il nord del paese ha un clima subtropicale con temperature tra i 25 gradi d’inverno e oltre i 40 in estate. Il sud, di prevalenza desertico, è molto arido con scarse piogge mentre lungo la costa risente della fredda corrente di Benguela proveniente dall’Oceano Atlantico. Questa ha un’enorme influenza sulle condizioni meteorologiche, causando nebbie e foschie sul litorale e creando un particolare ecosistema. La Namibia è il paese più arido dell’Africa Australe e l’umidità media oscilla intorno al 10% nei mesi invernali e dal 30 al 60% in quelli estivi. Esiste una piccola stagione delle piogge tra ottobre e novembre ed una più importante tra gennaio e marzo. Le precipitazioni di solito sono caratterizzate da grandi temporali, normalmente di breve durata, distribuiti in modo irregolare nel paese. In questo periodo è facile vedere scorrere i fiumi normalmente in secca e le piste in alcune regioni sono scivolose, difficilmente percorribili ed in alcuni casi impraticabili.
ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO
Per quanto riguarda gli indumenti personali si consiglia un abbigliamento informale e “stile a cipolla”.
Nel periodo estivo (da dicembre ad aprile) la temperatura durante il giorno oscilla dai 25° ai 35° gradi circa, perciò è bene viaggiare con abiti in fibre naturali e comodi.
I colori consigliati sono chiari, quali i naturali, il bianco, il kaki, beige, etc.
Nel periodo invernale (da maggio a settembre) le temperature di sera sono molto fredde quindi è bene portare con sè un pile, un maglione di lana o felpa, una giacca a vento pesante o un piumino ed un pigiama per la notte.
Sconsigliamo abbigliamento di tipo mimetico, in quanto nel territorio namibiano solo gli addetti al servizio militare sono autorizzati ad indossarli.
Abbigliamento consigliato: t-shirt maniche corte e lunghe per la sera, camicie manica corta e manica lunga per la sera, felpe in cotone con zip, pantaloni corti per il giorno e lunghi per la sera, giacca a vento – K-way, calze di cotone, cappelli in cotone con frontiera o a tesa larga, scarpe comode chiuse o da trekking (leggere) ciabatte per la doccia, occhiali da sole, repellente insetti – zanzare, crema antistaminica contro le punture degli insetti, protezione solare (protezione alta 30/50spf) – burro cacao per le labbra, costume da bagno (alcuni lodge sono provvisti di piscine), macchina fotografica, binocolo, video camera, batterie ricaricabili, borraccia acqua, mappa, coltellino multiuso, torcia elettrica, salviettine disinfettanti, presa elettrica ad attacco universale, sacco in plastica per riparare i bagagli (se viaggiano sopra le fuori-strada), zainetto per le necessità giornaliere. Consigliamo sacche o zaini da viaggio leggeri e morbidi. Sconsigliamo bagagli rigidi e pesanti.
FUSO ORARIO
Ora solare: Italia GMT+1 / Namibia GMT +2 (ora legale). Per es.: Italia 12.00/ Namibia 13.00.
Ora legale: Italia GMT+2 / Namibia GMT +1. Per es.: Italia 12.00/ Namibia 11.00. La situazione è leggermente resa complessa dal fatto che entrambi i Paesi applicano l’ora legale, le stagioni sono invertite ed il cambio dell’ora avviene in giornate diverse; succede quindi che per dei brevi periodi l’ora coincida (per esempio la prima settimana di aprile). In Namibia l’ora legale è in vigore dalla prima domenica di settembre alla prima domenica di aprile.
VALUTA
La valuta in corso è il dollaro namibiano (equivalente al Rand sudafricano; molte sono le fluttuazioni nel corso dell’anno. Si consiglia di munirsi di euro anche di piccolo taglio (10, 20, 50). Se si portano USD, si ricorda che i dollari emessi prima del 2001 non vengono più né accettati né cambiati, a causa delle numerose falsificazioni. Il rand sudafricano può essere usato in Namibia ma il dollaro namibiano non è accettato in Sud Africa. Il cambio si effettua negli hotel, negli uffici autorizzati e nelle banche; si consiglia di cambiare poco per volta perché riconvertire in valuta forte può essere complicato (tenere copia delle ricevute di cambio); a volte è possibile pagare gli acquisti anche in USD o Euro. L’utilizzo delle Carte di Credito internazionali è possibile
solo nelle città (Windhoek, Swakopmund e Luderitz) e nei grandi alberghi/lodge, tuttavia i tempi possono essere lunghi e può essere applicata una commissione extra. Poco diffuse le carte American Express e non accettate le carte di credito “Electron”.
LINGUA
La lingua ufficiale scelta al momento dell’indipendenza è l’inglese: lingua nativa di appena il 2% della popolazione ma preferita per non favorire nessun gruppo e perché idioma del mondo del business internazionale. La prima lingua della maggior parte dei namibiani è tuttavia una lingua o Bantu (Ovambo, Herero …) o Khoisan (Khoi-Khoi/Nama, Damara, San); l’Afrikaans è parlato dalla maggioranza della popolazione. Diffusi sono anche il tedesco e il portoghese (nell’estremo nord).
PREFISSI TELEFONICI
Per telefonare dall’Italia il prefisso è 00264. Per telefonare in Italia dalla Namibia il prefisso internazionale è 0039, dal Sud Africa 0939. Durante il circuito non sarà sempre possibile telefonare, mentre sarà facilissimo ed immediato chiamare dalle città e dal parco Etosha. La copertura per i cellulari GSM è buona in quasi tutto il Paese ad eccezione delle le aree desertiche. La maggior parte dei lodge ha Wi-Fi. Si raccomanda un uso moderato del proprio cellulare nel rispetto degli altri partecipanti, soprattutto quando nei mezzi o nelle zone comuni degli alberghi/lodge.
VOLTAGGIO
Il voltaggio in uso è 220-240 v. Si consiglia di munirsi di spina universale in quanto le prese a tre poli in uso sono diverse e non sempre gli hotel hanno adattatori (provare comunque a chiedere sempre in Reception); l’adattatore specifico si può comunque anche comprare in loco a una cifra molto contenuta (non tutte le spine universali hanno la “versione” per la Namibia). Nei lodge/campi tendati ove non vi fossero prese di corrente in camera/tenda è possibile ricaricare batterie ecc utilizzando le prese delle zone comuni e/o chiedendo al personale; spesso funzionano solo in certi orari. In alcuni lodge la corrente viene sospesa di notte.
CUCINA
La cucina delle popolazioni indigene si adatta poco ai nostri gusti. Nei ristoranti la cucina è internazionale di provenienza britannica o tedesca, qualche volta italiana. Ottime le carni e la selvaggina, lo struzzo, le antilopi, in particolare il kudu. Sono abbondanti gli ortaggi e i frutti esotici come la papaia, ottima con il limone o il lime. I vini sono di provenienza sudafricana e quindi eccellenti. La tradizione culinaria namibiana è una gradevole miscela di ricette e sapori che provengono da molti paesi con differenti culture. Si avvale dell’influenza sudafricana, tedesca, olandese, portoghese, indiana ed addirittura malese. I piatti tradizionali vengono cotti sul fuoco a legna utilizzando pentole di ghisa con tre gambe (potjie). Un pasto molto apprezzato è il Potjiekos, uno spezzatino di carne o pesce cotto utilizzando questa particolare pentola. Un’altra particolarità è il Biltong, strisce di carne secca di selvaggina o manzo, salata e speziata. Simili sono i Droewors, salsicce secche speziate. Molto conosciuti sono i Rusks, biscotti boeri ed il Potbrood, pane dolce-salato cucinato sul fuoco a legna in una pentola in ghisa bassa con coperchio. Altre prelibatezze sono gli asparagi verdi di Swakopmund, le aragoste di roccia e le ostriche di Luderitz, disponibili tutto l’anno. Più raro il tartufo del Kalahari, che si trova solo negli anni molto piovosi. Anche i funghi sono molto apprezzati che appaiono subito dopo le piogge sui termitai nelle zone a nord di Okahandja. Viene ultimamente prodotta una crema di formaggio di latte di capra e la feta. Vicino a Swakopmund vi è una significativa produzione di olive calamata. Molto particolari per i turisti e difficile da prendere quota, sono i vermi del “mopane”, ricchi di proteine, serviti secchi come snack o disidratati e poi cucinati a richiesta, ma non appaiono tra i menù dei ristoranti. In Namibia la carne è molto gustosa e di ottima qualità. Si possono gustare il manzo, il montone, il maiale e la selvaggina. La tradizione pasticcera in stile tedesco include dolci classici come lo strudel di mele e la torta al latte; in capitale viene prodotta una deliziosa cioccolata di marca Spriger. Degna di nota la birra locale marca Tafei e Windhoek lager. Il vino viene prodotto ad Omaruru, dove si trovano produzioni di vino bianco, rosso ed ottime grappe.
LA RETE STRADALE
La Namibia ha una rete stradale molto sviluppata composta da 5.500 chilometri di strade asfaltate e da 37.000 chilometri di piste di pietrisco e terra battuta; queste permettono l’accesso alle più importanti città, ai maggiori parchi, riserve naturali ed attrazioni turistiche del paese. Le strade sterrate sono generalmente molto scorrevoli, poco frequentate ed oggetto di continua manutenzione, nonostante ciò sono pericolose ed il numero di incidenti è alto. Il fondo stradale liscio e scorrevole invita a viaggiare veloci e gli ostacoli improvvisi, costituiti da attraversamento improvviso di animali, buche e sassi lungo le piste, inducono brusche frenate che possono provocare incidenti. Ricordare che il senso di marcia è a sinistra e c’è l’obbligo della cintura di sicurezza. Meglio evitare di guidare di notte e non superare i 70 Km orari sulle piste e non percorrere enormi trasferimenti in giornata, è preferibile viaggiare freschi e riposati per apprezzare al meglio le bellezze del Paese. Durante la stagione delle piogge o subito dopo, le piste diventano molto scivolose, per cui occorre ridurre notevolmente la velocità. Anche nelle strade sterrate conviene tenersi a sinistra. Lungo la strada che costeggia l’Oceano Atlantico il segnale stradale SALT sta ad indicare la presenza di sale marino compatto sulla strada, quindi anche in questo caso, ridurre la velocità.
INFORMAZIONI RELATIVE AL VIAGGIO
Documenti per l’espatrio
Ricordiamo che, considerata la variabilità della normativa in materia, le informazioni relative ai documenti di espatrio sono da considerarsi indicative e riguardano esclusivamente cittadini italiani e maggiorenni. Ogni partecipante è tenuto a controllare personalmente la validità del proprio passaporto (che 24 normalmente non deve scadere entro sei mesi dalla data di ingresso nel paese), la presenza di diverse pagine libere (il numero varia a seconda dell’itinerario scelto e dunque visti necessari). Si consiglia di avere sempre con sé una copia conforme all’originale del passaporto e di eventuali vaccinazioni internazionali, e di tenerle separate dai documenti originali. L’impossibilità per il cliente di iniziare e/o proseguire il viaggio a causa della mancanza e/o dell’irregolarità dei prescritti documenti personali (passaporto, carta d’identità, vaccinazioni, etc.) non comporta responsabilità dell’organizzatore.
Assicurazioni
Per quanto riguarda le disposizioni assicurative vi invitiamo a leggere con attenzione la relativa polizza. In caso di sinistro, malattia o infortunio durante il viaggio, Vi preghiamo di provvedere immediatamente a informare l’assicurazione comunicando il numero indicato nella polizza ricevuta con i documenti di viaggio.
Imprevisti
Gli itinerari pubblicati sono stati elaborati in modo da essere realizzati con puntualità e precisione. Particolari situazioni possono tuttavia determinare variazioni nello svolgimento dei servizi previsti: voli, orari, itinerari aerei e alberghi possono essere modificati a discrezione dei vari fornitori e sostituiti con servizi di pari livello. Il verificarsi di cause di forza maggiore quali scioperi, avverse condizioni atmosferiche, calamità naturali, disordini civili e militari, sommosse, atti di terrorismo e banditismo e altri fatti simili non sono imputabili all’organizzazione. Eventuali spese supplementari sostenute dal partecipante non potranno pertanto essere rimborsate, e non lo saranno le prestazioni che per tali cause dovessero venir meno e non fossero recuperabili. Inoltre l’organizzazione non è responsabile del mancato utilizzo di servizi dovuto a ritardi o cancellazioni dei vettori aerei.

1 recensione per Classic Namibia

  1. :

    Classic Namibia
    Ottobre 2014
    La Namibia e i tramonti
    Viaggio della vita!! Esperienza indimenticabile.. unica e difficile da raccontare. Bisogna provarla. Grazie Namibia
    Barbara A.

Aggiungi una recensione

data partenza

possibile tutto l’anno

I campi indicati col simbolo * sono obbligatori


Il tuo nome (*)

La tua email (*)

La tua città (*)

Il tuo telefono (*)

Quota budget

 

Il tuo messaggio

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della informativa sulla Privacy (D.Lgs. 196/2003).

Si, presto inoltre il mio consenso alla comunicazione dei dati ai soggetti indicati nell'informativa per fini di comunicazione commerciale.

 

Inserisci il codice di controllo
captcha

Codice: